Pietro Bianchi

È PhD candidate al dipartimento di romance studies della Duke University. Ha scritto Jacques Lacan and Cinema. Imaginary, Gaze, Formalisation (di prossima pubblicazione per Karnac Books) e diversi articoli di psicoanalisi, filosofia e cinema. È critico cinematografico della rivista Cineforum e collaboratore del sito web Le parole e le cose. Twitter: @pietrobianchi

Il cinema migliore attraverso le scene migliori dell’anno

L’hanno già scritto e detto in tanti, e lo diciamo anche noi: Boyhood è il film del 2014. Non tanto per la sua incredibile storia produttiva (un film lungo dodici anni, dove gli attori e i personaggi invecchiano e crescono insieme al film), quanto perché è una delle riflessioni più mature ed efficaci sullo scorrere del tempo. Leggi