Il capo dell’Agenzia per la protezione dell’ambiente (Epa) statunitense nega che le emissioni di anidride carbonica siano causa del cambiamento climatico.

10 marzo 2017 09:40

Il capo dell’Agenzia per la protezione dell’ambiente (Epa) statunitense nega che le emissioni di anidride carbonica siano causa del cambiamento climatico. Scott Pruitt, nominato dal presidente Donald Trump come capo dell’Epa, ha dichiarato di non credere che il rilascio di anidride carbonica nell’atmosfera sia la causa dell’innalzamento delle temperature globali. La nozione che le emissioni di anidride carbonica siano direttamente collegate al cambiamento climatico è accettata dalla maggioranza della comunità scientifica, tra cui gli stessi esperti dell’Epa, ed è confermata dalla Nasa.

pubblicità

Articolo successivo

Il Brasile contro il presidente