I giorni della festa

12 novembre 2013 12:00

Nell’articolo a pagina 34 dello scorso numero si racconta che il presidente del consiglio Enrico Letta il 25 aprile ha accompagnato i figli a scuola. Ma il 25 aprile è festa nazionale, le scuole sono chiuse! L’errore era nel testo originale.

“Le date e i nomi sono il mio punto debole: li sbaglio spesso”, spiega l’autore dell’articolo Philippe Ridet, corrispondente del quotidiano francese Le Monde. Non fa eccezione: sono gli errori più frequenti sui giornali di tutto il mondo. Ma in questo caso com’è andata? “Avevo letto la storia di Letta che porta i bambini a scuola su Repubblica il 26 aprile, così ho pensato automaticamente che fosse successo il giorno prima”. Dimenticando che in Italia era la festa della Liberazione. “Già. Vivo qui da sei anni, ma evidentemente per me il 25 aprile non è ancora diventato sinonimo di festa”.

I lettori francesi non si saranno neanche accorti dell’errore. La cosa grave invece è che è sfuggito a noi, e probabilmente a molti lettori di Internazionale: abbiamo ricevuto solo una segnalazione. “Chissà, forse questo dice qualcosa sul rapporto degli italiani con la storia del loro paese. Una cosa è certa: se su Le Monde avessi scritto che Nicolas Sarkozy accompagnava i figli a scuola il 14 luglio, non sarebbe passato inosservato”.

pubblicità

Articolo successivo

Il Brasile contro il presidente