NUOVE NOTIZIE

PAESI
NUOVE NOTIZIE

Russia

Russia

Capitale
Mosca
Cambio
Ora locale
Borsa
Meteo
Pil pro capite
Temperatura
Popolazione
Moneta
Rublo russo
Superficie

  • 26 Feb 2017 18.12
Migliaia di russi in piazza a Mosca per la manifestazione in ricordo di Boris Nemtsov. La marcia è stata organizzata nel secondo anniversario della morte del leader dell’opposizione ucciso a pochi passi dal Cremlino il 27 febbraio 2015. La manifestazione chiede di riaprire le indagini sulla morte dell’ex vice primo ministro ed oppositore critico del presidente Vladimir Putin. Dissidenti ceceni sono stati condannati per l’omicidio ma gli avvocati della figlia di Nemtsov sostengono che l’indagine non abbia scoperto il vero mandante del gesto.
  • 24 Feb 2017 09.55

La Russia nella trappola siriana

Il 23 febbraio a Ginevra è partito un nuovo ciclo di negoziati sulla Siria sotto l’egida dell’Onu. Stavolta i rappresentanti del regime siriano e dell’opposizione siedono faccia a faccia, e questo è il lato positivo. Ma ci sono anche diversi problemi, che riguardano soprattutto il ruolo di Mosca nella crisi. Leggi

pubblicità
  • 23 Feb 2017 16.24

I difensori del Cremlino

Guardie d’onore russe prendono parte alla cerimonia ufficiale per il Giorno dei difensori della patria davanti al Cremlino, a Mosca. La festività ricorda il giorno in cui avvenne il primo reclutamento di massa nell’Armata rossa nel 1918.
  • 23 Feb 2017 11.16
I russi costruiranno una copia del Reichstag di Berlino vicino a Mosca. L’intento è quello di dare ai bambini la possibilità di rimettere in scena il raid sul palazzo berlinese compiuto dall’armata rossa nel 1945. La copia del Reichstag sarà costruita nel Patriot park, inagurato da Vladimir Putin nel 2015, che sorge nella cittadina di Kubinka, a una settantina di chilometri da Mosca. Lo ha annunciato il ministro della difesa durante una seduta del parlamento russo.
  • 20 Feb 2017 11.54
Raggiunto l’accordo con la Russia: il cessate il fuoco in Ucraina comincia oggi. L’accordo è stato raggiunto nell’incontro tra il ministro degli esteri russo Sergei Lavrov e i ministri degli esteri di Ucraina, Germania e Francia il 18 febbraio a margine della conferenza sulla sicurezza di Monaco. La dichiarazione di Lavrov è arrivata pochi minuti dopo che il ministro degli esteri ucraino Pavlo Klimkin ha detto ai giornalisti di non essere soddisfatto dell’accordo raggiunto.
pubblicità
  • 18 Feb 2017 16.41
Sergei Lavrov nega attacchi hacker russi per influenzare le elezioni statunitensi. Il ministro degli esteri russo è intervenuto alla conferenza sulla sicurezza a Monaco ribadendo che “non ci sono fatti” per sostenere le accuse di attacchi informatici da parte della Russia per influenzare i risultati elettorali all’estero, inclusi gli Stati Uniti. Nel suo intervento ha detto inoltre che la Russia desidera avere una “relazione pragmatica” con gli Stati Uniti e ha definito la Nato un’istituzione della guerra fredda che ha portato soltanto a tensioni in Europa negli ultimi trent’anni.
  • 17 Feb 2017 09.30

Confusione a Washington, impazienza a Mosca

Mentre a Washington Donald Trump convoca una conferenza stampa per dire ai giornalisti quanto li disprezza e li considera bugiardi, i suoi collaboratori più stretti cercano di spegnere gli incendi appiccati dal nuovo presidente. Leggi

  • 15 Feb 2017 17.56
Lo staff di Donald Trump ha avuto ripetuti contatti con i servizi segreti russi durante la campagna elettorale. Il New York Times ha scritto che tabulati telefonici e alcune intercettazioni dimostrano i frequenti contatti tra componenti dello staff della campagna elettorale di Donald Trump e figure di spicco dei servizi segreti russi. Diverse fonti hanno confermato la notizia al quotidiano statunitense. La notizia è uscita a poche ore dalle dimissioni del consigliere per la sicurezza nazionale Michael Flynn, accusato di aver discusso con l’ambasciatore russo delle sanzioni contro Mosca prima che Trump entrasse in carica. Donald Trump ha accusato le agenzie di intelligence, in particolare l’Fbi e l’Nsa, di aver diffuso le informazioni in modo illegale.
  • 15 Feb 2017 10.04

Cosa ci dice il primo scandalo dell’era Trump

Gli Stati Uniti non sono la Cina né la Russia o la Turchia. Sono un paese dove vige lo stato di diritto e un presidente non può fare come gli pare solo perché eletto dalla maggioranza. Questo è il lato buono della vicenda delle dimissioni del consigliere per la sicurezza nazionale Michael Flynn. Ma c’è anche un rovescio della medaglia, molto inquietante. Leggi

  • 13 Feb 2017 09.40

Le ambiguità diplomatiche di Trump

Sarà una settimana importante. Tra la riunione dei ministri della difesa della Nato in programma il 15 febbraio, quella dei ministri degli esteri del G20 del 16 e la tradizionale conferenza di Monaco del prossimo fine settimana, dedicata a questioni geostrategiche, i leader mondiali avranno modo di conoscere gli uomini della squadra di Donald Trump. Leggi

pubblicità
  • 10 Feb 2017 10.05

Mosca nega l’evidenza delle torture nelle carceri siriane

È un “falso”, ha dichiarato il 9 febbraio il ministro degli esteri russo. Secondo il suo portavoce, l’ultimo rapporto di Amnesty international sulle prigioni del regime siriano sarebbe solo “una provocazione volta a buttare benzina sul fuoco in vista della fine del conflitto”. Leggi

  • 10 Feb 2017 08.05
Tre soldati turchi sono stati uccisi in un raid russo in Siria. Almeno tre soldati turchi sono rimasti uccisi e altri undici feriti accidentalmente in un raid aereo russo nel nord della Siria, nella provincia di Aleppo. I militari di Ankara sono impegnati da fine agosto nella zona nell’operazione Scudo dell’Eufrate contro il gruppo Stato islamico. Secondo un comunicato dell’esercito russo, il presidente russo Vladimir Putin ha già presentato le sue scuse al presidente turco nel corso di una telefonata.
  • 08 Feb 2017 19.52
L’oppositore russo Aleksej Navalnij è stato condannato per appropriazione indebita. Il processo era stato invalidato dalla Corte europea per i diritti umani, ed è stato rifatto. Navalnij è stato condannato a cinque anni dal tribunale di Kirov. L’oppositore russo ha potuto beneficiare della sospensione della pena, ma non potrà candidarsi alle elezioni presidenziali previste per l’anno prossimo. Secondo l’opposizione si tratta di una montatura politica.
  • 08 Feb 2017 16.10

La Russia legalizza le percosse in famiglia

Un marito che picchia la moglie compie un reato? In molti paesi questa domanda non richiede ulteriori discussioni. Ma non in Russia, dove la duma (il parlamento) ha votato a favore della depenalizzazione della violenza domestica, a meno che non si tratti di aggressioni ripetute o di un atto che provoca gravi danni alla salute. Leggi

  • 07 Feb 2017 15.23

Sole d’inverno

A Mosca, dove le temperature sono scese fino a 24 gradi sottozero.
pubblicità
  • 02 Feb 2017 09.58

L’Europa è un’isola di certezze in confronto al resto del mondo

In Germania si profila una sconfitta di Angela Merkel, il Regno Unito prosegue sulla strada della Brexit, in Francia la destra e la sinistra sono nel caos. Eppure gli interrogativi europei sono poca cosa rispetto a quelli affrontati dalla Russia e dagli Stati Uniti con Donald Trump. Leggi

  • 01 Feb 2017 17.06
Tre esperti di sicurezza informatica russi accusati di tradimento. Sergei Mikhailov e Dmitry Dokuchayev, entrambi ex agenti dei servizi segreti russi (Fsb), e Ruslan Stoyanov, dirigente in un’azienda di software che produce antivirus, sono stati formalmente accusati di tradimento dalle autorità russe. Secondo le ipotesi degli inquirenti i tre esperti di sicurezza informatica avrebbero lavorato per favorire interessi statunitensi. Il Cremlino ha smentito con decisione alcune voci circolate tra i mezzi d’informazione secondo le quali ci sarebbe qualche collegamento fra i tre informatici arrestati e le accuse da parte della Casa Bianca sulla presunta interferenza di Mosca nelle elezioni presidenziali statunitensi.
  • 31 Gen 2017 13.50
Deutsche Bank multata per 630 milioni di dollari da Stati Uniti e Regno Unito. Le autorità di controllo bancarie statunitensi e britanniche hanno imposto all’istituto tedesco una multa di 630 milioni di dollari per aver permesso il riciclaggio di denaro tra i suoi uffici di Mosca, Londra e New York. Tra il 2011 e il 2015, attraverso un sistema che prevedeva la compravendita di azioni, circa dieci miliardi di dollari sono usciti illegalmente dalla Russia per arrivare negli Stati Uniti e nel Regno Unito. Le autorità statunitensi hanno multato la Deutsche Bank per 425 milioni di dollari, mentre quelle britanniche per 163 milioni di sterline, pari a circa 204 milioni di dollari.
  • 23 Gen 2017 09.49

L’ambiziosa scommessa siriana di Vladimir Putin

Il negoziato non si svolge a Mosca, ma è comunque Vladimir Putin ad averlo organizzato. La trattativa sulla Siria che si apre oggi ad Astana, capitale del Kazakistan, immenso paese dell’Asia centrale alleato della Russia, era infatti stata annunciata alla fine di dicembre dal presidente russo, sulla scia della conquista di Aleppo. Leggi

  • 21 Gen 2017 18.00

Cremlino di zucchero racconta una Russia grottesca

Il motivo ricorrente in questi racconti scritti dal più bizzarro e controverso degli scrittori russi (ben più interessante di Limonov), che risalgono a una decina di anni fa, è un Cremlino di zucchero che viene volta a volta venduto, mangiato, restaurato, imbiancato o insozzato, luogo di un potere fermo agli zar e ai loro usi, dove l’antico e il nuovo dispotismo fanno tutt’uno e gli echi del passato si mischiano con invenzioni e truffe della postmodernità. Leggi

pubblicità