• 04 Gen 2017 17.28

Il tempo di una escort

Dan Savage
04 gennaio 2017 17:28

Avvertenza. Il linguaggio di questa rubrica è diretto ed esplicito.

Mio fratello è vergine e tra qualche settimana compie trent’anni. Per il suo compleanno dice che vuole assumere una escort per andare a bere qualcosa e fare due chiacchiere, ma non sa come riconoscere un servizio affidabile o quali criteri considerare per capire se un’agenzia sia autentica, affidabile, eccetera. Io sono contentissimo che sia venuto a chiedere a me perché capisco che non abbia voglia di parlarne con tante persone, ma su questo argomento non ho né consigli né conoscenze da offrirgli, e voglio rispettare la sua privacy evitando di parlarne con le persone che frequentiamo. Hai qualche consiglio su cosa dovrebbe cercare?

—My Younger Brother’s Romantic Order

“Cerca sui social network”, dice Mistress Matisse, scrittrice, lavoratrice sessuale e attivista per i diritti dei lavoratori del sesso. “Ora che tanti siti di recensioni sono stati chiusi, il modo migliore per trovare una buona escort indipendente sono i social network”.

Questione siti di recensioni: le forze dell’ordine, sempre in prima fila quando si tratta di “salvare” i lavoratori del sesso rendendogli più pericoloso il lavoro, hanno cominciato a prendere di mira i siti sui quali i clienti valutavano e classificavano le escort e — cosa ancor più importante — dove le escort parlavano tra di loro di sicurezza, clienti da evitare (perché inaffidabili, sgarbati, poco puliti) e clienti da non incontrare per nessuna ragione (in quanto imprevedibili, minacciosi, violenti).

Lo scorso autunno Elizabeth Nolan Brown ha scritto sull’argomento un ottimo pezzo per Reason, consiglio a tutti di leggerlo su reason.com. In ogni caso, MYBRO, tornando a tuo fratello e al consiglio di Matisse, “non sto dicendo che ‘niente social network’ equivale a ‘escort scadente’. Ci sono un sacco di brave escort che non hanno una grande presenza sui social. Ma se prima di incontrare una persona vuoi conoscerla un po’ meglio, al giorno d’oggi si fa così”.

Un’alternativa di cui si parla poco, ma che è perfettamente legale è: pagarla per incontrarsi a bere qualcosa e chiacchierare, guarda caso proprio ciò che desidera tuo fratello (o ciò che è disposto a dirti che desidera).

“Non è ovviamente la soluzione più adatta per chi ha problemi di budget”, dice Matisse. “Ma se prima di prenotare un appuntamento privato si vuole verificare che ci sia intesa e stabilire un minimo di fiducia da entrambe le parti, allora è un metodo affidabile. Mi raccomando la parola chiave: pagala per il suo tempo. La maggior parte di queste signore ha una tariffa per gli incontri in luoghi pubblici che è inferiore a quella per il tempo trascorso in privato. E quando deciderai di fissare un incontro privato, ricorda sempre le regole: non chiedere informazioni sessuali e non parlare di soldi se non accennando brevemente al fatto che hai visto le sue tariffe e intendi pagarla per il suo tempo. Metti in conto di usare i preservativi e di rispettare le regole della persona che incontrerai”.

Potete seguire Mistress Matisse su Twitter.

***

Leggo la tua rubrica da anni, e mi ha decisamente aiutato a sviluppare una visione positiva delle relazioni, del sesso e quant’altro. Da qualche tempo mi vedo con una ragazza che mi ha rivelato di esibirsi in webcam. A me questo va benissimo. Guadagna molto bene, per lei è importante e la eccita: tutte cose stupende! Ma è una cosa che preferisce tenere per sé, e naturalmente ne ha tutte le ragioni. Solo che la gente è ossessionata da come gli altri si guadagnano da vivere. Qual è la risposta migliore da dare a chi mi chiede che cosa fa? Lei, proprio come me, non sa bene cosa rispondere. Sto per portarla a una festa aziendale (lavoro nel settore finanziario), e siamo sicuri che tutti le chiederanno che lavoro fa (le chiacchiere di circostanza da festa sono il peggio del peggio!). Tu come la pensi su questa questione e altri aspetti di un rapporto come il nostro?

—Man Behind The Cam Girl

Rispondi così: “Collabora come libera professionista con un’azienda che produce video. Decide lei i suoi orari e lavora da casa. È un gran bel lavoro. Ma senti, quest’anno come stanno giocando i Bears/Colts/Cubs/Broncos/Braves?”.

***

Sono una femmina di 65 anni alta, slanciata, attraente, in forma, con inclinazioni artistiche, prendo il testosterone e attualmente non ho un partner. Non so bene come procurarmi incontri sessuali estemporanei e senza impegno. Non conosco servizi di escort per signore, ma sarei interessata. Mi interessa anche esplorare la dimensione bisessuale. Dove mi consiglieresti di andare?

—Curious And Wondering

Mi rifaccio a quel che diceva Mistress Matisse e ti consiglio di cercare su internet. La maggior parte degli escort pubblica annunci e ha una presenza online mirata ai maschi, perché sono quelli più inclini a pagare per il sesso, ma molti sono bisessuali o etero cosiddetti gay-for-pay, cioè fanno sesso gay a pagamento. Saranno più che disposti a incontrare donne, e lo stesso vale per molte escort. Basta chiedere, con educazione e – ripeto – senza mai parlare esplicitamente di sesso. Ricorda: quello che stai comprando è il tempo dell’escort, CAW, e qualsiasi altra cosa succeda riguarda solo due adulti consenzienti che fanno cose da adulti consenzienti.

***

Adoro la tua rubrica. Spesso ti chiedono come si fa a conoscere persone/trovare partner, e tu rispondi: “Uscite di casa, andate in palestra, fate volontariato”. Ecco un’attività che non citi mai: iscriversi a un corso di ballo, per esempio salsa, swing, tango, liscio, eccetera. Non è difficile trovare una scuola di ballo che offra lezioni di gruppo, e non è necessario avere un partner. Può iscriversi chiunque. Un corso di balli di gruppo ti mette in contatto con molte persone, e te le fa conoscere piazzandotele fra le braccia. Non mi viene in mente un modo migliore per incontrare gente nuova. Sono un maschio etero che ha conosciuto le sue ultime sei fidanzate — con l’ultima delle quali sto da più di nove anni — ai corsi di ballo. Io, sinceramente, in un bar non saprei cosa fare. Ovviamente il ballo a coppie non è roba per tutti, ma gli scettici potrebbero rimanere sorpresi. L’atmosfera è davvero ottima, e tutti sembrano sempre a loro agio perché si concentrano sul divertimento.

—Strictly Come Dancing

Grazie dell’informazione, SCD.

(Traduzione di Matteo Colombo)

pubblicità

Da non perdere

Le paure della Francia. La nuova copertina di Internazionale
Perché solo i single felici trovano il vero amore
La Francia con il fiato sospeso alla vigilia del primo turno

In primo piano