NUOVE NOTIZIE

NOTIZIE
NUOVE NOTIZIE

Brexit


  • 16 Mar 2017 12.08
La regina ha firmato la legge che autorizza la Brexit. La regina Elisabetta ha approvato la norma che permetterà alla prima ministra Theresa May di avviare i colloqui per l’uscita del Regno Unito dall’Unione europea. L’annuncio è stato fatto dal presidente della camera, John Bercow. Adesso il governo potrà attivare l’articolo 50 del trattato di Lisbona.
  • 15 Mar 2017 09.49

Theresa May tra la Brexit e la ribellione della Scozia

Il Regno Unito dovrà uscire dall’Unione, ma il 13 marzo la Scozia, una delle sue nazioni costitutive, ha fatto sapere che intende chiedere al parlamento britannico l’autorizzazione per organizzare un nuovo referendum sull’indipendenza da Londra. Leggi

pubblicità
  • 13 Mar 2017 20.11
La camera dei comuni verso il via libera alla Brexit. L’aula ha respinto i due emendamenti proposti dalla camera dei lord che avrebbero ritardato il percorso della legge per attivare l’uscita del Regno Unito dall’Unione europea. La legge sarà quindi approvata nelle prossime ore e la premier Theresa May potrà notificare al Consiglio europeo che intende attivare l’articolo 50 del trattato di Lisbona per avviare la procedura formale per l’uscita di Londra dall’Ue.
  • 13 Mar 2017 19.53
La camera dei comuni discute sulla legge che permetterà al Regno Unito di uscire dall’Unione europea. La legge, emendata dalla camera dei Lord, permetterà al governo britannico di attivare l’articolo 50 del trattato di Lisbona, avviando la procedura formale per l’uscita di Londra dall’Unione europea. La camera bassa probabilmente boccerà i due emendamenti proposti dalla camera dei Lord. Se la legge dovesse essere approvata entro il 13 marzo, la premier Theresa May già potrà notificare al Consiglio europeo l’intenzione di lasciare l’Unione europea.
  • 09 Mar 2017 09.49
La camera dei lord approva il veto del parlamento sui negoziati per la Brexit. La camera alta di Westminster ha approvato il diritto di veto del parlamento sui negoziati che dovrebbero portare all’uscita del Regno Unito dall’Unione europea. L’emendamento prevede che il parlamento si esprima al termine delle trattative tra Londra e Bruxelles.
pubblicità
  • 02 Mar 2017 09.42
La camera dei Lord rallenta la Brexit. Votando un emendamento proposto dai laburisti sulle garanzie ai tre milioni di cittadini europei che vivono nel Regno Unito, la camera dei Lord ha rallentato l’iter della legge messa a punto dal governo di Theresa May che porterà all’uscita di Londra dall’Unione europea. Il testo dell’emendamento vuole garantire ai cittadini dell’Ue il diritto di poter rimanere nel Regno Unito per tre mesi dopo l’attivazione dell’articolo 50 del trattato di Lisbona. La legge non è in discussione, ma l’adozione dell’emendamento ne allunga comunque i tempi di approvazione.
  • 20 Feb 2017 17.38

La protesta di chi vuole restare

Una manifestazione di cittadini britannici e stranieri davanti al parlamento di Londra, per protestare contro l’uscita del Regno Unito dall’Unione europea.
  • 16 Feb 2017 10.30

Le opinioni del Guardian

La democrazia può sopravvivere a Donald Trump?

Donald Trump attacca di continuo i giudici e la stampa, due figure essenziali in un sistema democratico, dice Jonathan Freedland. “Ma il problema va oltre i leader populisti: uno studio rileva che solo il 25 per cento dei giovani nati dopo il 1980 crede che sia fondamentale vivere in una democrazia”. Il video del Guardian. Leggi

  • 24 Gen 2017 11.10

Il governo britannico dovrà consultare il parlamento per avviare la Brexit

Il governo britannico dovrà consultare il parlamento per avviare le procedure per la Brexit. L’ha stabilito una sentenza della corte suprema britannica sull’attivazione dell’articolo 50 del trattato di Lisbona, quello che avvierebbe i negoziati per l’uscita di Londra dall’Unione. Leggi

  • 24 Gen 2017 11.05
Il governo britannico dovrà consultare il parlamento per avviare la Brexit. Lo ha stabilito la corte suprema. Questa decisione implica che la premier Theresa May non potrà cominciare i negoziati per l’uscita del Regno Unito dall’Unione europea e attivare l’articolo 50 del trattato di Lisbona, senza chiedere il parere del parlamento. Il governo non dovrà chiedere il parere dei parlamenti locali di Scozia, Irlanda del Nord e Galles. May aveva annunciato di voler attivare l’articolo 50 entro il 31 marzo.
pubblicità
  • 19 Gen 2017 11.02

La Brexit è un errore che nessun paese europeo deve ripetere

“Le conseguenze dell’uscita dall’Unione europea saranno molto gravi per il Regno Unito. Il processo che ha portato alla Brexit ha fatto emergere il lato razzista di alcuni britannici e probabilmente sarà la causa di un ulteriore declino economico del paese”. Il giornalista britannico Will Hutton, intervistato al festival di Internazionale a Ferrara, parla degli effetti della Brexit sul suo paese e sull’Unione europea. Leggi

  • 18 Gen 2017 09.34

La Brexit adesso comincia davvero

La situazione ora è più chiara, perché Theresa May ha preso atto, con il suo discorso del 17 gennaio, del rifiuto degli altri 27 stati dell’Unione europea di permettere al Regno Unito di restare all’interno del mercato unico se Londra intende opporsi alla libertà di circolazione dei cittadini europei. Leggi

  • 18 Gen 2017 08.29
Theresa May dichiara che il Regno Unito lascerà il mercato unico europeo. La premier ha annunciato che l’uscita di Londra dall’Unione europea sarà netta: i negoziati dureranno due anni, Londra lascerà il mercato unico europeo, riprenderà il controllo delle politiche europee e si sottrarrà alla giurisdizione della Corte di giustizia europea. May ha inoltre confermato che la decisione sarà sottoposta al parlamento britannico. La premier britannica ha chiarito che il Regno Unito è disposto a ridurre le tasse e a diventare un paradiso fiscale se Bruxelles porrà troppi ostacoli e condizioni svantaggiose durante i negoziati.
  • 10 Gen 2017 09.53

La premier britannica Theresa May non sa come gestire la Brexit

Sei mesi dopo aver assunto il comando del Regno Unito sull’onda del referendum sulla Brexit, Theresa May non ha ancora manifestato le sue priorità, speranze e linee rosse nel negoziato sull’uscita dall’Unione che si aprirà a fine marzo. Leggi

  • 03 Gen 2017 17.46
Si è dimesso l’ambasciatore britannico presso l’Unione europea. Ivan Rogers ha detto al suo staff che lascerà presto il suo incarico. La decisione arriva pochi mesi prima dell’inizio delle trattative per la Brexit tra la prima ministra Theresa May e Bruxelles. Rogers, che aveva assunto l’incarico nel 2013 per volontà di David Cameron, avrebbe dovuto avere un ruolo chiave nei colloqui sull’uscita del Regno Unito dall’Unione europea.
pubblicità
  • 28 Dic 2016 10.35

Un anno difficile: cosa è successo nel 2016

La guerra in Siria, la crisi dei migranti, il terremoto nell’Italia centrale, il voto sulla Brexit, il tentato colpo di stato in Turchia, la vittoria di Donald Trump alle presidenziali statunitensi, gli attentati a Bruxelles e a Nizza, la crisi economica del Venezuela, la morte di David Bowie, Muhammad Ali e Fidel Castro. Tutto il 2016 in un video dell’Afp. Leggi

  • 27 Dic 2016 17.51
In Francia un sindaco del Front national ha intitolato una strada alla Brexit. La maggioranza dei consiglieri della piccola città di Beaucaire, nella regione della Linguadoca-Rossiglione, ha approvato un’ordinanza per chiamare “rue du Brexit” una strada che era rimasta senza nome. Julien Sanchez, esponente del Front national di Marine Le Pen, ha dichiarato che la scelta è stata fatta per “rendere omaggio alla scelta del popolo britannico”.
  • 05 Dic 2016 10.54
Comincia l’udienza della corte suprema britannica sulla Brexit. Gli undici giudici della corte suprema britannica esamineranno il ricorso presentato dalla premier britannica Theresa May, che contesta la decisione di sottoporre al parlamento il ricorso all’articolo 50 del trattato di Lisbona, che avvierà l’uscita del Regno Unito dall’Unione europea. L’udienza durerà quattro giorni e il verdetto è atteso per gennaio.
  • 17 Nov 2016 11.04

La vittoria di Trump potrebbe amplificare gli effetti della Brexit 

La vittoria di Donald Trump è stata paragonata a quella ottenuta nel referendum del 23 giugno scorso dai sostenitori dell’uscita del Regno Unito dall’Unione europea. L’elezione di Trump avrà effetti diretti sulla Brexit? Ecco come potrebbero cambiare i rapporti tra Londra, Washington e il resto dell’Europa. Leggi

  • 10 Nov 2016 11.51

Eccellenti

Per vedere cosa c’è sotto il proprio naso occorre un grande sforzo, diceva George Orwell. Non abbiamo visto arrivare la Brexit, non abbiamo previsto la vittoria di Donald Trump. Nel frattempo, a due ore e mezzo di aereo dall’Italia c’è un paese che sta precipitando nella dittatura e anche senza un grande sforzo dovremmo riuscire a vederlo. Leggi

pubblicità