NUOVE NOTIZIE

NOTIZIE
NUOVE NOTIZIE

Cultura


  • 23 Apr 2017 18.00

La parabola del neoliberalismo

Qual è la forma di quel pensiero che ha plasmato le politiche locali e globali negli ultimi trenta o quarant’anni e che chiamiamo neoliberalismo? Leggi

  • 22 Apr 2017 18.00

L’Asia della postmodernità

Un breve racconto-saggio con riflessioni tra le più interessanti sul mondo in cui viviamo, a partire dalla nuova Asia. Leggi

pubblicità
  • 20 Apr 2017 12.42

I selvaggi, romanzo premonitore della Francia che si prepara al voto

In un periodo di grande attesa preelettorale per la Francia, esce la traduzione in italiano del primo volume del romanzo-fiume I selvaggi di Sabri Louatah, che ipotizza la candidatura alla presidenza di un arabo, musulmano e brillantissimo. Potrebbe sembrare una finzione estrema, ma anche l’eventualità che possa vincere una donna bianca e xenofoba è altrettanto poco credibile. Leggi

  • 19 Apr 2017 17.42

Il bibliopatologo risponde

Psicoanalisi dello spoiler

Dottore mi perdoni, quando mi trovo in libreria o in biblioteca e sto per prendere un volume, leggo sempre l’ultima riga; come se mi piacesse cominciare dalla fine, come se volessi essere rassicurata. Però così mi perdo il finale e svelo tutto, ma perché? Perché? Leggi

  • 18 Apr 2017 18.07

Il romanzo di Shukri al Mabkhout racconta le lotte della Tunisia

L’italiano è l’opera prima di Shukri al Mabkhout, noto accademico tunisino al momento direttore della fiera del libro di Tunisi, che con questo libro nel 2015 ha vinto il prestigioso premio internazionale per la narrativa araba. Leggi

pubblicità
  • 16 Apr 2017 16.01

Il passo lento di Haruki Murakami

Il mestiere dello scrittore appartiene al genere dei manuali letterari scritti da grandi romanzieri, un tipo di libri in cui si trovano confessioni autobiografiche, consigli agli autori esordienti e, quando va bene, anche un’idea più generale di letteratura. Per Haruki Murakami un romanziere è “qualcuno che osa aver bisogno di qualcosa che non è necessario”. Leggi

  • 13 Apr 2017 18.07

In giro per i musei del mondo

L’arte come appropriazione

Appropriazione indebita, prestito o licenza di manipolazione creativa? Per secoli gli artisti hanno preso idee e ispirazione da altri colleghi o culture. In ambito commerciale il confine tra plagio e creatività è sottile, fonte di continui contenziosi tra marchi, prodotti e aziende. Richard Prince, il principe dell’appropriazione, è al centro delle polemiche dal 1970. Leggi

  • 12 Apr 2017 19.00

La verità nel pallone

Non posso dire di avere un’opinione netta sull’uso dell’instant replay nelle partite di calcio. Ma questo strumento, in molti modi, ci fa riflettere sulla relazione che abbiamo con l’immagine. Leggi

  • 12 Apr 2017 09.24
È andato in onda il primo episodio di Sesame street con un personaggio affetto da autismo. Julia ha quattro anni, i capelli arancioni, gli occhi verdi e nel suo debutto gioca con i personaggi storici della serie, che spiegano che “Julia fa le cose in modo un po’ diverso”. L’episodio è stato trasmesso in contemporanea sulle reti Hbo e Pbs. Per la creazione della nuova muppet, gli autori di Sesame street hanno consultato esperti, associazioni e famiglie di bambini con l’autismo.
  • 11 Apr 2017 19.14

Un altro me dietro le sbarre

Un altro me è un documentario che raccoglie conversazioni tra alcuni psicologi e un gruppo di detenuti del carcere di Bollate, vicino a Milano, condannati per reati sessuali. A colpire subito è l’apparente normalità e l’ordinarietà dei detenuti. In un certo senso viene in mente la “banalità del male” coniata da Hannah Arendt. Leggi

pubblicità
  • 10 Apr 2017 19.00

La notte ha la mia voce

Negli Stati Uniti c’è un genere letterario che si potrebbe definire morbo-confessionale: una malattia raccontata nei dettagli e poi superata con grinta. Insomma, una storia edificante. Il romanzo di Alessandra Sarchi non può essere più lontano da quel modello. Leggi

  • 09 Apr 2017 18.00

I limiti della visione

Ogni immagine contiene una storia di sguardi che supera l’immagine stessa, chiamando in causa chi la guarda. In alcuni casi all’interno del quadro (o della fotografia) le figure guardano qualcosa indirizzando lo spettatore. In altri è l’immagine stessa a orientare lo sguardo con i suoi margini e il suo stile, a stabilire cosa e come guardare. Partendo da considerazioni come queste, Victor Stoichita racconta due momenti importanti nella storia dello sguardo. Leggi

  • 09 Apr 2017 15.00

Dentro la nuova destra europea

In questa produzione originale in due puntate di Al Jazeera il filosofo croato Srećko Horvat cerca di capire il successo dei movimenti di estrema destra in un’Europa in crisi di identità, che a domande legittime sta dando le risposte sbagliate. Leggi

  • 08 Apr 2017 18.00

Il libro di mio padre racconta una giovinezza europea

Il libro di Urs Widmer è la storia di una contrastata giovinezza ancora idealista e audace. È una storia che oggi sarebbe quasi impensabile. Non è una “lettera al padre” rivendicativa ed edipica, ma un romanzo che trasfigura personaggi reali. Leggi

  • 08 Apr 2017 15.36

La storia del Cile in un bottone

La memoria dell’acqua, il più recente capolavoro del cileno Patricio Guzmán che, film dopo film, non si stanca di scandagliare la memoria del suo paese. Leggi

pubblicità
  • 06 Apr 2017 18.41

In giro per i musei del mondo

Trame femminili

Il rapporto tra le donne e l’arte della tessitura è lungo e complesso. Da una parte c’è la triste storia delle mansioni femminili che relegava questa attività tra i lavori considerati umili come la maglia, il cucito, l’uncinetto e il ricamo. Dall’altra diverse generazioni di artiste (e artisti) hanno riscattato i lavori tessili dandogli la dignità di arte. Leggi

  • 05 Apr 2017 15.55

Il bibliopatologo risponde

Guai a voler incontrare l’autore di un libro che amiamo

Gentile bibliopatologo, se ascolto uno scrittore presentare il suo romanzo, io so che quel romanzo poi non lo leggerò. Il problema è che non riuscirei a immaginare una voce e una faccia diverse da quelle dello scrittore o della scrittrice che sono andato ad ascoltare, e la cosa mi dà fastidio. Ma ci dev’essere qualche ragione più profonda, no? Leggi

  • 04 Apr 2017 18.08

La più amata nell’Italia del novecento

La più amata è Teresa Ciabatti, l’autrice di questa inquietante autofiction, un’inchiesta su una famiglia e sul potere occulto di una certa borghesia italiana negli ultimi decenni del novecento. Leggi

  • 04 Apr 2017 14.53

La vendetta di Arévalo è un piatto riscaldato male

Vale la pena di parlare del film spagnolo La vendetta di un uomo tranquillo (migliore il titolo originale: Tarde para la ira) di Raúl Arévalo, prevedibile e mediocre, e proprio perché è prevedibile e mediocre, perché è un buon esempio di quel che si fa nel cinema “ufficiale” europeo e in quello di mezzo mondo o di tutto il mondo. Leggi

  • 02 Apr 2017 18.00

Saggi inviti alla lettura

In questi testi, raccolti nel 1997 da Roberto Rossi, emerge la vena narrativa, la capacita di sintesi comunicativa, l’acutezza dei giudizi, la moralità ed eleganza della scrittura, l’ironia e la vitalità (oggi qualità rare) di Grazia Cherchi, basate sulla passione per la letteratura e sulla curiosità esigente per la società di quegli anni, sia la letteraria sia la politica. Leggi

pubblicità