NUOVE NOTIZIE

PAESI
NUOVE NOTIZIE

Russia

Russia

Capitale
Mosca
Cambio
Ora locale
Borsa
Meteo
Pil pro capite
Temperatura
Popolazione
Moneta
Rublo russo
Superficie

  • 23 Mar 2017 15.30
Ex parlamentare russo ucciso a Kiev. Un uomo armato ha ucciso Denis Voronenkov, 45 anni, ex parlamentare russo, davanti a un hotel nel centro di Kiev. L’assalitore, ferito dalla guardia del corpo di Voronenkov, è morto dopo essere stato trasportato all’ospedale. Voronenkov si era trasferito in Ucraina con la moglie, rinunciando anche alla cittadinanza russa, perché affermava di essere perseguitato dai servizi segreti di Mosca.
  • 19 Mar 2017 10.40

A passeggio in Siberia sul lago Baikal tra turisti e inquinamento

La costa è una linea azzurrina, lontana. Intorno c’è solo ghiaccio, una distesa che sembra sconfinata. Siamo sul lago Baikal, Siberia orientale: un mare lungo 620 chilometri, largo tra i 20 e gli 80, profondo circa un chilometro e mezzo, la più grande massa d’acqua dolce del pianeta. D’inverno si copre di uno strato di ghiaccio abbastanza spesso da reggere pulmini e jeep. Così, sul lago qui va inteso alla lettera: siamo sopra al lago e lo attraversiamo a bordo di una jeep. Leggi

pubblicità
  • 18 Mar 2017 12.20

Arte e rivoluzione, l’eredità delle avanguardie sovietiche

Revolution. New art for a new world è un documentario che racconta l’incredibile parabola dell’arte sovietica dal 1917 al 1953. Leggi

  • 16 Mar 2017 10.33
Quattro persone, tra cui due spie russe, sono accusate del ciberattacco lanciato nel 2014 contro Yahoo. Le autorità statunitensi hanno incriminato due agenti dei servizi segreti russi, Dmitrij Dokučaev e Igor Suščin, e i due hacker Aleksej Belan e Karim Baratov per aver violato più di 500 milioni di account, intestati soprattutto a giornalisti, politici e dirigenti di aziende internazionali.
  • 15 Mar 2017 17.23
Quattro persone, tra cui due spie russe, sono accusate del ciberattacco lanciato nel 2014 contro Yahoo. Le autorità statunitensi hanno incriminato due agenti dei servizi segreti russi, Dmitrij Dokučaev e Igor Suščin, e i due hacker Aleksej Belan e Karim Baratov per aver violato più di 500 milioni di account, intestati soprattutto a giornalisti, politici e dirigenti di aziende internazionali.
pubblicità
  • 14 Mar 2017 18.01

La Russia di Davide Monteleone

Officine fotografiche a Milano ospita la mostra Imperium e permixtio, che raccoglie il lavoro del fotografo italiano Davide Monteleone. Leggi

  • 14 Mar 2017 11.14

Autobiografia letteraria della rivoluzione russa

“Battete in piazza il calpestio delle rivolte! / In alto, catena di teste superbe! / Con la piena d’un nuovo diluvio / laveremo le città dei mondi”. A novembre del 2017 ricorrono i cent’anni della rivoluzione bolscevica. Il secolo sovietico raccontato attraverso cento frammenti letterari di autori russi. Leggi

  • 03 Mar 2017 14.58

Le rivelazioni su Jeff Sessions e le altre notizie su Donald Trump

Un’inchiesta del Washington Post ha aperto una nuova crisi nell’amministrazione statunitense rivelando che il ministro della giustizia Jeff Sessions ha incontrato due volte l’ambasciatore russo negli Stati Uniti durante la campagna elettorale. Leggi

  • 03 Mar 2017 12.31

Nella stazione idroelettrica di Krasnojarsk

Un saldatore lavora in una turbina durante le operazioni di manutenzione nella stazione idroelettrica di Krasnojarsk, vicino al fiume Enisej, in Russia.
  • 03 Mar 2017 10.03

L’ombra russa che incombe sulla presidenza Trump

Il nuovo procuratore generale degli Stati Uniti, Jeff Sessions, ha evitato di menzionare i suoi contatti con l’ambasciatore russo a Washington durante i colloqui per la conferma della sua nomina da parte del senato, una menzogna per omissione che ha assestato l’ennesimo colpo al presidente Donald Trump. Leggi

pubblicità
  • 27 Feb 2017 10.09

Donald Trump rivelerà al congresso i suoi veri progetti per gli Stati Uniti

Il 28 febbraio Donald Trump parlerà davanti alle due camere del congresso, al governatore e alla corte suprema. Sarà il suo primo discorso da presidente dopo quello del giuramento, e se non vorrà apparire definitivamente come un folle irresponsabile dovrà superare le sue contraddizioni e dichiarare cosa intende fare del suo mandato. Leggi

  • 26 Feb 2017 18.12
Migliaia di russi in piazza a Mosca per la manifestazione in ricordo di Boris Nemtsov. La marcia è stata organizzata nel secondo anniversario della morte del leader dell’opposizione ucciso a pochi passi dal Cremlino il 27 febbraio 2015. La manifestazione chiede di riaprire le indagini sulla morte dell’ex vice primo ministro ed oppositore critico del presidente Vladimir Putin. Dissidenti ceceni sono stati condannati per l’omicidio ma gli avvocati della figlia di Nemtsov sostengono che l’indagine non abbia scoperto il vero mandante del gesto.
  • 24 Feb 2017 09.55

La Russia nella trappola siriana

Il 23 febbraio a Ginevra è partito un nuovo ciclo di negoziati sulla Siria sotto l’egida dell’Onu. Stavolta i rappresentanti del regime siriano e dell’opposizione siedono faccia a faccia, e questo è il lato positivo. Ma ci sono anche diversi problemi, che riguardano soprattutto il ruolo di Mosca nella crisi. Leggi

  • 23 Feb 2017 16.24

I difensori del Cremlino

Guardie d’onore russe prendono parte alla cerimonia ufficiale per il Giorno dei difensori della patria davanti al Cremlino, a Mosca. La festività ricorda il giorno in cui avvenne il primo reclutamento di massa nell’Armata rossa nel 1918.
  • 23 Feb 2017 11.16
I russi costruiranno una copia del Reichstag di Berlino vicino a Mosca. L’intento è quello di dare ai bambini la possibilità di rimettere in scena il raid sul palazzo berlinese compiuto dall’armata rossa nel 1945. La copia del Reichstag sarà costruita nel Patriot park, inagurato da Vladimir Putin nel 2015, che sorge nella cittadina di Kubinka, a una settantina di chilometri da Mosca. Lo ha annunciato il ministro della difesa durante una seduta del parlamento russo.
pubblicità
  • 20 Feb 2017 11.54
Raggiunto l’accordo con la Russia: il cessate il fuoco in Ucraina comincia oggi. L’accordo è stato raggiunto nell’incontro tra il ministro degli esteri russo Sergei Lavrov e i ministri degli esteri di Ucraina, Germania e Francia il 18 febbraio a margine della conferenza sulla sicurezza di Monaco. La dichiarazione di Lavrov è arrivata pochi minuti dopo che il ministro degli esteri ucraino Pavlo Klimkin ha detto ai giornalisti di non essere soddisfatto dell’accordo raggiunto.
  • 18 Feb 2017 16.41
Sergei Lavrov nega attacchi hacker russi per influenzare le elezioni statunitensi. Il ministro degli esteri russo è intervenuto alla conferenza sulla sicurezza a Monaco ribadendo che “non ci sono fatti” per sostenere le accuse di attacchi informatici da parte della Russia per influenzare i risultati elettorali all’estero, inclusi gli Stati Uniti. Nel suo intervento ha detto inoltre che la Russia desidera avere una “relazione pragmatica” con gli Stati Uniti e ha definito la Nato un’istituzione della guerra fredda che ha portato soltanto a tensioni in Europa negli ultimi trent’anni.
  • 17 Feb 2017 09.30

Confusione a Washington, impazienza a Mosca

Mentre a Washington Donald Trump convoca una conferenza stampa per dire ai giornalisti quanto li disprezza e li considera bugiardi, i suoi collaboratori più stretti cercano di spegnere gli incendi appiccati dal nuovo presidente. Leggi

  • 15 Feb 2017 17.56
Lo staff di Donald Trump ha avuto ripetuti contatti con i servizi segreti russi durante la campagna elettorale. Il New York Times ha scritto che tabulati telefonici e alcune intercettazioni dimostrano i frequenti contatti tra componenti dello staff della campagna elettorale di Donald Trump e figure di spicco dei servizi segreti russi. Diverse fonti hanno confermato la notizia al quotidiano statunitense. La notizia è uscita a poche ore dalle dimissioni del consigliere per la sicurezza nazionale Michael Flynn, accusato di aver discusso con l’ambasciatore russo delle sanzioni contro Mosca prima che Trump entrasse in carica. Donald Trump ha accusato le agenzie di intelligence, in particolare l’Fbi e l’Nsa, di aver diffuso le informazioni in modo illegale.
  • 15 Feb 2017 10.04

Cosa ci dice il primo scandalo dell’era Trump

Gli Stati Uniti non sono la Cina né la Russia o la Turchia. Sono un paese dove vige lo stato di diritto e un presidente non può fare come gli pare solo perché eletto dalla maggioranza. Questo è il lato buono della vicenda delle dimissioni del consigliere per la sicurezza nazionale Michael Flynn. Ma c’è anche un rovescio della medaglia, molto inquietante. Leggi

pubblicità