America Latina

Il Venezuela è nel caos ma Maduro resiste al potere

In condizioni normali il presidente venezuelano Nicolás Maduro sarebbe già caduto. Dalle medicine agli alimenti, in Venezuela manca tutto. Più del 78 per cento dei venezuelani non vuole più saperne di questo governo, ma l’esercito, coperto di privilegi, appoggia il presidente. L’opposizione è spaccata e le grandi istituzioni come la corte suprema sono nelle mani degli uomini fedeli al bolivarismo. Leggi

In America Latina fare il prete significa rischiare la vita

Rapimenti, aggressioni, torture, estorsioni, omicidi: la violenza dilaga nella vita quotidiana di molti paesi latinoamericani. E mentre la criminalità organizzata estende il suo dominio, anche la vita dei sacerdoti è sempre più a rischio. Leggi

pubblicità
In America Latina l’estrazione illegale dell’oro rende più del narcotraffico

L’immagine dominante della criminalità organizzata latinoamericana è stata per decenni quella del cartello della droga. Ma negli ultimi anni, per un numero crescente di gruppi di narcotrafficanti, di milizie paramilitari di destra e di ribelli di sinistra, la principale fonte di guadagno è rappresentata dalle miniere d’oro illegali. Leggi

Cos’è il Plan Condor e perché è finito sotto processo in Italia

Dopo due anni di udienze si è chiuso a Roma il processo contro il Plan Condor, che ha visto imputati 33 civili e militari cileni, uruguaiani, boliviani e peruviani responsabili della repressione totalitaria e del “terrorismo di stato” nei rispettivi paesi, negli anni settanta del novecento. Un processo che non ripercorre solo la storia recente dell’America Latina, ma che rilancia anche il dibattito sull’assenza del reato di tortura in Italia. Leggi

L’America Latina nel cuore

La scuola di giornalismo della Columbia University ha assegnato il 18 ottobre il prestigioso premio Maria Moors Cabot a quattro fotografi per i loro lavori in America Latina e nei Caraibi. Leggi

pubblicità
L’epidemia di zika potrebbe aver causato un aumento degli aborti in America Latina.
L’epidemia di zika potrebbe aver causato un aumento degli aborti in America Latina. Gran parte della regione è stata colpita dal virus, che è stato collegato a un aumento delle malformazioni nei neonati. Molti governi hanno raccomandato alle donne di rinviare eventuali gravidanze. Analizzando dati non ufficiali, si è scoperto che tra il novembre del 2015 e il marzo del 2016 le richieste di aborto sono raddoppiate in Brasile e in Ecuador, e aumentate di oltre un terzo in altri paesi della regione.
La svolta a destra dell’America Latina

La crisi della sinistra in America Latina è cominciata con la vittoria di Mauricio Macri alle elezioni argentine; la vittoria in Perù del neoliberista Pedro Pablo Kuczynski ne è un’ulteriore conferma. Ma secondo alcuni analisti la sinistra potrebbe rinascere nel 2018 se in Messico dovesse vincere Andrés Manuel López Obrador. Leggi

La crisi del Venezuela diventa sempre più violenta

In Venezuela si aggrava la crisi economica, sociale e istituzionale. A Caracas alcuni sostenitori del governo di Nicolás Maduro hanno aggredito i militanti dell’opposizione. Lo stesso giorno sono scesi in piazza anche centinaia di studenti. Il video dell’Afp. Leggi

In Brasile l’aborto è un tabù anche con l’epidemia di zika

L’aborto in Brasile è un reato punibile con tre anni di prigione. Con il diffondersi del virus zika sono nati migliaia di bambini affetti da malformazioni. Talvolta i dottori consigliano alle loro pazienti di interrompere la gravidanza, ma nei casi meno gravi non è permesso. Per questo motivo molte donne ricorrono all’aborto clandestino, rischiando la vita. Il video del New York Times. Leggi

Cresciuta dalle Farc: una bambina ostaggio della guerriglia colombiana

Mélida è stata sequestrata dai ribelli colombiani delle Farc quando aveva nove anni. È una delle migliaia di bambini e ragazzini che sono stati costretti a combattere nella lunga guerra civile che ha devastato il paese. Oggi cerca di lasciarsi il passato alle spalle. Il video del New York Times. Leggi

pubblicità
Esplosione in un impianto petrolchimico in Messico

Il 20 aprile c’è stata una grande esplosione in un impianto petrolchimico a Coatzacoalcos, in Messico. L’incidente ha causato tre morti e almeno 58 feriti. Il video dell’Afp. Leggi

Nella foresta tra i guerriglieri colombiani in attesa della pace

Il giornalista del New York Times Nicholas Casey è riuscito ad arrivare in un accampamento nella foresta delle Farc, il più antico gruppo guerrigliero colombiano, dove i ribelli aspettano l’esito dei negoziati tra i loro dirigenti e il governo in corso all’Avana da più di tre anni. Il reportage. Leggi

La politica in Brasile è caduta davvero in basso

Il Brasile si prepara ad aggiudicarsi un nuovo record. Il paese più grande dell’America Latina, e settima potenza economica del mondo nel 2014, oggi ha raggiunto livelli inarrivabili di stupidità con un’inverosimile crisi politica da cui uscirà comunque con le ossa rotte. Leggi

Il ritorno di un maestro latinoamericano

Horacio Quiroga è un nome imprescindibile nella letteratura del continente, devoto alla concisione, alla ricerca non gratuita dell’effetto dirompente del racconto. Leggi

In America Latina le donne colpite dallo zika non possono abortire

Nei prossimi mesi è possibile che aumenti il numero delle donne intenzionate ad abortire a causa del virus zika, ma nella maggior parte dei paesi dell’America Latina l’interruzione di gravidanza è illegale. Leggi

pubblicità
Guida per immagini al virus zika

Il virus zika, trasmesso dalle zanzare del genere Aedes, si sta diffondendo molto velocemente in America Latina. Il virus non è considerato letale, ma potrebbe essere collegato all’aumento dei casi di neonati affetti da microcefalia. Il video del Guardian. Leggi

Dodici cose da sapere sul virus zika

Il virus zika si è diffuso in 22 paesi dell’America latina e in sei paesi europei, compresa l’Italia. I sintomi, i casi registrati, le precauzioni da prendere. Dodici cose da sapere sull’epidemia di zika. Leggi

Prospettive sudamericane

Il premio Latin American fotografía viene assegnato ogni anno sul sito di American illustration and American photography (Ai-Ap) e seleziona i migliori fotografi sudamericani del momento. Leggi

I rimpatri forzati degli haitiani da Santo Domingo

Da mesi la Repubblica Dominicana impone il rimpatrio forzato a centinaia di haitiani, scappati dalla povertà e dalle persecuzioni politiche del proprio paese, e arrivati in maniera irregolare nel paese vicino. Il video dell’Afp. Leggi

Le donne che fuggono dalla terra più violenta del mondo

Secondo l’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr), ogni anno migliaia di donne dell’America Centrale e del Messico abbandonano le loro case per sfuggire alla violenza delle bande armate ma anche a quella domestica, cercando riparo negli Stati Uniti e dando così origine a una diaspora. Leggi

pubblicità