Courtney Barnett in concerto a Londra, il 14 novembre 2018. (Robin Little, Redferns/Getty Images)

Piccola guida ai concerti dell’estate 2019

Courtney Barnett in concerto a Londra, il 14 novembre 2018. (Robin Little, Redferns/Getty Images)
16 maggio 2019 12:31

La stagione dei concerti estivi è quasi alle porte. Guardando i programmi dei principali festival, rispetto al 2018 la cosa più evidente è il gran numero di musicisti italiani che si esibiranno. Il fenomeno era già in atto da anni, ma quest’anno alcuni nomi, come Salmo, Franco126, Carl Brave e Calcutta, ricorrono nei cartelloni di molti eventi in modo impressionante. Del resto di autarchia un po’ ne soffriamo, anche in altri ambiti.

Gli stranieri ci sono, per carità, a partire dal leader dei Radiohead Thom Yorke, che farà ben cinque date nel nostro paese. Ma rispetto agli anni scorsi manca qualche nome di peso, in particolare dal mondo della musica nera, la grande assente di questa estate in Italia. Molti rapper di punta della scena statunitense come Travis Scott, Future o 21 Savage, toccheranno diversi festival europei ma non passeranno dalle nostre parti. Peccato.

Ci possiamo consolare con tanto rock e con un po’ di elettronica, due generi storicamente ben rappresentati dalle nostre parti. Ci sono buone notizie da dare, come la nascita dell’Home Venice, la vera novità di questa estate, ma anche cattive: il 2019 sarà orfano del Siren Festival di Vasto.

Roma e Lazio

Il Rock in Roma ormai sembra aver messo il rock in soffitta, nonostante il nome. Quest’anno il festival capitolino, che si svolge principalmente all’ippodromo delle Capannelle, punterà soprattutto su nomi dell’hip hop nostrano come Salmo (12 luglio), Gemitaiz (4 luglio) e Carl Brave, ma anche su Thegiornalisti (che suoneranno al Circo Massimo il 7 settembre), Calcutta e Subsonica. In cartellone ci sono anche un paio di nomi stranieri interessanti: James Blake (2 luglio) e i Kraftwerk (27-28 giugno) si esibiranno al Teatro romano di Ostia Antica, mentre il portoricano Bad Bunny, campione della latin trap, sarà a Capannelle.


Anche quest’anno bisogna tenere d’occhio la cavea dell’Auditorium Parco della musica, il miglior posto della capitale dove vedere concerti d’estate. All’interno della rassegna Roma Summer Fest saliranno sul palco il leader dei Radiohead Thom Yorke (21 luglio), Angélique Kidjo (24 luglio), Apparat (2 agosto), Ben Harper & The Innocent Criminals (13 luglio), Cinematic Orchestra e altri.

Lo stadio Olimpico anche quest’anno ospiterà nomi popolari come Ed Sheeran (16 giugno), Laura Pausini e Biagio Antonacci (29 giugno), Ligabue (12 luglio) e i Muse (20 luglio).

A Roma ci sarà anche l’unica (per ora) data estiva di Liberato, che suonerà il 22 giugno in un luogo ancora misterioso.

Come ogni anno, Villa Ada Roma Incontra il Mondo ha i suoi tempi, anche se per ora ha già annunciato una buona fetta del programma: la cosa più interessante sono i Deus (9 luglio) che rifanno il loro disco The ideal crash, ma spiccano anche Garbage (8 luglio), Calexico and Iron & Wine (24 luglio), Massimo Volume + Giardini di Mirò (7 luglio), e Tinariwen (3 luglio).

Le Terme di Caracalla, come al solito hanno un programma di musica leggera non troppo avventuroso, ma di qualità: Ennio Morricone tornerà su quel palco per l’ultima volta con sette date (15, 16, 18, 19, 21, 22 e 23 giugno), Francesco De Gregori (11 e 12 giugno) si esibirà con l’orchestra e ci sarà anche Mark Knopfler (20 e 21 giugno).

Dal 25 al 28 luglio a Gaeta, in provincia di Latina, andrà invece in scena il Gaeta Jazz Festival: sul palco saliranno, tra gli altri, Yazmin Lacey, Joe Armon-Jones sextet e Dele Sosimi Afrobeat Orchestra.

Milano e Lombardia

Il capoluogo lombardo, orfano dell’iDays, risponde alla capitale con una serie di eventi: il Milano Rocks si terrà appena fuori città, nell’Area Expo di Rho, il 30 e 31 agosto: gli headliner sono Florence + The Machine e i Twenty One Pilots, con spalle di tutto rispetto come The 1975 e soprattutto il genietto pop Billie Eilish.

Vasco Rossi occuperà il prato di San Siro con ben sei date (1-2, 6-7 e 11-12), ma l’impianto ospiterà anche Ligabue (28 giugno), Ed Sheeran (19 giugno), Laura Pausini e Biagio Antonacci (4-5 luglio) e i Muse (12-13 luglio).

All’Ippodromo Snai San Siro, a poche centinaia di metri, si terrà invece la rassegna Milano Summer Festival, che ha ospitato i Metallica e ospiterà J Balvin (14 giugno), Calcutta (25 giugno), i Kiss (2 luglio) e non solo.

Da segnalare anche l’unico live estivo di Phil Collins, che suonerà il 17 giugno al Mediolanum Forum di Assago.


Il Magnolia, d’estate come d’inverno, è uno dei locali da tenere più d’occhio a Milano. Anche stavolta ospiterà diversi eventi interessanti: il Miami ormai è un’istituzione e quest’anno in cartellone presenta Coma_Cose, Chadia Rodriguez, Clavdio, Franco 126, Bugo, Massimo Pericolo (al debutto live) e altri.

Nell’ambito della rassegna Magnolia estate il locale dell’idroscalo ospiterà artisti come Nu Guinea (19 maggio), The Dream Syndicate (19 giugno), Julia Holter (23 giugno), Kurt Vile & The Violators (25 giugno) e Kamasi Washington (16 luglio).

Sempre al Magnolia ci sarà il festival dedicato all’elettronica e al jazz Solar Village (13-14 luglio) con Laurent Garnier, Moodyman, Kamaal Williams e Dixon, una bella novità nel panorama milanese. Il 2 luglio all’Idroscalo ci sarà invece la nuova edizione di Unaltrofestival, che quest’anno punta su una line up al femminile (Anna Calvi, Jade Bird, Julia Jacklin e altre).

Il Terraforma di villa Arconati (5-6-7 luglio) si conferma come uno dei festival più originali d’Italia, non solo per le sue scenografie retrofuturiste: i protagonisti del 2019 saranno Laurie Anderson, Buttechno, Donato Dozzy, RP BOO e non solo.

Il Carroponte ha una programmazione molto varia, come succede ogni anno: si passa dal rap di A$AP Rocky e Octavian (17 luglio, bel colpo portarli in Italia) al punk dei Melvins (24 giugno).

Restiamo in Lombardia. A Brescia purtroppo non si terrà più il Musical Zoo. All’anfiteatro del Vittoriale di Gardone Riviera invece tornerà il Tener-a-mente: nella line up, tra gli altri, ci sono Calexico and Iron & Wine (23 luglio), Johnny Marr (20 giugno) e il leader degli Smashing Pumpkins Billy Corgan (28 giugno).

Il Woodoo Fest andrà in scena a Cassano Magnago, in provincia di Varese, tra il 17 e il 21 luglio e vedrà protagonisti Cosmo e Ivreatronic, Tre Allegri Ragazzi Morti e La Rappresentante di Lista.

A Barzio, in provincia di Lecco, dal 7 al 9 giugno appuntamento con il Nameless Music Festival: suoneranno Steve Aoki, Alesso, Capo Plaza e non solo.

Torino, Piemonte ed Emilia-Romagna

Il Todays Festival (23-24-25 agosto) è ormai uno dei migliori eventi musicali italiani. L’appuntamento è nell’area all’aperto del locale Spazio 211. Anche quest’anno la line up sarà molto interessante: Beirut, Low, Spiritualized, Cinematic Orchestra e altri.

Il Kappa Futur Festival, in programma al parco Dora il 6 e 7 luglio, è dedicato agli appassionati di elettronica. Ci saranno producer e dj internazionali come Amelie Lens, Peggy Gou, Modeselektor, The Black Madonna, Nina Kraviz e Carl Cox.

Oltre a Torino, conviene tenere d’occhio la sua provincia. Al parco della Certosa di Collegno si terrà il Flowers Festival (27 giugno-20 luglio), che ospiterà l’unica data italiana di Joan Baez (19 luglio), Olafur Arnalds + Dardust (28 giugno), Yann Tiersen e non solo.

A Cella Monte, nelle colline del Monferrato, dal 20 al 23 giugno è in programma l’edizione estiva del Jazz:Re Found, con Gilles Peterson, Tullio De Piscopo, Meute e altri.

L’Apolide(dal 18 al 21 luglio) si svolgerà nell’area naturalistica Pianezze nel comune di Vialfrè e punta sui nomi italiani, a partire da Cosmo insieme al collettivo Ivreatronic. Sul palco, tra gli altri, anche Franco 126, Clap! Clap!, Giorgio Poi e Capibara.

Lo Stupinigi Sonic Park torna al parco della Palazzina di Caccia di Stupinigi dal 4 al 18 luglio: quest’anno il pubblico potrà ascoltare Francesco De Gregori (9 luglio), Mark Knopfler, King Crimson (10 luglio), Eros Ramazzotti e altri.

Andiamo a Barolo, nelle Langhe, dove si terrà Collisioni: i nomi nel cartellone della prossima estate sono, tra gli altri, Thom Yorke (16 luglio), Eddie Vedder (17 giugno), l’ex cantante degli Oasis Liam Gallagher (4 luglio) e Salmo (6 luglio).

Balla Coi Cinghiali, in programma dal 22 al 24 agosto nel Forte di Vinadio (Cuneo), punterà invece su nomi come Fast Animals and Slow Kids, Tedua e Paolo Benvegnù.

Ben Harper, Achille Lauro e i Dream Theater saranno invece tra i protagonisti del Gru Village di Grugliasco, sempre in provincia di Torino, ospitato dall’Arena Esterna Le Gru. L’appuntamento è dal 14 giugno al 27 luglio.

Andiamo un po’ più a nord: alla Cava la Beola di Monte, in Val d’Ossola, è in programma il Nextones: dal 26 al 28 luglio si esibiranno Nina Kraviz, Amnesia Scanner, Caterina Barbieri & Ruben Spini e non solo.

Cambiamo regione e andiamo in Emilia-Romagna. Il Ferrara Sotto Le Stelle si terrà anche quest’anno a piazza Castello e offre come al solito concerti di ottima qualità: in cartellone spiccano il solito Thom Yorke (18 luglio), ma anche Julia Holter (24 giugno), Tash Sultana e i Teenage Fanclub (11 giugno).

A Bologna invece è nato un nuovo evento: si chiama Oltre Festival e si terrà alla Bolognina: sul palco sono attesi Noyz Narcos, Motta, Ernia e altri.

Nel capoluogo tornerà anche il Biografilm Park (31 maggio-1 giugno), in programma al al Parco del Cavaticcio. Quest’anno la manifestazione punta su Riccardo Sinigallia, Nada e non solo.

Sempre a Bologna, non bisogna dimenticare l’Indimenticabile Festival, previsto il 12 e 13 luglio al Bologna Sonic Park. Sul palco sono attesi Ghemon, Gazzelle, Coma_Cose, Gemitaiz e altri.

Arti Vive (4-7 luglio) è una manifestazione di Soliera, in provincia di Modena, e punta sui musicisti stranieri come Sharon Van Etten, James Holden e Cloud Nothings.

Come da tradizione, d’estate il Bronson si sposta sulla spiaggia di Marina di Ravenna per il Beaches Brew: dal 4 al 7 giugno suoneranno tra gli altri Courtney Barnett, Bcuc, Kel Assouf e Any Other. L’ingresso, come ogni anno, sarà gratis.

Andando verso Cesena incontriamo invece la rassegna A Cielo Aperto (14 giugno-3 agosto): tra i nomi di punta dell’edizione 2019 ci sono Johnny Marr, Easy Star All Stars e Pete Doherty&The Puta Madres.

In provincia di Rimini, a Bellaria-Igea Marina, dal 12 al 14 agosto ci sarà invece il Bay Fest, evento dedicato alla musica punk-rock con The Offspring, Ska-P, Frank Turner, Nofx e altri.


Veneto e Friuli-Venezia Giulia

Dal Veneto quest’anno arriva la novità più interessante dell’estate, l’Home Venice Festival (12-14 luglio). Riportando in vita in un certo senso lo spirito dell’Heineken Jammin’ Festival gli organizzatori dell’Home di Treviso hanno deciso di portare di nuovo la musical dal vivo al Parco San Giuliano di Mestre, presentando una line up ancora non definitiva ma molto interessante: i concerti in programma sono quelli di Aphex Twin (12 luglio) Paul Kalkbrenner, Pusha T, Mura Masa, Modeselektor, Massimo Pericolo, Tedua e altri. Treviso però non resterà senza musica grazie al Core Festival (7-9 giugno), sempre organizzato dall’Home e dedicato interamente alla musica italiana: sul palco sono attesi Calcutta, Salmo, Achille Lauro e J-Ax+Articolo 31.

Quest’anno torna anche lo Sherwood di Padova (dal 7 giugno al 6 luglio), che festeggia vent’anni di storia: al parcheggio nord dello Stadio Euganeo suoneranno Dropkick Murphys, Coma_Cose, Rkomi e non solo.

Spostiamoci in Friuli-Venezia Giulia. La rassegna Sexto ’Nplugged di Sesto al Reghena (2-9 luglio), in provincia di Pordenone, punta su Billy Corgan (2 luglio), Sharon Van Etten (8 luglio) e Michael Kiwanuka (9 luglio).

Il Pordenone Blues Festival, in calendario dal 15 al 20 luglio tra piazza xx settembre e il parco San Valentino, ospiterà l’unica data italiana dei dublinesi The Stars from The Commitments, i Kool & The Gang (unica data italiana) e i californiani Rival Sons.

Liguria, Toscana e centro Italia

A Genova il primo evento da citare è sicuramente il Goa Boa, storica manifestazione che a luglio torna al Porto antico e punta anch’essa sui nomi italiani ma anche su qualche straniero: Calcutta (5 luglio), Salmo (20 luglio) ma anche Steve Hackett e Jethro Tull.

Il Balena Festival, dopo l’edizione di aprile, dovrebbe raddoppiare anche d’estate: al momento l’unico nome che conosciamo sono gli Easy Stars All Stars (31 luglio), ma dovrebbero aggiungersene altri.

Dopo diverse edizioni di alto livello, il Mojotic a Sestri Levante sembra aver perso colpi e non ha neanche un nome straniero. Gli artisti in cartellone quest’anno sono The Zen Circus (26 luglio) e Pinguini Tattici Nucleari (27 luglio).


Il Firenze Rocks (dal 13 al 16 giugno) all’Ippodromo del Visarno è ormai il festival rock più solido nel panorama italiano. Il programma punta su nomi solidi come Tool (13 giugno), Ed Sheeran (14 giugno), Eddie Vedder (15 giugno) e The Cure (16 giugno).

A poca distanza dal capoluogo è in programma Settembre Prato è spettacolo (29 agosto-3 settembre) con, tra gli altri, The Flaming Lips+Eels, Gazzelle e Salmo.

Il Lucca Summer Festival ospiterà l’unica data dei The Good, The Bad and The Queen (20 luglio), il supergruppo guidato da Damon Albarn, al quale si aggiungono Elton John (7 luglio), Ennio Morricone (29 giugno) e un paio di strane accoppiate tipo Giorgia/Janelle Monae (18 luglio).

A Empoli dalla fine di agosto ai primi di settembre ci sarà il Beat Festival, anch’esso costruito su nomi italiani, da La Rappresentante di Lista (6 settembre) a Franco126 (1 settembre).

Il Pistoia Blues (5-10 luglio) nel 2019 festeggia quarant’anni e si porta a casa Ben Harper & The Innocent Criminals (10 luglio), Noel Gallagher’s High Flying Birds (8 luglio) e Thirty Seconds To Mars. Il primo giorno del festival, il 5, sarà a ingresso gratuito.

Se ci spostiamo a Chiusi, in provincia di Siena, incontriamo il Lars Rock Fest, in programma dal 5 al 7 luglio. Sul palco saliranno i Metz, i Cloud Nothings e altri ancora da annunciare.

Sempre da quelle parti, ad Acquaviva, è in programma il Live Rock Festival (28 agosto-1 settembre): nella line up spiccanoAnna Calvi, !!! (Chk Chk Chk), Algiers, Nu Guinea e Rancore.

Al parco Il prato di Arezzo dal 9 al 13 luglio ci sarà l’evento gratuito Men/Go Music Fest: tra gli artisti in cartellone The Zen Circus, Eugenio in via di Gioia e Clavdio.

A Livorno dal 20 al 23 giugno è in programma il Surfer Joe Summer Festival, raduno dedicato agli appassionati di musica surf: sul palco sono attese più di trenta band da tutto il mondo.

Passiamo all’Abruzzo, partendo da una brutta notizia: il Siren Festival di Vasto, come detto, non si farà più e tornerà (forse) nel 2020. Gli abruzzesi possono consolarsi con l’IndieRocket di Pescara (28-30 giugno), che offre Gnučči, Idris Ackamoor & The Pyramids e altri.

All’Aquila dal 28 al 29 giugno è atteso invece il Pinewood: suoneranno Canova, Pinguini Tattici Nucleari, Populous e altri.

In Umbria, come ogni anno, non si può prescindere dall’Umbria Jazz, la storica manifestazione di Perugia. Quest’anno nel cartellone spiccano il prezzemolino Thom Yorke (20 luglio), Paolo Conte (14 luglio), Lauryn Hill (21 luglio) e King Crimson (18 giugno).

Ai giardini del Frontone, sempre a Perugia, ci sarà invece L’Umbria che Spacca (5-7 luglio), con Motta, Gazelle e Tre Allegri Ragazzi Morti.

Sulla spiaggia Albaia, che si affaccia sul lago Trasimeno, il 16 giugno andrà in scena l’Humus Music Fest, arrivato ormai alla quinta edizione. Tra gli ospiti il rapper Inoki Ness, Il Gigante e non solo.

Dall’1 al 3 agosto a Norcia si terrà l’Hempiness Music Festival, con Sticky Fingers, Mellow Mood e altri.

Ad Ancona, nelle Marche, dal 18 al 30 giugno torna lo Spilla, che si tiene nel complesso monumentale della Mole Vanvitelliana. Sul palco sono attesi The Dream Syndicate (18 giugno), Billy Corgan (30 giugno) e Carl Brave (22 giugno).

Tra Corridonia e Morrovalle, in provincia di Macerata, dal 2 al 4 agosto è in programma il Fat Fat Fat Festival: tra gli artisti in scena ci saranno Louie Vega, Shigeto, Hieroglyphic Being e altri.

Napoli, sud Italia e isole

La proliferazione degli eventi di musica dal vivo in questi anni ha risvegliato anche territori che erano rimasti un po’ dormienti. Per esempio la Campania. A Napoli torna per la quarta edizione del Noisy Naples: il programma non è ancora definitivo ma può già contare su Kamasi Washington (17 luglio), 50s en Cuba. Afro-cuban All Stars (24 luglio) e Skunk Anansie (9 luglio).

Tra la fine di maggio e l’inizio di giugno a Marina di Camerota, in provincia di Salerno, torna anche il festival gratuito Meeting del Mare. I protagonisti della nuova edizione saranno Motta, Franco126 e Planet Funk.

Lo Sponz Fest diretto da Vinicio Capossela (dal 19 al 25 agosto) è uno dei festival più originali che abbiamo in Italia e si tiene a Calitri, in Alta Irpinia. Il programma arriva sempre un po’ in ritardo rispetto a quello degli altri festival ma, oltre allo scontato concerto di Capossela, potremo probabilmente contare su eventi interessanti dedicati a musica, letteratura, cinema e gastronomia.

Sempre dalle parti di Avellino, ad Ariano Irpino, si terrà l’Ariano Folk Festival (14-18 agosto): nel cartellone, ancora non definitivo, spiccano la galiziana Mercedes Peón, il giamaicano Skarra Mucci e i San Salvador.

Puglia, Calabria e Basilicata

La musica elettronica sarà la protagonista del Viva! in Valle d’Itria (1-4 agosto): tra i nomi di punta ci sono Erykah Badu in versione dj set con lo pseudonimo Dj Lo Down Loretta Brown, Jon Hopkins, Gilles Peterson & Mc General Rubbish, Todd Terje, Apparat e il progetto parallelo dei Nu Guinea Napoli Segreta.

A Locorotondo ci sarà anche il Locus festival (27 luglio-14 agosto): il piatto forte sarà l’esclusiva italiana di Four Tet (14 agosto), ma ci saranno anche Lauryn Hill (7 agosto), Colin Stetson (8 agosto) e Colle der Fomento (11 agosto).

A Taranto il dal 4 al 9 giugno tornerà il Medimex, che oltre a conferenze e workshop offre anche concerti di qualità: gli ospiti di questa edizione saranno Patti Smith, Liam Gallagher, gli Editors e altri.

Alle cave di Fantiano di Grottaglie, in provincia di Taranto, il Cinzella (dal 17 al 20 agosto)porterà in scena Franz Ferdinand, Afterhours, Battles e non solo.

Passiamo alla Calabria, partendo dal Color Fest, che quest’anno si sposta alla Giurranda di Platania, in provincia di Catanzaro. Il 3 e il 4 agosto saliranno sul palco Franco126 (onnipresente), Tre Allegri Ragazzi Morti, Motta, Massimo Volume e altri.

Al Complesso monumentale di San Giovanni di Catanzaro invece torna il Frac (9-11 agosto), che non ha ancora annunciato la line up.

Spostiamoci in Basilicata. Visto che quest’anno Matera è capitale europea della cultura, da quelle parti qualcosa si nuove: l’Open SoundFestival si terrà in città dal 28 agosto al 1 settembre: in quell’occasione ci saranno una serie di performance, alcune inedite e studiate per il luogo, di Dardust, Clap! Clap!, Nu Guinea, Yuval Avital e non solo.

Sempre in Basilicata va segnalato il Wood Sound Festival: l’evento si terrà il 12 agosto sul lago Sirino a Nemoli, in provincia di Potenza. Il primo ospite annunciato è Fulminacci, ma ne verranno presto aggiunti altri.

Dal 2 al 4 agosto nel Parco Nazionale del Pollino tornerà il Pollino Music Festival, con I Hate my Village, Coma_Cose, Franco126 e altri.

Sicilia

Il 25 maggio al Castello a Mare di Palermo si terrà May-Day, un concerto maratona di dodici ore a sostegno della missione Mediterranea. Tra i nomi in cartellone ci sono Daniele Silvestri, Roy Paci, Brunori Sas, i Punkreas e molti altri.

Sempre a Palermo, al velodromo Paolo Borsellino, l’8 e il 9 giugno ci sarà l’Unlocked Music Festival, con nomi della dance italiana come Gigi D’Agostino, Eiffel 65 e altri.


A San Vito Lo Capo, sulla spiaggia, dal 28 al 30 giugno ci sarà invece il Mondo Sounds Festival: tre giorni di musica e spettacoli dedicati ai suoni del mondo, dalla cumbia alla musica africana. Sul palco saliranno nomi di spicco della musica internazionale: dall’argentino Chancha Via Circuito alla Dele Sosimi Afrobeat Orchestra.

L’Ypsigrock è uno dei festival indipendenti più longevi d’Italia e quest’anno ha voluto fare le cose in grande. I nomi di punta di questa edizione, che si svolgerà dall’8 all’11 agosto, saranno The National, Spiritualized e David Agust. La sede non cambia: Castelbuono, borgo medioevale vicino a Palermo.

Ormai quello con l’Ortigia Sound System (24-28 luglio) è un appuntamento fisso. Il festival, che si tiene nella splendida isola di Ortigia a Siracusa, ospiterà Giorgio Moroder, Neon Indian, Ben Ufo e il collettivo Kokoko!

Nella valle dei Templi, in provincia di Agrigento, ci sarà invece il FestiValle (8-10 agosto), dedicato principalmente a jazz ed elettronica. Il nome di punta saranno sicuramente i Nu Guinea, ma ci sarà spazio anche per Hot Sugar Band e altri.

A Golfo di Patti, in provincia di Messina, invece andrà in scena l’Indiegeno Fest: Canova, Clavdio e (indovina un po’) Franco126 saranno i protagonisti.

Il Teatro Antico di Taormina, nonostante possa contare su uno scenario indimenticabile, quest’anno ha un’offerta meno interessante del 2018 con Francesco Renga, Francesco De Gregori e i Dream Theater.

Sardegna

Chiudiamo con l’altra isola, la Sardegna. Alla fiera di Cagliari ci saranno le due date di Vasco Rossi (18 e 19 giugno), oltre che gli show dei due latinoamericani Maluma (1 luglio) e Ozuna (18 luglio).

Il Red Valley si terrà anche nel 2019 nel piazzale Scogli rossi di Arbatax, in provincia di Nuoro, dal 14 al 17 agosto. I primi due ospiti annunciati sono David Guetta (14 agosto) e Salmo (17 agosto), che gioca in casa.

Il Time In Jazz, diretto dal sardo Paolo Fresu, si terrà a Berchidda, il suo paese natale, e in altri centri del nord dell’isola dal 7 al 16 agosto. Suoneranno nomi di punta del jazz internazionale come Omar Sosa, Yilian Cañizares, Nils Petter Molvær, ma anche nomi italiani come Ornella Vanoni.

Quest’anno l’Here I Stay si terrà invece tre momenti e in tre luoghi diversi: il 20 luglio a Orani, il 14 agosto a Fordogianus e dal 20 al 22 settembre a Nurri. Il programma dovrebbe arrivare presto.

Per comunicare eventuali variazioni nelle date e nei programmi dei festival avvenute in seguito alla pubblicazione dell’articolo scrivere a posta@internazionale.it.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Le macerie sotto la crisi
Ida Dominijanni
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.