NUOVE NOTIZIE

NOTIZIE
NUOVE NOTIZIE

Diritti umani


  • 29 Mar 2017 19.54

Controinformazione con i droni

La Corea del Nord rimane il paese più chiuso del mondo, il più isolato. Il controllo dell’informazione e la chiusura al mondo esterno lì sono particolarmente feroci. Un attivista ha deciso di lottare a modo suo contro la situazione politica del paese. Leggi

  • 02 Mar 2017 10.23

Le storie dei minori bloccati nei centri di detenzione in Libia

“Ci picchiano, ci frustano, ci trattano come schiavi”. Le strutture libiche che trattengono i migranti diretti verso l’Europa sono diventate “prigioni improvvisate” in cui donne e minori vivono in condizioni disumane e sono spesso vittime di abusi e violenze. Il video realizzato per l’Unicef da Francesca Mannocchi racconta le storie di alcuni bambini e ragazzi detenuti in questi centri. Leggi

pubblicità
  • 22 Feb 2017 09.52
Amnesty international denuncia i pericoli della politica dell’odio. Secondo il rapporto dell’organizzazione umanitaria pubblicato il 21 febbraio, i leader che usano la retorica del “noi contro loro” – che sta dominando l’agenda politica in Europa, negli Stati Uniti e altrove – stanno creando un mondo sempre più diviso e pericoloso. Il rapporto contiene una dettagliata analisi della situazione dei diritti umani in 159 paesi. “Il cinico uso della narrativa del ‘noi contro loro’, basata su demonizzazione, odio e paura, ha raggiunto livelli che non si vedevano dagli anni trenta dello scorso secolo”, ha dichiarato Salil Shetty, segretario generale di Amnesty international.
  • 18 Gen 2017 13.14

I tre uomini forti che vogliono cancellare i diritti umani

Se è vero che andiamo verso un mondo dominato da tre uomini – Donald Trump, Vladimir Putin e Xi Jinping – a farne le spese potrebbe essere l’idea stessa della tutela dei diritti umani, almeno per qualche tempo. Leggi

  • 28 Nov 2016 16.36

Le ambiguità del Vaticano sulla dittatura argentina

L’annuncio dell’apertura degli archivi della conferenza episcopale argentina e del Vaticano è solo un tentativo pilotato per tentare di assolvere la chiesa dalla complicità con la dittatura militare e i suoi crimini. L’opinione del giornalista argentino Horacio Verbitsky. Leggi

pubblicità
  • 27 Set 2016 10.55

In Cina le persone lgbt escono dall’ombra ma con cautela

Xin Ying apre la porta ma dall’altra parte qualcuno fa resistenza e la richiude sbattendola. “Oh, scusate”, esclama la donna e poi spiega: “Stanno facendo le iniezioni di ormoni, bisogna aspettare un attimo”. Xin, 30 anni, è la direttrice del Beijing lgbt center. Leggi

  • 18 Ago 2016 17.56
Amnesty international accusata di sedizione in India. Dopo aver organizzato un seminario sulle violazioni dei diritti umani nel Kashmir da parte delle forze dell’ordine indiane, l’ong è stata accusata da un gruppo di destra di diffondere sentimenti antinazionalisti. La polizia di Bangalore ha aperto un’inchiesta sul caso. L’organizzazione ha chiuso i suoi uffici nel paese e ha sospeso tutti gli eventi in programma, per il timore di subire violenze e intimidazioni da parte di gruppi nazionalisti.
  • 13 Giu 2016 18.43
Arrestato un attivista per i diritti umani in Bahrein. Nabeel Rajab, figura di spicco del movimento per i diritti umani e presidente del Centro per i diritti umani del Bahrein è stato arrestato dalla polizia mentre si trovava nella sua casa, i motivi dell’arresto non sono ancora chiari. A cinque anni dalle primavere arabe gli attivisti del paese del Golfo sono sottoposti a continui arresti e pressioni da parte delle forze di polizia.
  • 06 Giu 2016 17.29

Rivolta in una prigione siriana

Il 2 maggio è scoppiata una rivolta nel carcere principale della città di Hama, in Siria. A fine mese c’è stata una nuova protesta durante la quale diverse persone sono state prese in ostaggio dai detenuti. Un video del New York Times raccoglie le immagini girate dai carcerati per denunciare le difficili condizioni in cui si trovano. Leggi

  • 16 Mag 2016 10.23

Le opinioni del Guardian

Sono stato tre anni detenuto in isolamento e vi dico che è tortura

Johnny Perez è stato per tre anni in un carcere statunitense, detenuto in isolamento. Il suo unico contatto umano era una guardia carceraria, che gli faceva scivolare del cibo freddo attraverso uno sportellino di metallo della porta della cella. E spiega perché questo trattamento distrugge l’umanità dei carcerati, danneggia la loro salute mentale e rende più difficile reintegrarsi nella società dopo il rilascio. Il video del Guardian. Leggi

pubblicità
  • 09 Mag 2016 09.01
Ucciso in Pakistan un noto attivista per i diritti umani. Quattro uomini hanno sparato a Khurram Zaki in un ristorante di Karachi, verso la mezzanotte (ora locale) del 7 maggio. Zaki, 40 anni, curava il sito Let us build Pakistan da cui denunciava l’estremismo religioso e la violenza settaria. L’attentato è l’ultimo di una serie contro i difensori dei diritti umani nel paese.
  • 05 Apr 2016 18.02

Negli Stati Uniti la tortura ha molti sostenitori 

Secondo un sondaggio, circa due terzi degli statunitensi ritiene che sia giustificato ricorrere alla tortura per ottenere informazioni da parte di persone sospettate di terrorismo, un livello simile a quello riscontrato in paesi come la Nigeria dove gli attentati terroristici sono frequenti. Leggi

  • 11 Mar 2016 09.25

L’ipocrisia dell’Europa riguardo ai profughi è sconfinata

Le critiche piovono da tutte le parti. Concluso con un paese dove le libertà sono calpestate sempre più spesso, l’accordo sui profughi raggiunto il 7 marzo tra Unione europea e Turchia è denunciato con veemenza come un tradimento dei princìpi democratici. Leggi

  • 19 Feb 2016 13.32

La battaglia di Máxima Acuña contro la multinazionale dell’oro

Nel nord del Perù, nella regione di Cajamarca, c’è la più grande miniera d’oro a cielo aperto dell’America Latina. È di proprietà della statunitense Newmont mining corporation, attraverso la società controllata Yanacocha. L’azienda sta cercando di ampliare l’area di sfruttamento della miniera, ma una donna si oppone con la sua casa e la presenza della sua famiglia ai progetti della compagnia. Il reportage di Simona Carnino. Leggi

  • 09 Feb 2016 17.20

Israele approva una legge contro le ong finanziate dai paesi stranieri

Il parlamento israeliano ha approvato in prima lettura una proposta di legge che colpisce soprattutto le ong della sinistra israeliana che si occupano dei diritti umani nei territori occupati. L’ultima delle iniziative del governo di Benjamin Netanyhau per colpire l’opposizione. Leggi

pubblicità
  • 29 Nov 2015 14.33

I nodi delle ingiustizie subite dalle donne peruviane

Negli anni novanta, in Perù, 272mila donne e 22mila uomini furono sterilizzati nel corso di una campagna di pianificazione demografica lanciata dal governo di Alberto Fujimori. Migliaia di persone denunciarono di aver subìto l’intervento senza appropriate informazioni e senza avere dato il loro consenso. Leggi

  • 27 Nov 2015 09.39
L’Arabia Saudita si prepara a eseguire condanne a morte di massa. Secondo i media locali, Ryadh ha in programma di compiere presto almeno 52 esecuzioni in un solo giorno. Si tratterebbe soprattutto di condannati per terrorismo, ma anche di oppositori al governo appartenenti alla minoranza sciita, come denuncia Amnesty international.
  • 20 Nov 2015 16.47

Il poeta palestinese Ashraf Fayadh è stato condannato a morte in Arabia Saudita

Ashraf Fayadh, poeta, curatore e artista, è stato condannato a morte da un tribunale dell’Arabia Saudita, paese dove è nato da genitori palestinesi. È accusato è di aver promosso l’ateismo con i suoi testi lirici e di aver minacciato la moralità saudita. La sentenza è stata emessa il 17 novembre ed è previsto che Fayadh possa presentare una richiesta d’appello entro trenta giorni. Leggi

  • 12 Nov 2015 12.13
La Cina usa ancora torture contro gli oppositori. La denuncia arriva da un’inchiesta di Amnesty international, basata su più di quaranta interviste ad avvocati cinesi per i diritti umani. Secondo l’organizzazione la riforma del codice di procedura penale, introdotta nel 2013, non ha risolto la situazione.
  • 06 Nov 2015 18.37

La lotta contro la schiavitù in Mauritania non è ancora finita

Quando l’attivista mauritana Mariem Mint Cheikh Dieng è arrivata in missione in Europa, alla fine di giugno del 2015, il suo compagno nella lotta contro la schiavitù Biram Dah Abeid era in carcere già da quasi otto mesi. Biram e Mariem fanno parte nell’Iniziativa per la rinascita del movimento abolizionista fondata nel 2008 contro una pratica illegale ma ancora diffusa in Mauritania. Leggi

pubblicità