Daniela Brogi

Si occupa di critica letteraria e di critica cinematografica. Insegna all’università per stranieri di Siena

Quindici film per un festival

Il film che ha vinto il concorso principale della trentaduesima edizione del Torino film festival, Mange tes morts, di Jean-Charles Hue, forse non era il migliore in assoluto. Ma adesso che il festival si è chiuso, più che altro è tempo di fare qualche riflessione complessiva sul paesaggio generale disegnato dai film in gara: e forse proprio perché molti di essi purtroppo non arriveranno in sala, ancora di più vale la pena di fermarci sui lavori portati a Torino da Emanuela Martini e dalla squadra selezionatrice. Leggi