• 13 Gen 2017 14.47

Tre anni di libertà vigilata per l’operatrice televisiva che fece cadere il profugo siriano alla frontiera ungherese.

13 gennaio 2017 14:47

Tre anni di libertà vigilata per l’operatrice televisiva che fece cadere il profugo siriano alla frontiera ungherese. Petra László è stata condannata a tre anni di libertà vigilata dal tribunale di Szeged, nel sud dell’Ungheria. L’8 settembre 2015 era stata filmata mentre calciava e faceva cadere a terra il profugo Osama Abdul Mohsen mentre cercava di fuggire insieme a suo figlio dal centro di identificazione di Röszke, al confine tra Serbia e Ungheria. Mohsen adesso vive in Spagna e lavora per la Cenafe, una scuola di calcio vicino a Madrid.

pubblicità

Da non perdere

Come cambia l’America. La nuova copertina di Internazionale
Un antidoto al veleno della post-verità
Migliaia di donne in piazza contro Trump

In primo piano