NUOVE NOTIZIE

PAESI
NUOVE NOTIZIE

Corea del Nord

Corea del Nord

Capitale
Pyongyang
Cambio
Ora locale
Borsa
Meteo
Pil pro capite
Temperatura
Popolazione
Moneta
Won nordcoreano
Superficie

  • 23 Mar 2017 11.04
Gli Stati Uniti stanno indagando sulla Corea del Nord come mandante di un furto dalla Federal reserve di New York. Secondo le accuse, degli intermediari cinesi avrebbero aiutato Pyongyang a orchestrare il furto ai danni di un conto della banca centrale del Bangladesh presso l’istituto newyorchese. La rapina risale al febbraio del 2016, quando dei pirati informatici riuscirono a trasferire 81 milioni di dollari dal conto della Federal reserve a quattro conti bancari nelle Filippine.
  • 22 Mar 2017 09.38
Fallito il lancio di un missile dalla Corea del Nord. Gli Stati Uniti e la Corea del Sud hanno registrato che un missile è stato lanciato dalla Corea del Nord, ma è esploso subito dopo il lancio. Le Nazioni Unite hanno vietato a Pyongyang di compiere test nucleari, tuttavia la Corea del Nord continua a compiere questo tipo di lanci.
pubblicità
  • 19 Mar 2017 11.11
Rex Tillerson ha incontrato Xi Jinping e il ministro degli esteri cinese Wang Yi a Pechino. Nell’ultimo appuntamento ufficiale del suo tour nell’Asia orientale, il segretario di stato statunitense ha smussato i toni per rassicurare il governo cinese dopo le sue dichiarazioni sulla possibilità di un attacco statunitense contro la Corea del Nord nel caso di minacce alla Corea del Sud. Tillerson ha dichiarato che Cina e Stati Uniti collaboreranno per “far cambiare direzione” a Pyongyang mentre Wang ha invitato gli Stati Uniti a mantenere sangue freddo sulla questione del nucleare nordcoreano. La visita si è conclusa con un colloquio tra Tillerson e il presidente cinese Xi Jinping in cui è stata ribadita la priorità alla collaborazione sulla questione della Corea del Nord.
  • 17 Mar 2017 12.03
Gli Stati Uniti non escludono azioni militari contro la Corea del Nord. In visita in Corea del Sud, il segretario di stato statunitense Rex Tillerson ha dichiarato che la politica della “pazienza strategica” nei confronti di Pyongyang è giunta al termine e che un’azione militare preventiva potrebbe aver luogo se la minaccia nucleare nordcoreana lo richiedesse. Tillerson ha inoltre difeso la decisione di schierare un sistema missilistico statunitense in Corea del Sud in chiave difensiva. La misura ha irritato Pechino nonostante le rassicurazioni di Seoul.
  • 09 Mar 2017 11.16

Le sanzioni dell’Onu colpiscono anche l’arte in Corea del Nord

Non solo missili balistici e omicidi al gas nervino. La Corea del Nord esporta opere d’arte, preferibilmente colossi in stile realismo socialista. Incassando milioni di dollari, troppi per il Consiglio di sicurezza dell’Onu, che ha incluso le statue in cima alla lista delle esportazioni proibite. Leggi

pubblicità
  • 08 Mar 2017 13.08
La Cina chiede alla Corea del Nord di interrompere i test missilistici. Il ministro degli esteri di Pechino, Wang Yi, ha proposto al regime di Pyongyang di sospendere i test per “disinnescare una crisi incombente”. In cambio, sostiene la Cina, gli Stati Uniti e la Corea del Sud potrebbe sospendere le loro esercitazioni militari congiunte, considerate un affronto dalla Corea del Nord. L’appello di Pechino arriva dopo che il 6 marzo l’esercito nordcoreano ha lanciato quattro missili balistici in direzione del Giappone.
  • 08 Mar 2017 09.44

Dalla Corea del Nord al mar della Cina, perché l’Asia è una polveriera

L’Asia di oggi è come l’Europa dei secoli scorsi. Così come l’Europa era stata ininterrottamente dilaniata dai conflitti tra le grandi potenze che cercavano di conquistare un dominio sul continente, oggi l’Asia è diventata la terra dei pericoli. Leggi

  • 08 Mar 2017 07.30
La Corea del Nord impedisce ai cittadini malesi di lasciare il paese. Prosegue la tensione tra Corea del Nord e Malesia in seguito all’omicidio di di Kim Jong-nam, il fratellastro di Kim Jong-un avvelenato all’aeroporto di Kuala Lumpur. Il governo malese nelle scorse ore ha dichiarato che i cittadini nordcoreani non potranno lasciare il territorio e Pyongyang ha risposto con lo stesso provvedimento nei confronti dei cittadini malesi. La Malesia accusa indirettamente la Corea del Nord di aver organizzato l’uccisione di Kim Jong-nam.
  • 07 Mar 2017 09.19
Gli Stati Uniti hanno attivato un sistema antimissilistico in Corea del Sud. Il sistema Thaad è progettato per intercettare missili balistici a breve e media gittata e fa parte dell’accordo firmato tra Seoul e Washington nel 2016 per contrastare il programma nucleare della Corea del Nord. Il consiglio di sicurezza dell’Onu terrà una riunione d’emergenza domani dopo l’ultimo lancio missilistico da parte della Corea del Nord, avvenuto il 6 marzo.
  • 06 Mar 2017 08.31
La Corea del Nord ha lanciato quattro missili balistici in direzione del Giappone. Tre razzi, lanciati dalla regione di Tongchang-ri, al confine con la Cina, sono caduti nelle acque della zona economica esclusiva giapponese. L’azione di Pyongyang è una risposta alle esercitazioni militari annuali congiunte condotte da Seoul e Washington la settimana scorsa, e il premier giapponese Shinzo Abe l’ha definita una nuova tappa delle minacce nordcoreane.
pubblicità
  • 05 Mar 2017 10.45
La Malesia dichiara persona non gradita l’ambasciatore nordcoreano in seguito all’omicidio di Kim Jong-nam. Il ministero degli esteri malese ha dato all’ambasciatore Kang Chol 48 ore per lasciare il paese. La decisione è arrivata dopo che l’ambasciatore ha dichiarato che la Corea del nord “non può fidarsi” della Malesia a causa della gestione “politicizzata” dell’inchiesta sull’omicidio del fratellastro del leader nordcoreano Kim Jong-un.
  • 03 Mar 2017 11.29
Il cittadino nordcoreano fermato per l’omicidio di Kim Jong-nam sarà espulso dalla Malesia. Ri Jong Chol sarà deportato oggi a Pyongyang e non gli sarà permesso di tornare in Malesia, dopo che le autorità malesi hanno scoperto che l’uomo ha mentito sulle sue attività nel paese. Jong Chol è tra i sospetti fermati per l’omicidio del fratellastro del primo ministro nordcoreano Kim Jong-un, ma non ci sono al momento prove sufficienti per una sua condanna.
  • 02 Mar 2017 09.25
Liberato il nordcoreano arrestato dopo l’omicidio di Kim Jong-nam. Ri Jong-Chol, tecnico informatico di 47 anni, era l’unica persona di nazionalità nordcoreana finita in carcere durante l’inchiesta sull’omicidio del fratellastro di Kim Jong-un. Il procuratore generale malese Mohamed Apandi Ali ha dichiarato che i termini di carcerazione preventiva sono scaduti e che non ci sono prove sufficienti per incriminarlo. Le autorità malesi hanno anche aggiunto che sarà cambiata la politica di ingresso nel paese senza visto per i cittadini nordcoreani.
  • 01 Mar 2017 08.56
Due donne incriminate per la morte di Kim Jong-nam. L’indonesiana Siti Aisyah, 25 anni, e la vietnamita Doan Thi Huong, 28 anni, sono accusate dell’omicidio del fratellastro del leader nordcoreano Kim Jong-un. Nell’udienza i giudici hanno formalizzato le accuse per l’assassinio avvenuto il 13 febbraio con gas nervino. Entrambe le donne rischiano la pena di morte in caso di condanna, ma il processo comincerà soltanto tra alcuni mesi.
  • 28 Feb 2017 08.24
Due donne saranno ufficialmente accusate dell’omicidio di Kim Jong-nam. Una vietnamita di 28 anni, Doan Thi Huong, e un’indonesiana di 25 anni, Siti Aisyah, saranno ufficialmente accusate dalle autorità malesi per l’omicidio del fratellastro del leader nordcoreano Kim Jong-un. Le due donne affermano di essere convinte che si trattasse di una candid camera. Gli investigatori malesi stanno indagando su una decina di persone, tra loro, oltre le due sospette, anche un diplomatico nordcoreano e dei dipendenti della compagnia aerea di bandiera di Pyongyang.
pubblicità
  • 27 Feb 2017 11.23
La Corea del Sud accusa Pyongyang di aver organizzato l’omicidio di Kim Jong-nam. Il fratellastro del leader Kim Jong-un, secondo la polizia malese, è stato avvelenato con del gas nervino. Kim Jong-nam è morto il 13 febbraio all’aeroporto internazionale di Kuala Lumpur dopo essere stato aggredito da due donne, che gli avrebbero coperto la faccia con un panno imbevuto nel liquido.
  • 26 Feb 2017 13.18
Una donna fermata per l’omicidio di Kim Jong-nam sarebbe stata pagata 90 dollari per uno scherzo. È quanto ha riferito ad ufficiali dell’ambasciata indonesiana a Kuala Lumpur Siti Aisyah, la venticinquenne indonesiana fermata per l’omicidio del fratellastro del leader nordcoreano Kim Jong-un. La donna avrebbe ricevuto il denaro per spalmare olio per bambini sul viso di Kim Jong-nam come parte di uno scherzo per un reality. L’autopsia ha rivelato invece che la sostanza usata è stata il gas nervino. Quattro gli arresti finora, mentre continuano le ricerche per altri sette sospetti. La polizia malese ha svolto un controllo chimico del terminal in cui è avvenuto l’attacco e ha dichiarato l’area libera da materiali pericolosi.
  • 24 Feb 2017 09.46
Kim Jong-nam è stato ucciso con il gas nervino. Secondo i risultati dell’autopsia condotta dalla polizia malese, il fratellastro del leader nordcoreano Kim Jong-un sarebbe stato ucciso con il gas nervino, una sostanza chimica considerata arma di distruzione di massa. Kim Jong-nam è morto il 13 febbraio all’aeroporto internazionale di Kuala Lumpur dopo essere stato aggredito da due donne, che gli avrebbero coperto la faccia con un panno imbevuto nel liquido. La Corea del Sud e gli Stati Uniti sostengono che il mandante dell’omicidio sia il regime nordcoreano.
  • 22 Feb 2017 19.03
Le autorità malesi interrogano un diplomatico nordcoreano per l’omicidio di Kim Jong-nam. Hyon Kwang Song è una delle persone fermate in relazione alla morte del fratellastro del leader della Corea del Nord, avvelenato il 13 febbraio all’aeroporto di Kuala Lumpur da due donne. Secondo il capo della polizia della Malesia, Khalid Abu Bakar, dieci persone sono state ascoltate o ricercate riguardo all’omicidio. Abu Bakar ha aggiunto che sono state rafforzate le misure di sicurezza intorno all’obitorio in cui si trova la salma di Kim Jong-nam, dopo che sono stati registrati dei tentativi d’intrusione.
  • 21 Feb 2017 16.41

Fabbrica nordcoreana

Un operaio della Kim Jong-suk, una fabbrica che produce seta a Pyongyang e dove lavorano 1.600 persone. Il nome della fabbrica è in onore della nonna del leader nordcoreano Kim Jong-un.
pubblicità