NUOVE NOTIZIE

PAESI
NUOVE NOTIZIE

Siria

Siria

Capitale
Damasco
Cambio
Ora locale
Borsa
Meteo
Pil pro capite
Temperatura
Popolazione
Moneta
Lira siriana
Superficie

  • 27 Feb 2017 13.01

Dopo un raid su Ariha

La ricerca di sopravvissuti dopo un bombardamento delle forze governative siriane ad Ariha, nella provincia di Idlib.
  • 25 Feb 2017 17.46
Una serie di attacchi contro le forze di sicurezza siriane ad Homs provoca 42 morti. Secondo quanto riportato dall’Osservatorio siriano per i diritti umani, gli attentatori hanno ucciso il generale Hassan Daaboul e altre ventinove persone in un quartier generale militare nella città e altre dodici persone di un ramo della sicurezza statale. La televisione di stato siriana ha comunicato che tre attentati suicidi hanno colpito i distretti di al Gouth e al Mohata, confermando il numero di morti. Gli attacchi accrescono le tensioni a Ginevra, dove il 23 febbraio le Nazioni Unite hanno aperto i colloqui di pace tra l’opposizione e il governo siriano.
pubblicità
  • 25 Feb 2017 10.29
Un’autobomba ha provocato almeno 40 morti ad Al Bab, in Siria. Oltre alle vittime, in maggioranza civili, ci sarebbero decine di feriti. L’attacco non è ancora stato rivendicato. L’esplosione ha colpito militari e ufficiali di sicurezza ribelli a Sousian, un villaggio a nord di Aleppo. I ribelli sostenuti dalla Turchia hanno respinto il gruppo Stato Islamico da Al Bab negli ultimi giorni.
  • 24 Feb 2017 09.55

La Russia nella trappola siriana

Il 23 febbraio a Ginevra è partito un nuovo ciclo di negoziati sulla Siria sotto l’egida dell’Onu. Stavolta i rappresentanti del regime siriano e dell’opposizione siedono faccia a faccia, e questo è il lato positivo. Ma ci sono anche diversi problemi, che riguardano soprattutto il ruolo di Mosca nella crisi. Leggi

  • 23 Feb 2017 17.04
I ribelli siriani hanno preso il controllo della città di Al Bab. I ribelli siriani sostenuti dalla Turchia hanno annunciato di aver preso il controllo della città settentrionale di al Bab, che era controllata dal gruppo Stato islamico, dopo settimane di sanguinosi combattimenti.
pubblicità
  • 23 Feb 2017 14.09
Riprendono i colloqui di pace sulla Siria a Ginevra. Per la prima volta dall’aprile del 2016 il governo e l’opposizione siriana parteciperanno a una serie di incontri bilaterali promossi delle Nazioni Unite. L’inviato dell’Onu in Siria, Staffan de Mistura, ha dichiarato di non aspettarsi “una svolta”: il cessate il fuoco nel paese è sempre più fragile e le due parti sono ancora molto distanti su questioni chiave, come la transizione politica e la permanenza al potere del presidente siriano Bashar al Assad.
  • 21 Feb 2017 09.41

Marine Le Pen e la guerra in Siria

La candidata alla presidenza francese che oggi è in testa nei sondaggi il 20 febbraio era in visita in Libano. Non aveva mai avuto l’occasione di presentare in modo così solenne e così vicino a Damasco la sua opinione sulla crisi siriana Leggi

  • 21 Feb 2017 08.47

Nella periferia di Damasco

Le operazioni di soccorso dopo un bombardamento dell’esercito governativo su Douma, la città controllata dai ribelli alla periferia di Damasco, in Siria. Il 19 febbraio un bombardamento ha causato la morte di almeno 19 persone.
  • 16 Feb 2017 11.22
Un bombardamento sulla città siriana di Al Bab causa almeno 24 morti. Le vittime sono civili, riferisce l’Osservatorio siriano per i diritti umani, che attribuisce l’attacco alle forze turche che assediano la città per allontanare i miliziani del gruppo Stato islamico. Secondo il quotidiano turco Sabah, la città è stata definitivamente liberata dai jihadisti dopo mesi di combattimenti, ma si attendono conferme. L’operazione Scudo dell’Eufrate, che vede i soldati turchi schierati a fianco dei ribelli dell’Esercito siriano libero, è in corso dal 24 agosto 2016.
  • 16 Feb 2017 09.01
Si apre ad Astana un secondo ciclo di negoziati sulla guerra in Siria. L’inizio dei colloqui nella capitale kazaca è previsto per le undici (ora italiana). Tra i partecipanti, la delegazione del governo siriano, quella dei ribelli e un’équipe tecnica delle Nazioni Unite. Se ai colloqui ci saranno dei progressi, la discussione potrà essere portata avanti nell’incontro di Ginevra del 23 febbraio. Il prossimo 15 marzo saranno passati sei anni dalle prime rivolte contro il governo di Bashar al Assad. Da allora nel paese sono morte più di 300mila persone.
pubblicità
  • 13 Feb 2017 10.58
Il governo siriano è pronto a uno scambio di prigionieri con i ribelli. Lo affermano alcuni mezzi d’informazione governativi, spiegando che le autorità di Damasco intendono con questo gesto favorire i colloqui di pace di Astana. Gli incontri nella capitale del Kazakistan dovrebbero ricominciare il 15 febbraio. Intanto, l’esercito russo ha diffuso nuove immagini che dimostrerebbero i movimenti del gruppo Stato islamico per continuare la distruzione dei siti archeologici di Palmira.
  • 10 Feb 2017 10.05

Mosca nega l’evidenza delle torture nelle carceri siriane

È un “falso”, ha dichiarato il 9 febbraio il ministro degli esteri russo. Secondo il suo portavoce, l’ultimo rapporto di Amnesty international sulle prigioni del regime siriano sarebbe solo “una provocazione volta a buttare benzina sul fuoco in vista della fine del conflitto”. Leggi

  • 08 Feb 2017 10.47
Amnesty international denuncia esecuzioni di massa da parte del governo siriano. Circa 13mila persone, per la maggior parte civili sostenitori dell’opposizione, sono state uccise in segreto nella prigione di Saydnaya, a nord di Damasco, tra il 2011 e il 2015. Lo rivela un nuovo rapporto dell’organizzazione umanitaria, secondo la quale le esecuzioni sono state autorizzate dal governo di Bashar al Assad. Il ministero della giustizia di Damasco ha liquidato come “totalmente falso” il rapporto di Amnesty, “mirato a mettere in cattiva luce la Siria nel contesto internazionale”.
  • 07 Feb 2017 13.29

In Siria gli abusi sui minori sono un’altra arma contro i ribelli

In sei anni di guerra, i siriani hanno subìto crimini di ogni genere: massacri, torture, bombardamenti, armi chimiche. Ma ce n’è uno che resta sotto silenzio: la violenza sessuale sui bambini. Nelle carceri del regime, ai posti di blocco o durante le incursioni, i minori accusati di essere vicini all’opposizione, o parenti di oppositori, subiscono abusi nell’impunità più totale. Leggi

  • 06 Feb 2017 16.40
I miliziani del gruppo Stato islamico sotto assedio ad Al Bab, in Siria. Al Bab si trova a 25 chilometri dal confine con la Turchia ed è l’ultimo bastione jihadista nella provincia di Aleppo. Dal 10 dicembre è l’obiettivo dell’offensiva Scudo dell’Eufrate, lanciata dai ribelli siriani appoggiati dall’esercito turco, che assediano la città da nord, est e ovest. Nel frattempo, riferisce l’Osservatorio siriano per i diritti umani, l’esercito siriano, supportato dagli hezbollah libanesi e dall’aviazione russa, attacca da sud. Una vittoria ad Al Bab sarebbe un’importante conquista per ognuna delle parti impegnate nel conflitto.
pubblicità
  • 02 Feb 2017 09.34
L’esercito turco afferma di aver ucciso 51 jihadisti in una serie di raid in Siria. I raid si sono svolti nelle ultime ventiquattr’ore. Sono stati colpiti 85 obiettivi del gruppo Stato islamico nelle aree di Al Bab, Tadif, Qabasin e Bzaa, nel nordovest della Siria. Da cinque mesi la Turchia porta avanti l’operazione Scudo dell’Eufrate per allontanare i jihadisti dal confine.
  • 26 Gen 2017 12.20

Pastore tra le macerie

Un giovane pastore siriano accanto a veicoli distrutti nel villaggio di Ein Tarma, a est di Damasco. L’area è ancora sotto il controllo dei ribelli.
  • 25 Gen 2017 19.42
La Russia ha invitato a Mosca i rappresentanti dell’opposizione politica siriana. Il ministro degli esteri russo Sergej Lavrov ha invitato nella capitale russa il 27 gennaio gli oppositori di Bashar al Assad che non erano presenti ai colloqui di Astana dei giorni scorsi per informarli dei temi trattati. La Coalizione nazionale siriana, il principale gruppo dell’opposizione in esilio, chiede chiarimenti sulla natura dell’incontro.
  • 24 Gen 2017 19.09
Iran, Russia e Turchia propongono un sistema per monitorare la tregua in Siria. In conclusione dei colloqui di Astana i tre paesi si sono accordati per assicurare il rispetto del cessate il fuoco e prevenire la ripresa delle violenze. I tre governi sostengono inoltre la partecipazione dei gruppi dell’opposizione armata siriana ai negoziati di Ginevra dell’8 febbraio. Il comunicato non è stato sottoscritto dai ribelli, che propongono un diverso meccanismo di cessate il fuoco. Il governo di Damasco continua però la sua offensiva nella valle del fiume Barada.
  • 24 Gen 2017 16.32

L’album della mia famiglia siriana

“Mi chiamo Poline Harbali, ho 24 anni e studio grafica, fotografia e illustrazione a Parigi. Sono alla ricerca della mia identità, delle mie origini, che sono per metà francesi e per l’altra metà siriane”. Il lavoro della fotografa Poline Harbali in mostra al festival parigino Circulation(s). Leggi

pubblicità