In tempo

18 marzo 2019 10:44

Alla fine degli anni novanta Lucinda Williams stava emergendo come una delle presenze più interessanti della scena statunitense. Però 1998 la sua casa discografica non sapeva bene come promuovere il suo nuovo album, Car wheels on a gravel road: era troppo rock per essere country, troppo country per essere rock. Era anche perfetto, così riuscì comunque a imporsi in fretta dando la spinta a una carriera che continua in un costante crescendo di cose importanti. Williams è una cantante dalla voce inconfondibile, una musicista preparatissima e puntigliosa, una grande performer e un’autrice per la quale usare al parola “poesia” non è eccessivo. Le sue canzoni parlano di vita, di morte, di amore e di sesso. Io l’ho conosciuta come ospite in un pezzo di Elvis Costello del 2004, There’s a story in your voice, il cui titolo sembra uno slogan per lei. La #canzonedelgiorno apre Car wheels on a gravel road. Il video è dal vivo, da un concerto tutto strepitoso.


Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Le notizie di scienza della settimana
Claudia Grisanti
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.