NUOVE NOTIZIE

PAESI
NUOVE NOTIZIE

Messico

Messico

Capitale
Città del Messico
Cambio
Ora locale
Borsa
Meteo
Pil pro capite
Temperatura
Popolazione
Moneta
Peso messicano
Superficie

  • 27 Feb 2017 08.57

In marcia per gli studenti scomparsi

Una donna partecipa a una marcia a Città del Messico per ricordare la scomparsa dei 43 studenti nello stato di Guerrero, avvenuta avvenuta il 26 settembre 2014.
  • 24 Feb 2017 08.00
Il Messico protesta per le nuove linee guida sull’immigrazione degli Stati Uniti. Il ministro degli esteri messicano Luis Videgaray ha dichiarato che il suo paese non può “accettare decisioni unilaterali imposte da un altro governo”. Tra le misure previste c’è l’espulsione in Messico degli immigrati senza documenti in regola, anche quelli non messicani. Oggi il segretario di stato statunitense Rex Tillerson è a Città del Messico per incontrare il presidente Enrique Peña Nieto, in uno dei momenti più difficili per i rapporti tra i due paesi degli ultimi anni. Il presidente Donald Trump ha inoltre cancellato le tutele per gli studenti transgender approvate dall’amministrazione Obama, che li aveva autorizzati a usare i bagni pubblici in base alla loro identità di genere.
pubblicità
  • 22 Feb 2017 13.42

Al confine tra Messico e Stati Uniti

Una donna e suo figlio attraversano il Rio Bravo a Ojinaga, nel nord del Messico, al confine con gli Stati Uniti. La frontiera tra i due paesi corre per 3.169 chilometri dall’oceano Pacifico all’Atlantico, percorrendo deserti, fiumi e città.
  • 15 Feb 2017 17.33

Enrique Metinides, l’uomo che ha visto troppo

Enrique Metinides aveva dodici anni quando ha fotografato per la prima volta un cadavere. Dal 1948 al 1979, ha scattato migliaia di foto e seguito centinaia di storie a Città del Messico: incidenti d’auto, treni deragliati, aerei caduti sui tetti, omicidi e suicidi, appartamenti e stazioni di benzina in fiamme, terremoti. Senza mai perdere compassione e senso di responsabilità verso le vittime. Leggi

  • 14 Feb 2017 13.18

Un rifugio per chi sogna l’America

Una mattina d’inverno del 1982, Juan Francisco Loureiro e la moglie Gilda di Nogales, in Messico, videro una donna indigena con i suoi due figli per strada, avvolti in una coperta, e decisero di aiutarla aprendo l’ostello San Juan Bosco. Da allora hanno incontrato migliaia di persone, messicani e non, che viaggiano verso nord: in 35 anni hanno accolto almeno un milione di migranti. Leggi

pubblicità
  • 12 Feb 2017 23.34
In Messico migliaia di persone hanno protestato contro Donald Trump. Migliaia di messicani sono scesi in piazza in più di dodici città in tutto il paese per esprimere la loro opposizione al nuovo presidente degli Stati Uniti e criticare il presidente messicano Enrique Peña Nieto. I due leader si scontrano da mesi sui rapporti tra i loro paesi, in particolare riguardo le misure restrittive annunciate dal Trump in materia di immigrazione e commercio. La manifestazione ha riunito le fazioni politiche molto polarizzate del paese.
  • 10 Feb 2017 12.16

Slogan

La cornice legislativa che oggi consente a Donald Trump di rilanciare l’idea del muro con il Messico risale a una legge del 1996 firmata da Bill Clinton con cui si autorizzava la costruzione di una barriera lungo il confine tra Stati Uniti e Messico. Dieci anni dopo, George W. Bush rincarò la dose con una nuova legge, il Secure fence act. Il muro con il Messico, di cui finora sono già stati costruiti 1.100 chilometri, serve solo a spostare l’attenzione su altro. Leggi

  • 09 Feb 2017 11.05

Le madri dell’America Centrale non smettono di cercare i figli scomparsi

Quasi mille persone al giorno arrivano in Messico dirette verso gli Stati Uniti, la maggior parte scappa dalla violenza dei paesi dell’America Centrale. Spesso durante il viaggio i migranti vengono rapiti, arrestati o uccisi. Ogni anno un gruppo di donne attraversa il Messico alla ricerca dei loro cari scomparsi. Il video del Guardian. Leggi

  • 02 Feb 2017 13.04

Spiaggia divisa

Una famiglia su una spiaggia di Tijuana, nel punto in cui il Messico è separato dalla California con una recinzione.
  • 27 Gen 2017 15.54
Il presidente messicano Enrique Peña Nieto ha annullato la sua visita a Washington. Al termine di una giornata di polemiche con Donald Trump a proposito del muro che la Casa Bianca intende costruire tra Messico e Stati Uniti, il presidente messicano Enrique Peña Nieto ha annullato la sua visita a Washington prevista per il 31 gennaio 2017. La crisi tra i due paesi si è aggravata quando la Casa bianca ha comunicato di voler finanziare la costruzione del muro con una tassa del 20 per cento sulle importazioni dal Messico. Il capo dell’Agenzia di sorveglianza delle frontiere Mark Morgan si è dimesso poco dopo la firma dell’ordine esecutivo da parte di Trump.
pubblicità
  • 27 Gen 2017 09.11

Tensione tra Messico e Stati Uniti

La recinzione tra Messico e Stati Uniti, vista da Tijuana. Il presidente Donald Trump ha dichiarato che per finanziare la costruzione di un muro tra i due paesi imporrà una tassa del venti per cento sulle importazioni dal Messico. Dopo queste affermazioni, il presidente messicano Enrique Peña Nieto ha annullato la sua visita a Washington, prevista per il 31 gennaio.
  • 26 Gen 2017 15.44
Il presidente Enrique Peña Nieto ha detto che il Messico non pagherà per la costruzione del muro alla frontiera. In un messaggio in tv il presidente ha detto che “il Messico non crede nei muri” e ha condannato la decisione degli Stati Uniti di continuare a costruire la recinzione per impedire ai migranti latinoamericani di raggiungere il paese. Non si è fatta attendere la replica di Donald Trump. In un tweet il presidente statunitense ha detto che se il Messico non è intenzionato a pagare per il muro, l’incontro con Nieto previsto per il 31 gennaio a Washington dovrebbe essere cancellato.
  • 26 Gen 2017 11.30

L’era del Chapo è finita

Il capo del cartello di Sinaloa Joaquín Guzmán Loera, detto El Chapo, non si era ancora ripreso dal suo stupore quando la notte del 19 gennaio è sceso dall’aereo che da Ciudad Juárez, alla frontiera con il Messico, lo aveva portato all’aeroporto di MacArthur, a Long Island. Il boss sarà processato dal tribunale federale del distretto est di New York per i reati commessi durante almeno venticinque anni di carriera criminale nel traffico di droga. Leggi

  • 24 Gen 2017 19.29

Vista sul vulcano

L’eruzione del Volcán de Fuego de Colima, in Messico, vista dalla zona di Carrizalillo. Il vulcano Colima è uno dei più attivi del Messico.
  • 23 Gen 2017 16.10

In America Latina fare il prete significa rischiare la vita

Rapimenti, aggressioni, torture, estorsioni, omicidi: la violenza dilaga nella vita quotidiana di molti paesi latinoamericani. E mentre la criminalità organizzata estende il suo dominio, anche la vita dei sacerdoti è sempre più a rischio. Leggi

pubblicità
  • 20 Gen 2017 14.54
Il boss del narcotraffico messicano Joaquín Guzmán è stato estradato negli Stati Uniti. Il governo messicano ha annunciato che il famoso narcotrafficante Joaquín Guzmán, detto El Chapo, è arrivato a New York con un volo da Ciudad Juárez, in Messico e si presenterà in tribunale per le 14.00 (ora locale). Il boss del cartello di Sinaloa deve rispondere dell’accusa di narcotraffico e rischia l’ergastolo e la pena di morte. L’estradizione dal Messico agli Stati Uniti era stata chiesta sia dalla California, sia dal Texas.
  • 19 Gen 2017 17.54
Ucciso in Messico un leader del movimento ambientalista. Isidro Baldenegro López, 51 anni, difendeva i diritti della comunità degli indios messicani tarahumara ed è stato ucciso il 15 gennaio nel suo villaggio, Coloradas de la Viergen. Anche López – come Berta Cáceres, uccisa in Honduras a marzo – era stato insignito del Goldman Environmental Prize per le sue iniziative in difesa della foresta minacciata da imprese del legname e narcotrafficanti.
  • 17 Gen 2017 10.20
Cinque morti in una sparatoria in un locale notturno in Messico. Un uomo armato ha aperto il fuoco in una discoteca di Playa del Carmen, località turistica dello Yucatán, in Messico, durante la serata finale di un festival di musica elettronica. Le vittime sono cinque e tra loro c’è anche un italiano, oltre a un colombiano e due canadesi. Secondo la polizia messicana non si è trattato di un attentato ma di una sparatoria seguita a una lite scoppiata all’interno del locale.
  • 10 Gen 2017 13.41

Proteste in Messico

Poliziotti in tenuta antisommossa pattugliano le strade di Città del Messico durante una protesta contro il governo di Enrique Peña Nieto e l’aumento del 20 per cento del prezzo della benzina
  • 05 Gen 2017 09.26
Proteste contro i rincari della benzina in Messico. I manifestanti hanno bloccato le autostrade, saccheggiato negozi e costretto alla chiusura numerose stazioni di servizio. Le proteste sono scoppiate dopo l’annuncio di un aumento del 20 per cento del prezzo della benzina (chiamato gazolinazo), che è fissato dallo stato. Solo a Città del Messico le autorità hanno arrestato 76 persone e sono stati denunciati 29 saccheggi in centri commerciali e 16 stazioni di servizio costrette a chiudere.
pubblicità