Luisa Ciffolilli

Lavora a Internazionale, dove si occupa del festival di Ferrara. Ha studiato arabo, insegna italiano agli stranieri

È sbagliato parlare di un islam moderato

Leggo titoli come “L’islam non è moderato”, sento discutere in tv e per strada di terroristi e musulmani moderati. Com’è facile dividere il mondo in due. Elementare. La violenza, il nazismo nascono e proliferano da grande ignoranza. Eppure. Eppure l’ignoranza è qui, è in questo: in una divisione in due che semplifica e che presuppone un buono e un cattivo, un giusto e un violento, un moderato e un religioso, un onesto lavoratore e un immigrato clandestino. La suddivisione però è ancora più sottile. Non solo musulmani buoni e cattivi, perché i buoni musulmani non esistono. Al massimo si può parlare di moderati. Leggi