NUOVE NOTIZIE

PAESI
NUOVE NOTIZIE

Sud Sudan

Sud Sudan

Capitale
Juba
Cambio
Ora locale
Borsa
Meteo
Pil pro capite
Temperatura
Popolazione
Moneta
Sterlina sudsudanese
Superficie

  • 20 Mar 2017 15.48

In Africa venti milioni di persone sono a rischio carestia

In Africa orientale la siccità rischia di trasformarsi in carestia. Tra i paesi più colpiti c’è il Sud Sudan, dove il governo ha già dichiarato lo stato di carestia. In Somalia, gli abitanti di molti villaggi stanno abbandonando le loro case per raggiungere le città alla ricerca di cibo. Leggi

  • 11 Mar 2017 11.20
Secondo le Nazioni Unite più di 20 milioni di persone sono in condizioni di carestia. Lo Yemen, il Sud Sudan, la Somalia e il nordest della Nigeria stanno attraversando una delle più gravi crisi umanitarie dalla fine della seconda guerra mondiale. È quanto ha detto Stephen O’Brien nel suo appello al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. Per affrontare la crisi è necessario mobilitare 4,4 miliardi di dollari entro luglio. Secondo i parametri Onu, si ha una carestia quando più del 30 per cento dei bambini al di sotto dei cinque anni soffre di malnutrizione acuta e il tasso di mortalità è di due o più morti al giorno ogni 10mila persone.
pubblicità
  • 02 Mar 2017 12.41

Perché in Africa si soffre ancora la fame

Per la prima volta negli ultimi sei anni, nel mondo c’è una carestia: una vera carestia, dichiarata dalle Nazioni Unite, con più del trenta per cento della popolazione coinvolta che soffre di grave malnutrizione e più di mille persone che muoiono di fame ogni giorno. E ci sono altri tre paesi dove, da un momento all’altro, potrebbe esserne dichiarata un’altra. Leggi

  • 01 Mar 2017 16.59

Via dal Sud Sudan

Una donna sudsudanese arriva con i suoi figli in un centro di accoglienza gestito da un’organizzazione umanitaria al confine con il Sudan. Il 20 febbraio il governo del Sud Sudan ha dichiarato lo stato di carestia in alcune aree dello stato settentrionale di Unità.
  • 24 Feb 2017 12.30

Via dalla fame del Sud Sudan

Il 20 febbraio il governo di Juba ha dichiarato lo stato di carestia in alcune aree del nord del paese. Ogni giorno migliaia di sudsudanesi scappano verso sud, in Uganda, in cerca di cibo e mezzi di sussistenza. Leggi

pubblicità
  • 22 Feb 2017 11.44

In Sud Sudan metà degli abitanti soffre la fame

A sei anni dall’indipendenza, il paese continua a sprofondare nella crisi e nel caos. Il 20 febbraio il governo di Juba ha dichiarato lo stato di carestia in varie zone del paese, più precisamente nello stato settentrionale di Unità. Leggi

  • 22 Feb 2017 08.46

L’emergenza in Sud Sudan

In fila per ricevere il pasto distribuito da un’organizzazione umanitaria nel villaggio di Rubkuai, in Sud Sudan. Le Nazioni Unite hanno dichiarato la carestia in due province del paese. L’emergenza sarebbe causata dalla guerra civile in corso dal 2013 e dalla crisi economica, e coinvolgerebbe più di centomila persone.
  • 20 Feb 2017 16.15

Emergenza carestia in Sud Sudan

Un ragazzino guarda i pacchi contenenti beni di prima necessità lanciati dalle Nazioni Unite, vicino al villaggio di Rubkuai, nel nord del Sud Sudan. Nel paese è stata ufficialmente dichiarata l’emergenza dovuta alla carestia.
  • 20 Feb 2017 11.00
È stata dichiarata la carestia in due province del Sud Sudan. L’annuncio è stato fatto dal governo sudsudanese e da tre agenzie delle Nazioni Unite, che attribuiscono l’emergenza alimentare alla recente guerra civile e alla crisi economica. Nelle province dove è stata proclamata la carestia vivono più di centomila persone.
  • 16 Dic 2016 16.53

Dietro la notizia

Un giorno nella giungla con Joseph Kony

Quando nel 2006 sono stati annunciati i colloqui di pace tra il governo ugandese e l’Esercito di resistenza del Signore, il fotografo dell’Afp Grace Matsiko ha fatto di tutto per andare nella foresta a incontrare il famigerato comandante ribelle, ricercato dalla giustizia internazionale per crimini di guerra. Leggi

pubblicità
  • 26 Nov 2016 20.02
Il Sud Sudan è pronto ad accettare l’intervento di una forza regionale delle Nazioni Unite. Il governo di Juba ha ceduto alle pressioni internazionali e ha accettato l’invio di una forza regionale delle Nazioni Unite, dopo che i combattimenti dello scorso luglio nella capitale hanno rischiato di scatenare una nuova guerra civile nella giovane nazione africana. I nuovi caschi blu affiancheranno la Minuss, la missione Onu nel Sud Sudan, concepita inizialmente per assistere il paese nel “consolidamento della pace” negoziata nel 2015.
  • 26 Nov 2016 12.37
Il Sud Sudan è pronto ad accettare l’intervento di una forza regionale delle Nazioni Unite. Il governo del Sud Sudan ha ceduto alle pressioni della comunità internazionale ed ha accettato l’intervento dopo che il conflitto nella capitale lo scorso luglio ha rischiato di scatenare una nuova guerra civile nel paese. I nuovi caschi blu affiancheranno la missione Onu già presente  nel paese, la Minuss, concepita inizialmente per assistere il governo di Juba nel “consolidamento della pace” stabilita nel 2015.
  • 18 Ago 2016 15.36
L’ex vicepresidente del Sud Sudan ha lasciato il paese. Riek Machar ha trovato rifugio “in un paese sicuro” nella regione, ha dichiarato un suo portavoce. Nel Sud Sudan dal 2013 è in corso una guerra civile che vede contrapposti il presidente Salva Kiir e i ribelli di Machar. Dopo la firma di una tregua nell’agosto 2015, i combattimenti erano ripresi nella capitale Juba.
  • 12 Ago 2016 09.53

Le Nazioni Unite indecise di fronte a un Sud Sudan in guerra

Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite il 12 agosto vota per decidere se inviare altri quattromila caschi blu in Sud Sudan, nonostante il parere contrario del governo di Juba. Leggi

  • 28 Lug 2016 12.11
I caschi blu in Sud Sudan indagati per aver coperto degli stupri. L’Onu ha avviato un’indagine per verificare se le forze di pace non sono intervenute per fermare le 120 aggressioni sessuali documentate a Juba durante gli scontri scoppiati a luglio, come sostenuto da alcuni testimoni. Le violenze, compresi stupri di gruppo, sono avvenute anche vicino una base Onu.
pubblicità
  • 21 Lug 2016 12.42

Il rapper del Sud Sudan che sfida le autorità

Fare il musicista in Sud Sudan non è semplice, gli artisti non riescono a vivere con i loro guadagni e i cantanti subiscono spesso intimidazioni da parte del governo. Da anni il rapper Lual D’Awol parla del conflitto che affligge il paese. Alcuni suoi successi sono stati banditi dalle radio e di recente i soldati hanno interrotto un suo concerto. Il reportage dell’Afp. Leggi

  • 19 Lug 2016 08.51
L’Unione africana approva l’invio di una forza regionale di protezione in Sud Sudan. I militari africani andranno a sostenere i 12mila soldati della Minuss, la missione dell’Onu nel paese, che non sono riusciti a fermare l’esplosione di violenza dello scorso 8 luglio. Etiopia, Kenya e Ruanda hanno già dato la loro disponibilità a fornire truppe.
  • 15 Lug 2016 11.41

Perché si combatte in Sud Sudan

Negli ultimi giorni centinaia di persone sono state uccise nella capitale del Sud Sudan, Juba, duranti gli scontri tra fazioni rivali. Il conflitto ha acquistato una forte componente etnica e ogni giorno la crisi si aggrava. Il video del New York Times spiega le ragioni di questi scontri. Leggi

  • 14 Lug 2016 11.37

La lunga guerra  del Sud Sudan non rappresenta l’Africa

Questo non è un articolo sul Sud Sudan, anche perché i conflitti che si svolgono da quelle parti sono di una complessità quasi inafferrabile. La miniguerra della scorsa settimana tra le forze del presidente Salva Kiir e quelle del vicepresidente Riek Machar, in cui sono morte più di 270 persone e che ha visto carri armati, artiglieria ed elicotteri militari affrontarsi nella capitale Juba, rientra in una dinamica che riguarda tutto il paese. Leggi

  • 13 Lug 2016 17.28
Gli stranieri abbandonano in massa il Sud Sudan. Diversi paesi stanno provvedendo a rimpatriare i propri cittadini che si trovano in Sud Sudan, dopo gli scontri dei giorni scorsi tra le truppe fedeli al presidente Salva Kiir e gli ex ribelli che invece fanno capo al vicepresidente Riek Machar . Nella capitale Juba siamo al secondo giorno di tregua, ma Germania, Regno Unito, Stati Uniti, Giappone, India e Uganda hanno cominciato il rimpatrio dei loro cittadini.
pubblicità