Gramsci come Little Richard

13 febbraio 2019 10:34

Green Gartside è gallese. Frequentava il Leeds college of art and design, nello Yorkshire, quando alla fine degli anni settanta fondò con dei compagni di studi gli Scritti Politti, che cominciarono con uno spirito decisamente punk, anche se con un sound un po’ morbido, per poi diventare una delle band più interessanti della scena pop indie degli anni ottanta. Le loro prime canzoni grondavano di riferimenti da studente intellettuale di sinistra, tra Lacan, Deleuze, Marx e Derrida. Gartside scelse il nome del gruppo in omaggio ad Antonio Gramsci e ai suoi Scritti politici però gli cambiò nome perché Scritti Politti aveva un suono più rock’n’roll, come Tutti frutti di Little Richard. La #canzonedelgiorno, nel 1981, non è per niente rock, ma è squisita. Alle tastiere c’è Robert Wyatt, che aveva cominciato ad assumere il suo ruolo da nume tutelare dei molti giovani musicisti pop inglesi.


pubblicità

Articolo successivo

I video e i progetti digitali finalisti al World press photo