01 ottobre 2018 12:31

Alejandra Sánchez Inzunza sarà al festival di Internazionale a Ferrara il 5 ottobre al cinema Apollo per parlare di violenza in America Latina con Martin Caparrós e Carol Pires.

I giornalisti messicani Alejandra Sánchez Inzunza e José Luis Pardo hanno scritto Narcoamérica, cronaca di un viaggio nel mondo della droga. Hanno girato l’America Latina in auto e scoperto che c’era un filo conduttore: la coca. “La coca è un prodotto e, quindi, ha molte fasi”, spiega Sánchez. “La produzione, in paesi come Colombia, Perù e Bolivia, che coinvolge principalmente gli agricoltori; la distribuzione, che interessa l’America Centrale, il Messico, il Brasile, l’Europa, dove decine di giovani lavorano per il crimine organizzato; e il consumo che, essendo trattato come un problema di sicurezza e non di salute, intasa le carceri in tutta la regione e causa migliaia di morti ogni anno. La politica proibizionista ha fatto della droga un problema che colpisce milioni di persone. Se questa politica non cambia, se non tiene conto di altri problemi come l’agricoltura, la salute e le opportunità di lavoro, la coca o qualsiasi altra droga continuerà a colpire milioni di persone in questi paesi. Parlare del traffico di droga è stato un pretesto per parlare di corruzione, violenza, impunità, povertà, disuguaglianza. Tutti questi fenomeni sono il filo conduttore dei nostri paesi, e un modo per raccontarli”.

L’ultimo progetto di Sánchez e Pardo è En malos pasos (sulla cattiva strada), incentrato sugli omicidi nei paesi più violenti del continente. “Abbiamo cominciato questa ricerca un anno fa in Brasile, Venezuela, El Salvador, Colombia, Honduras, Guatemala e Messico perché in questi paesi avviene il 34 per cento di tutti gli omicidi nel mondo. Mentre in altre regioni i tassi di violenza diminuiscono, in America Latina aumentano. E questo senza che ci sia una guerra. Perché? È senza dubbio un fenomeno intimamente connesso all’impunità, perché raramente si punisce un omicidio. Ma è anche un fenomeno che colpisce principalmente la periferia ed è quindi legato all’esclusione sociale. Crediamo che l’omicidio cominci con la disuguaglianza e finisca con l’impunità”.

Alejandra Sánchez Inzunza sarà al festival di Internazionale a Ferrara il 5 ottobre al cinema Apollo per parlare di violenza in America Latina con Martin Caparrós e Carol Pires.