NUOVE NOTIZIE

PAESI
NUOVE NOTIZIE

Libia

Libia

Capitale
Tripoli
Cambio
Ora locale
Borsa
Meteo
Pil pro capite
Temperatura
Popolazione
Moneta
Dinaro libico
Superficie

  • 15 Mar 2017 15.20
Terzo giorno di combattimenti a Tripoli. Si intensificano gli scontri nella capitale libica che vedono le forze fedeli al governo di unità nazionale opposte alle milizie vicine a Khalifa Ghweil, ex leader di un governo non riconosciuto dalla comunità internazionale. I combattimenti, condotti con armamenti pesanti, si sono concentrati intorno a un complesso di lusso usato come quartier generale dall’entourage di Ghweil, di cui le forze del governo di unità nazionale hanno preso il controllo.
  • 15 Mar 2017 14.57

Cartoline da Tripoli

A Tripoli sotto le bombe è difficile anche curarsi

“Quando torni dalla Tunisia?”. Ho capito che qualcosa non andava quando mia sorella ha chiesto di parlare con me al telefono. Da quando ero partito per la Tunisia, il 19 febbraio, a Tripoli c’erano stati violenti scontri. Avevo programmato di restarci per qualche giorno per un lavoro, ma subito dopo la partenza ho temuto che si sarebbe scatenato l’inferno: tutti gli indicatori puntavano in quella direzione e io sapevo che era solo una questione di tempo. Leggi

pubblicità
  • 15 Mar 2017 10.31

Perché le ong che salvano i migranti nel Mediterraneo sono sotto accusa

L’agenzia europea Frontex ha accusato le ong che operano nel Mediterraneo di collaborare con i trafficanti. Le operazioni di ricerca e soccorso nei pressi delle coste libiche agirebbero da pull factor, ossia da fattore di attrazione che incoraggerebbe i migranti a intraprendere la traversata. Le ong hanno respinto le accuse. Il video di Valeria Brigida e Mario Poeta. Leggi

  • 10 Mar 2017 09.39

Cartoline da Tripoli

L’accordo sui migranti con l’Italia crea una Guantanamo in Libia

Il 2 febbraio il primo ministro italiano e il primo ministro del governo di accordo nazionale libico Fayez al Serraj hanno firmato un memorandum di intesa per fermare l’arrivo dei migranti in Europa. Nel memorandum si dichiara l’intenzione di rinchiuderli nei centri di detenzione di prossima costruzione in Libia e di offrire sostegno finanziario e addestramento alle forze di sicurezza libiche affinché sorveglino i confini della Libia. Leggi

  • 02 Mar 2017 10.23

Le storie dei minori bloccati nei centri di detenzione in Libia

“Ci picchiano, ci frustano, ci trattano come schiavi”. Le strutture libiche che trattengono i migranti diretti verso l’Europa sono diventate “prigioni improvvisate” in cui donne e minori vivono in condizioni disumane e sono spesso vittime di abusi e violenze. Il video realizzato per l’Unicef da Francesca Mannocchi racconta le storie di alcuni bambini e ragazzi detenuti in questi centri. Leggi

pubblicità
  • 28 Feb 2017 16.53

I migranti intrappolati nei centri libici

Le donne e i bambini che compiono la pericolosa traversata dal Nordafrica all’Europa per sfuggire alla povertà e ai conflitti subiscono violenze e stupri, e soffrono la fame nei centri di detenzione in Libia, che sono dei veri e propri “inferni”. Leggi

  • 24 Feb 2017 09.01

L’attesa in mare

Migranti aspettano su un gommone di essere soccorsi, al largo delle coste libiche. Il 21 febbraio a Zawiya, nell’ovest della Libia, la corrente ha portato a riva i corpi di 74 migranti, in gran parte uomini adulti.
  • 21 Feb 2017 15.32

Ritrovati i corpi di 74 migranti su una spiaggia libica

Una spiaggia vicino a Zawiya, sulla costa occidentale libica, dove il 20 febbraio sono stati ritrovati i corpi di 74 migranti.
  • 21 Feb 2017 12.47
A Zawiya, nell’ovest della Libia, la corrente porta a riva i corpi di 74 migranti. I corpi sono stati trovati il 20 febbraio su una spiaggia vicino a Zawiya, sulla costa occidentale della Libia. Lo riferisce l’organizzazione umanitaria Mezzaluna rossa, secondo la quale il naufragio è avvenuto probabilmente nei due giorni precedenti. Le vittime sono in grandissima parte uomini adulti.
  • 20 Feb 2017 18.46
Il premier libico Fayez al Sarraj è scampato a un attentato. A Tripoli un gruppo di uomini armati che non sono stati identificati ha aperto il fuoco contro il convoglio che trasportava il primo ministro Al Serraj e altri dirigenti del governo di unità nazionale riconosciuto dalle Nazioni Unite. Non ci sono stati feriti.
pubblicità
  • 20 Feb 2017 14.09

Perché l’accordo tra l’Italia e la Libia sui migranti potrebbe essere illegale

A Tripoli è stato presentato un ricorso che mette in discussione la legittimità del memorandum d’intesa tra l’Italia e la Libia sui migranti. Ma anche in Italia in molti sollevano dei dubbi sulla costituzionalità del trattato. Leggi

  • 17 Feb 2017 13.11

Cartoline da Tripoli

In Libia si spengono le luci della cultura e della scienza

Le autorità della Libia orientale hanno sequestrato a un posto di blocco un camion che trasportava libri, viaggiando dalla città di Tobruk a Bengasi. La confisca è stata spiegata in questi termini: “I libri promuovevano lo sciismo, il sufismo, il cristianesimo, l’ebraismo, il secolarismo, l’ateismo, la Fratellanza musulmana, la pornografia e la stregoneria. C’erano inoltre dei libri dell’organizzazione ebrea di Daesh”, il nome in arabo del gruppo Stato islamico. Leggi

  • 13 Feb 2017 16.25
Primo vertice italolibico sui migranti. Si è svolta a Tripoli la prima riunione della commissione congiunta italolibica che ha il compito di attivare la sala operativa per il contrasto all’immigrazione irregolare dopo l’accordo firmato il 2 febbraio. Alla riunione sono presenti, da parte italiana, l’ambasciatore a Tripoli, gli alti rappresentanti dei ministeri dell’interno, della difesa e dell’intelligence.
  • 11 Feb 2017 17.30
Gli Stati Uniti sono contrari alla nomina di un palestinese come rappresentante Onu in Libia. L’ambasciatrice Nikki Haley ha espresso la contrarietà degli Stati Uniti alla candidatura dell’ex primo ministro palestinese Salam Fayyad come prossimo rappresentante delle Nazioni Unite in Libia, proposta dal segretario generale Onu António Guterres. In un comunicato Haley ha dichiarato che “per troppo tempo le Nazioni Unite hanno favorito l’Autorità palestinese a scapito dei nostri alleati in Israele”. Le Nazioni Unite hanno replicato sottolineando che i propri funzionari sono scelti in base al merito e non rappresentano nessun interesse nazionale.
  • 06 Feb 2017 15.09

Cartoline da Tripoli

Cantando sotto la pioggia di Tripoli in attesa di tempi migliori

All’inizio del 2017 la situazione a Tripoli non era incoraggiante. Le interruzioni di energia elettrica duravano almeno quindici ore al giorno, erano stati sospesi i servizi idrici e mancava il gas per uso domestico. A completare il quadro è arrivata un’improvvisa ondata di freddo e forti piogge. Leggi

pubblicità
  • 03 Feb 2017 19.14
L’Italia e l’Unione europea s’impegnano a sostenere la Libia nella gestione dei migranti. I leader europei si sono incontrati a Malta per approvare le nuove disposizioni volte a chiudere la rotta dei migranti dalla Libia all’Italia e a combattere il traffico di esseri umani. Tra queste, l’impegno – incluso nel memorandum triennale d’intesa firmato il 2 febbraio dal presidente del consiglio Paolo Gentiloni e il premier libico Fayez al Sarraj – di finanziare il governo di Tripoli e le agenzie umanitarie attive in Libia per la gestione dei migranti. Secondo il premier maltese Joseph Muscat, l’Unione vuole coinvolgere le comunità nomadi del sud della Libia nella lotta al traffico di esseri umani.
  • 03 Feb 2017 08.46
Firmato un nuovo accordo tra Libia e Italia sui flussi di migranti dal Nord Africa. Il presidente del consiglio Paolo Gentiloni e il premier libico Fayez Serraj hanno firmato a Roma un memorandum triennale d’intesa per contrastare l’immigrazione illegale, il traffico di esseri umani e il contrabbando tra le sponde sud e nord del Mediterraneo. Serraj è volato a Roma dopo aver incontrato a Bruxelles il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk, che ha dichiarato che “è tempo di chiudere la rotta [di migranti] dalla Libia all’Italia”. Il paese africano dovrebbe ricevere aiuti europei in cambio del suo impegno. Si svolgerà oggi a Malta un Consiglio europeo informale sulla questione dei migranti.
  • 27 Gen 2017 12.02

Aiuto in mare

Migranti subsahariani afferrano i giubbotti di salvataggio durante i soccorsi dell’ong Proactive open arms, al largo delle coste libiche.
  • 19 Gen 2017 17.18
Almeno 80 jihadisti uccisi in Libia da un raid statunitense. Il portavoce del Pentagono, Peter Cook, ha dichiarato che nella notte tra il 18 e il 19 gennaio l’aviazione statunitense ha bombardato due accampamenti del gruppo Stato islamico a 45 chilometri da Sirte. Secondo Cook “erano persone che stavano attivamente organizzando operazioni in Europa e potrebbero essere state collegate ad attacchi già avvenuti in Europa”.
  • 15 Gen 2017 10.41
Naufragio al largo della costa libica, almeno otto morti e circa cento migranti dispersi. Una nave con a bordo almeno un centinaio di migranti è naufragata nella notte del 14 gennaio a circa 50 chilometri a nord delle coste libiche. La Guardia costiera italiana, che coordina le operazioni di soccorso, ha recuperato otto cadaveri e tratto in salvo quattro persone. Continua la ricerca dei dispersi in condizioni meteo pessime. La mattina del 14 gennaio invece tre migranti sono stati trovati morti su un barcone nel Canale di Sicilia e altri tre in gravi condizioni per ipotermia.
pubblicità