Artur Mas

Lo stallo politico in Catalogna complica la situazione di tutta la Spagna

Il partito indipendentista di estrema sinistra Cup ha definitivamente negato la fiducia ad Artur Mas, che quindi non ha gli appoggi necessari per essere rieletto presidente della Catalogna. La regione autonoma tornerà quindi alle urne, elemento che complica anche le trattative per formare un governo centrale a Madrid. Leggi

Lo strappo degli indipendentisti catalani visto dalla stampa spagnola

Il parlamento catalano ha adottato il 9 novembre un dichiarazione con cui sancisce “l’inizio del processo di creazione dello stato catalano indipendente in forma repubblicana”. Dopo questa rottura istituzionale, la stampa spagnola sottolinea le incognite che pesano sulla rielezione del presidente uscente Artur Mas e la necessità di una risposta ferma da parte di Madrid. Leggi

pubblicità
La vittoria dei separatisti in Catalogna sulla stampa spagnola

Il risultato delle elezioni regionali di ieri in Catalogna viene interpretato in modo radicalmente diverso dai giornali a seconda del loro atteggiamento nei confronti del nazionalismo di Barcellona. Leggi

Gli indipendentisti vincono le elezioni in Catalogna.
Gli indipendentisti vincono le elezioni in Catalogna. Più di 5,5 milioni di catalani erano chiamati alle urne per il rinnovo del parlamento regionale e, con la maggioranza dei voti conteggiati, i partiti favorevoli a una scissione – ossia Junts pel sí (Uniti per il sì, Jps) del presidente uscente Artur Mas e Candidatura d’unitat popular (Candidatura di unità popolare, Cup) – hanno ottenuto insieme più del 47 per cento dei consensi, con 72 seggi su 135. Altissima l’affluenza, che ha superato il 77 per cento.
La Catalogna vota in massa alle elezioni regionali.
La Catalogna vota in massa alle elezioni regionali. Circa 5,5 milioni di catalani erano chiamati alle urne per eleggere il nuovo parlamento regionale: l’affluenza alle 18 ha superato il 63 per cento, quasi sette punti percentuali in più rispetto alle consultazioni del 2012. Il presidente uscente Artur Mas ha trasformato il voto in un plebiscito sull’indipendenza, dopo che Madrid ha impedito il referendum.
pubblicità
Cinque cose da sapere sulle elezioni in Catalogna

Il 27 settembre i catalani andranno alle urne per rinnovare il parlamento regionale ed eleggere il nuovo presidente della Generalitat, il governo autonomo. Gli indipendentisti hanno trasformato il voto in un plebiscito sulla secessione da Madrid. Leggi

La procura spagnola denuncerà Artur Mas per il voto sull’indipendenza della Catalogna

La procura spagnola ha deciso di denunciare il presidente catalano Artur Mas per la consultazione del 9 novembre sull’indipendenza della Catalogna.

Le accuse sono rivolte anche alla vice di Mas, Joana Ortega, e alla ministra dell’istruzione catalana Irene Rigau. I tre politici dovranno affrontare accuse che vanno dalla disobbedienza all’intralcio alla giustizia all’abuso di fondi pubblici.

Il procuratore generale Eduardo Torres-Dulce ha consultato una commissione composta da 24 magistrati e tutti tranne due hanno votato a favore dell’azione legale. Il caso sarà portato davanti all’alta corte di giustizia della Catalogna. Bbc

Un voto per la Catalogna