Gabriele Del Grande, in stato di fermo in Turchia, ha cominciato uno sciopero della fame

19 aprile 2017 14:13

Gabriele Del Grande, in stato di fermo in Turchia, ha cominciato uno sciopero della fame. Il giornalista, fermato il 9 aprile in Turchia durante un controllo al confine con la Siria, è riuscito a telefonare alla sua compagna. “Dopo il centro di identificazione ed espulsione di Hatay, sono stato trasferito in quello di Mugla, in isolamento”, ha detto. Non gli è consentito nominare un avvocato: “La ragione del fermo è legata al contenuto del mio lavoro, ho subito interrogatori al riguardo”. Il ministero degli esteri italiano ha chiesto la liberazione di Del Grande, mentre il console italiano a Smirne ha fatto richiesta ufficiale per visitarlo. Alle 14.30, a Palazzo Madama, si terrà una conferenza stampa, promossa da Luigi Manconi, in cui sarà lanciato un appello al presidente del senato Pietro Grasso perché le massime autorità del paese si attivino per la liberazione del giornalista italiano.

pubblicità

Articolo successivo

Il Brasile contro il presidente