NUOVE NOTIZIE

NOTIZIE
NUOVE NOTIZIE

Sin

I Siti di interesse nazionale in Italia sono 39 aree inquinate e pericolose dove servono interventi di bonifica del suolo, del sottosuolo e/o delle acque superficiali e sotterranee.


  • 01 Feb 2017 13.57

La ricca Brescia ha un problema con l’inquinamento industriale

Sul terreno dei giardinetti è vietato giocare. “Zona inquinata soggetta a divieti”, avverte uno dei cartelli disseminati nei giardini pubblici della zona sud di Brescia, in quartieri come Primo Maggio e Chiesanuova. Ricordano che quei terreni sono intrisi di diossine e di pcb, policlorobifenili, altamente tossici e cancerogeni. Un pericolo subdolo, non si vede. È l’eredità di decenni di attività dello stabilimento chimico Caffaro, vecchio impianto situato un paio di chilometri a ovest di piazza della Loggia, il cuore della città. Leggi

  • 04 Dic 2016 10.40

Porto Torres aspetta la bonifica e una vera alternativa al petrolchimico

La campagna sarda è verde intenso dopo le piogge autunnali, il mare blu, i belati di un gregge di pecore e all’orizzonte l’isola dell’Asinara, zona naturale protetta. E quella tuta bianca con maschera antigas. Sta prelevando campioni d’acqua di falda da un pozzo, spiega: “Ma voi qui non potete stare”. In effetti siamo in una zona interdetta, sotto le tubature di un oleodotto e a poca distanza dalla discarica chiamata Minciaredda, uno dei punti più contaminati del sito industriale di Porto Torres, Sardegna nordoccidentale. Leggi

pubblicità
  • 05 Lug 2016 12.17

I rifiuti tossici avvelenano ancora il Lazio

L’emergenza è scoppiata quando venticinque mucche sono state ritrovate stecchite sulle sponde di un ruscello nella campagna di Anagni, nel Lazio meridionale. Era il 2005, e a ucciderle è stato del cianuro scaricato abusivamente nel rio Mola Santa Maria, piccolo affluente del fiume Sacco. Ma questo si capirà solo dopo. Leggi

  • 17 Apr 2015 12.53

Chi avvelena la Sicilia

Il declino industriale italiano si vede bene da un ponte malandato all’uscita di Siracusa, strada provinciale, direzione nord. Colpo d’occhio su Priolo, Melilli, fino alla rada di Augusta: trenta chilometri di costa e una successione di ciminiere, tubature, cisterne, capannoni tra il mare e le colline della Sicilia sud orientale. Leggi