NUOVE NOTIZIE

AUTORI
NUOVE NOTIZIE

Alessio Marchionna

Lavora a Internazionale ed è l’editor delle pagine statunitensi. Su Twitter: @alessiomarchio

Alessio Marchionna

  • 24 Feb 2017 14.15

Le linee guida sull’immigrazione e le altre notizie su Trump

La nuova amministrazione statunitense ha reso noti i piani sull’immigrazione attraverso alcune direttive del dipartimento per la sicurezza nazionale che servono ad attuare gli ordini esecutivi firmati dal presidente a fine gennaio. Leggi

  • 17 Feb 2017 14.54

Le dimissioni di Michael Flynn e le altre notizie su Trump

Dalle dimissioni del consigliere per la sicurezza nazionale all’incontro con il premier israeliano Benjamin Netanyahu alla telefonata con il presidente cinese Xi Jinping: gli eventi più importanti dell’ultima settimana del presidente statunitense Donald Trump. Leggi

pubblicità
  • 16 Dic 2016 16.07

Donald Trump ha già dimenticato le sue promesse ai lavoratori americani

Ha vinto le elezioni promettendo di fare gli interessi della classe operaia. Ma il prossimo presidente si sta circondando di collaboratori che rappresentano le aziende e i grandi gruppi di potere e non vedono l’ora di smantellare i diritti dei lavoratori. Leggi

  • 05 Nov 2016 10.40

In Arizona gli ispanici vogliono dare una lezione a Donald Trump

In questo stato al confine con il Messico il messaggio xenofobo di Trump ha risvegliato l’elettorato latino, e ora il dominio della destra non è più così scontato. Un segnale d’allarme per i repubblicani in vista delle elezioni dell’8 novembre, e un’anticipazione di quello che potrebbe succedere in futuro nel resto del paese. Leggi

  • 17 Set 2016 10.00

Armi, religione e marijuana: viaggio agli estremi della politica statunitense

Vista dal Colorado la politica americana è un posto schizofrenico, dove politici, attivisti e lobbisti cercando di spingere la società verso direzioni opposte e inconciliabili. E dove i cittadini sono diventati ormai l’unico motore del cambiamento. Leggi

pubblicità
  • 27 Mag 2016 17.46

Gli Stati Uniti discutono su quale bagno possono usare i transgender

Vista da lontano può sembrare una vicenda difficile da capire: il parlamento del North Carolina approva una legge che regola l’accesso ai bagni e agli spogliatoi pubblici delle persone transgender, migliaia di cittadini scendono in piazza per chiedere al governatore di bloccare il provvedimento, artisti di fama mondiale, associazioni sportive e grandi aziende decidono di boicottare lo stato, le autorità statali e il governo federale si fanno causa a vicenda. Leggi

  • 26 Apr 2016 09.12

La sfida più appassionante delle primarie statunitensi

Cinque stati votano oggi per le primarie democratiche e repubblicane. Clinton e Trump sono favoriti. Ma il voto più interessante riguarda le primarie locali in Maryland, dove è in gioco il futuro della sinistra. Leggi

  • 02 Mar 2016 16.14

Le primarie negli Stati Uniti

Donald Trump sta aiutando il Partito repubblicano ad autodistruggersi

Mentre i leader repubblicani si chiedono cosa fare per fermare l’ascesa del candidato più lontano dall’establishment, Donald Trump ha preso il controllo del partito repubblicano. Il supermartedì ha decretato la sua vittoria in sette stati. Se questo consenso si confermerà nelle primarie dell’Iowa e della Florida, il 15 marzo, la sua nomination per la Casa Bianca sarà inevitabile. Leggi

  • 15 Feb 2016 18.21

Le primarie negli Stati Uniti

Il successo di Bernie Sanders dipende soprattutto dai limiti di Hillary Clinton

Taylor Gipple è un ragazzo di 22 anni di Des Moines, in Iowa, che prima di partecipare al caucus del 2 febbraio non aveva mai votato in un’elezione e non si era mai interessato molto di politica. Poi ha visto su YouTube alcuni video di Bernie Sanders si è convinto di aver finalmente trovato un politico in grado di capire la frustrazione della sua generazione. Leggi

  • 22 Gen 2016 12.14

La serie tv che inchioda e manipola lo spettatore

All’inizio di Va’, metti una sentinella, il libro di Harper Lee, Jean Louise Finch torna a Maycomb, in Alabama, dopo un periodo di studio a New York, e trova una cittadina all’altezza dei suoi bellissimi ricordi d’infanzia: solare, autentica, cordiale. Ho pensato a questo libro quando ho cominciato a guardare Making a murderer. Leggi

pubblicità
  • 26 Nov 2015 16.07

La polizia di Chicago è fuori controllo e la morte di Laquan McDonald lo dimostra

La capitale dell’Illinois, la terza città più popolosa degli Stati Uniti, ha una storia di rapporti razziali intensa e difficile, fatta di grandi battaglie per i diritti delle minoranze e di importanti esperimenti di attivismo civico, ma anche caratterizzata da una frattura enorme tra il potere bianco e le periferie a maggioranza nera. Leggi

  • 04 Ago 2015 08.57

La voce arrabbiata dell’America nera

Negli Stati Uniti c’è un libro di cui tutti stanno parlando. Toni Morrison l’ha definita una “lettura fondamentale” e il suo autore è stato paragonato al grande scrittore afroamericano James Baldwin. Il libro s’intitola Between the world and me, l’ha scritto Ta-Nehisi Coates, giornalista che negli ultimi anni si è affermato come la voce più potente e originale sui temi delle discriminazioni e del razzismo. Leggi

  • 10 Giu 2015 18.21

La piscina segregata

L’aggressione a una quindicenne da parte di un agente di polizia di McKinney, Texas, durante una festa in piscina, ha provocato indignazione e proteste. Ma la questione dell’accesso alle piscine ripropone il tema della segregazione nelle città statunitensi. Leggi

  • 22 Mag 2015 19.22

Prime vittorie per il salario minimo negli Stati Uniti

Negli Stati Uniti la situazione nel mondo del lavoro continua a cambiare grazie a una serie di misure approvate da singoli stati o da singole città. Com’è successo a Los Angeles, il cui consiglio comunale ha introdotto un salario minimo di 15 dollari entro il 2020. Leggi

  • 09 Apr 2015 15.40

omicidio di walter scott in south carolina

L’impunità in diretta

L’uccisione di Walter Scott da parte dell’agente Michael Slager, avvenuta il 4 aprile a North Charleston, in South Carolina, ricorda in modo inquietante – e sconsolante – quella di Eric Garner, morto per asfissia a Long Island, New York, nel luglio del 2014. Leggi

pubblicità
  • 07 Apr 2015 12.26

accordo sul nucleare iraniano

Cosa possono fare i repubblicani per bloccare l’accordo sul nucleare iraniano

L’accordo sul nucleare iraniano annunciato il 2 aprile da Barack Obama non è stato accolto bene dal Partito repubblicano. Molti esponenti conservatori hanno criticato il presidente per le aperture e le concessioni fatte al governo di Teheran. Leggi

  • 02 Mar 2015 14.58

I cinquant’anni della marcia di Selma

Un film per capire gli Stati Uniti di oggi

Tra i film candidati all’Oscar per il miglior film c’era anche Selma, il film di Ava DuVernay che racconta la storia di come si arrivò all’approvazione del Voting rights act, la legge del 1965 che cancellò le discriminazioni razziali nell’accesso al voto dei neri. Un film importante che è stato ingiustamente ignorato. Leggi

  • 08 Dic 2014 18.18

Proteste a New York per la morte di Eric Garner

Darren Wilson e il mito del nero soprannaturale

Quando l’agente di polizia Darren Wilson si è presentato davanti al grand jury per dare la sua versione sulla morte di Michael Brown, ha descritto una scena che sembra tratta da un fumetto degli X-men o da un poliziesco dove il cattivo non ne vuole sapere di morire. Leggi

  • 04 Dic 2014 15.27

Proteste a New York per la morte di Eric Garner

Perché negli Stati Uniti è impossibile processare un poliziotto

Il 1 dicembre, una settimana dopo l’annuncio del proscioglimento di Darren Wilson per l’omicidio di Michael Brown, Barack Obama ha chiesto al congresso di autorizzare un finanziamento di 263 milioni di dollari per mettere delle telecamere sulle divise dei poliziotti. La misura dovrebbe creare un deterrente per impedire agli agenti di usare la forza in modo sproporzionato. Leggi

  • 25 Nov 2014 16.36

Continuano le proteste a Ferguson per chiedere giustizia sul caso Michael Brown

Perché le proteste di Ferguson continueranno

Darren Wilson, l’agente di polizia di Ferguson che il 9 agosto ha ucciso Michael Brown, un ragazzo disarmato, non sarà processato. La decisione del grand jury di St. Louis non ha sorpreso nessuno. Se l’aspettava la polizia locale, che da settimane si organizzava per far fronte alla possibilità di nuove proteste, se l’aspettava Jay Nixon, il governatore del Missouri, che la settimana scorsa ha dichiarato lo stato d’emergenza e ha mobilitato la guardia nazionale, e se l’aspettavano i cittadini neri di Ferguson, che da mesi si preparavano per uno scenario del genere. Leggi

pubblicità