• 23 Dic 2016 17.30

La stagista

Dan Savage
23 dicembre 2016 17:30

Avvertenza. Il linguaggio di questa rubrica è diretto ed esplicito.

Ho un problema con il mio fidanzato, e non so se sono io la pazza paranoica che lo vuole tenere al guinzaglio o cosa. Stiamo insieme da poco più di un anno e mezzo. All’inizio abbiamo avuto problemi perché lui ha poco desiderio sessuale. Questo alimentava la mia insicurezza, e credo sia stato il motivo per cui ero diventata gelosissima della sua stagista, che è molto attraente. Ho ammesso con me stessa che era una gelosia irrazionale, e senza farne parola ho deciso che era mia dovere superarla. Dopo un po’ la stagista ha smesso di lavorare con lui, e per più di sex mesi non hanno avuto contatti.

Salto a oggi. Lunedì sera chiedo al mio fidanzato che programmi ha per martedì (sto studiando per gli esami di giurisprudenza e quel giorno non ho tempo da dedicargli). Verso le 20.30 di martedì lui mi messaggia chiedendo come va lo studio, e io gli chiedo di nuovo che programmi ha per la serata. Dice che raggiungerà “dei colleghi” in un bar per un brindisi di compleanno. Io non ci penso più. Poi, verso le 23.30, quando mi infilo a letto, vedo che l’ex stagista ha postato su Instagram una foto della sua festa di compleanno al bar. Mi arrabbio molto, perché invece di dirmi chiaramente che raggiungeva LEI per il suo compleanno ha voluto rimanere sul vago. Quand’è tornato a casa l’ho affrontato, e ha ammesso di essere rimasto sul vago per evitare “paranoie”.

Gli ho detto che se fosse stato diretto mi sarei ingelosita, ma sarei anche stata attenta a non proiettare i miei sentimenti negativi su di lui. Gli ho detto che gestendo la situazione in questo modo ha fatto ancora peggio, ora penso che mi ha mentito e questo mi fa sentire insicura. Lui ha reagito come se stessi straparlando. Ha detto e ripetuto di essere stato invitato all’ultimo e che non voleva creare drammi. Siamo andati a dormire, e al mattino mi era praticamente passata. Ma quando lui è andato a fare la doccia gli ho guardato il telefono e ho visto che lei in realtà l’aveva invitato lunedì pomeriggio. Perciò ha mentito quando gli ho chiesto che programmi avesse per martedì, e ha mentito di nuovo dicendomi che era stato invitato all’ultimo. Io non mi sono arrabbiata perché è andato a bere con lei; ha quasi tutte amiche femmine, e di loro non sono MAI gelosa. Su questa però ho una specie di tic, e lo riconosco. Non voglio tenerlo al guinzaglio, ma sento di non potermi più fidare. Finora non avevo mai avuto il sospetto che potesse mentire.

–Am I Crazy?

“Sex mesi”? Interessante refuso.

C’è un altro modo per interpretare l’ambiguità/reticenza/disonestà del tuo fidanzato a proposito di martedì sera: un po’ l’ha fatto per te, e un po’ l’ha fatto per sé. Sapeva che dovevi studiare, sa che la sua ex stagista è un tasto dolente/una specie di tic, e optando per l’ambiguità ti ha permesso di concentrarti sullo studio. E forse/magari/chissà in questo senso è stato “premuroso”. E siccome quello che per una persona è “stare attenta ai sentimenti negativi” e “gestire la situazione” per un’altra sono “drammi” o “invasione delle privacy”, AIC, il tuo fidanzato per evitare drammi ha scelto la via dell’ambiguità, o dell’inganno da omissione. E forse in questo è stato egoista.

Vuoi dimostrargli che non c’è bisogno di mentire se passa un po’ di tempo con l’ex stagista? Accetta retroattivamente il compleanno di martedì sera e smettila di rigirare il tuo fidanzato sui carboni ardenti per delle azioni che sono perfettamente spiegabili (così spiegabili che te le ho appena spiegate per mezz’ora.) È vero, ti ha mentito. Ma a meno che non sia fatta di zucchero filato e scoregge di unicorno, AIC, anche tu nell’ultimo anno e mezzo gli avrai detto un paio di bugie. Anche le persone più “sincere” della terra possono ogni tanto dire una piccola, innocente, egoistica bugia. Se vuoi che la tua relazione duri, AIC, davanti a queste bugie occasionali sbuffi e passi oltre. Se vuoi che la relazione finisca, fai esattamente quel che stai facendo tu.

Se il tuo fidanzato non ti ha dato altri motivi per credere che ti stia tradendo con l’ex stagista o con chiunque altra, AIC, lascia perdere la faccenda di martedì sera e del brindisi di compleanno. Ti consiglierei anche di scusarti con lui per avergli “guardato il telefono” mentre era sotto la doccia, che è sia una bastardata, sia un segnale che in questa coppia potresti effettivamente essere tu la pazza paranoica che vuole tenere il partner al guinzaglio. E per il bene del rapporto – ma anche in generale, cazzo – piantala di seguire l’ex stagista su Instagram.

Da ultimo, AIC, accenni al fatto che avete appetiti sessuali diversi. Come diversi commentatori hanno sottolineato sul mio blog, dove la tua lettera è apparsa come “Lettera del giorno”, la differenza di libido è di solito un brutto segno. Tu ne parli al passato, e quindi forse non è più un problema. Ma se il problema è stato risolto in un modo che ti fa sentire trascurata, insicura e frustrata, allora non è stato risolto affatto, e per la tua relazione è molto più pericoloso quello che un’ex stagista.

Sono un uomo di 35 anni e ho una relazione seria – la migliore della mia vita – con una ragazza che probabilmente sposerò. Mi va bene la monogamia, a parte un aspetto: ho un feticismo dei piedi che con il tempo va aumentando, e non sopporto l’idea di non poter mai più succhiare gli alluci di un’altra. Va detto che la mia fidanzata è ben felice di ficcarmi i piedi in bocca, ma io faccio in continuazione fantasie sui piedi delle altre. Sono tentato di cercare ragazze che offrano i piedi a pagamento, cosa che in passato ho già fatto, anche se mai mentre ero in coppia. Ma sarebbe un tradimento, vero? Non credo di riuscire a trovare il coraggio per chiedere il permesso alla mia fidanzata, e se me lo desse rimarrei scioccato. Che faccio?

–Fear Of Missing Out On Feet

Trova il coraggio per chiederglielo, FOMOOF, anche se devi farti il culo a cercarlo. Se la tua fidanzata ha un atteggiamento positivo verso il sesso – se i piedi in bocca non te li ficca solo per farti star zitto – apri un dialogo sulle tue fantasie (e sulle sue), sui tuoi trascorsi sessuali (e sui suoi), sulle avventure sessuali che potresti voler vivere con lei in futuro (e su quelle che lei potrebbe voler vivere con te). Se mentre parlate delle tue fantasie lei si mostra incuriosita, interessata e ottimista, proponile di andare insieme a un party fetish, dove tu potrai succhiare le dita dei piedi ad altre donne, e lei potrà farsele succhiare da altri uomini.

Sono un uomo sessualmente attratto dalle donne transessuali. Mi dicono che se ti piacciono le donne non ha importanza che genitali hanno. Dicono anche che se ti piace il pene non ha importanza che appartenga a un maschio o a una femmina. Sto ingiustamente trattando le donne trans come un feticcio?

–Gain Understanding Into Loving Trans

Sei attratto dalle donne, GUILT, alcune donne hanno il pene, e trovi le donne con il pene particolarmente attraenti. Se non ti senti attratto dagli uomini con il pene, né dagli uomini come Buck Angel, ovvero uomini transessuali con la vagina, allora in generale non sei attratto dagli uomini, con o senza cazzo che siano. A meno che nel dichiarare le tue preferenze tu non deumanizzi le persone da cui sei attratto o insulti quelle da cui non sei attratto, GUILT, non hai motivo di sentirti in imbarazzo o in colpa.

Questa rubrica è stata pubblicata su The Stranger.

pubblicità

Da non perdere

Un altro genere di potere. La nuova copertina di Internazionale
A Timbuctù senza lavoro e giustizia la guerra non finirà mai veramente
Lettura. L’editoriale di Giovanni De Mauro

In primo piano