NUOVE NOTIZIE

IN PRIMO PIANO
NUOVE NOTIZIE

  • 19 Mag 2017 12.24

Una vignetta per l’Europa

Austerità e crisi economica, migrazioni, populismi e identità europea, diritti di cittadinanza e politiche sociali sono alcuni dei temi che hanno continuato a riempire le pagine dei giornali anche nell’ultimo anno. Ma le parole non sono l’unico modo per riflettere sull’attualità politica europea: spesso le vignette possono essere molto più efficaci.

Per questo la Rappresentanza in Italia della Commissione europea in collaborazione con Internazionale e con la partecipazione di Voxeurop ha indetto la settima edizione del concorso per premiare la migliore vignetta politica pubblicata sulla stampa italiana negli ultimi mesi.

I termini per partecipare al concorso scadono il 4 luglio. Le vignette potranno essere votate a partire dal 15 luglio su facebook.com/internazionale. Il voto del pubblico, insieme a quello della giuria composta da giornalisti e vignettisti, decreterà le cinque vignette vincitrici che saranno premiate durante il festival di Internazionale a Ferrara 2017.

Per sapere come partecipare e inviare le vignette, scarica il bando e il modulo di partecipazione.

La vignetta di Niels Bo Bojesen, vincitrice del concorso 2016

Austerity and economic crisis, migrations, populist parties and European identity, citizenship rights and social policies: all these issues have received extensive media coverage in the last year. But words are not the only way to talk about them, a cartoon may be more effective.

For this reason the European Commission, in partnership with Internazionale and Voxeurop, has launched a contest to pick the best political cartoon featured in the Italian press in 2016.

The deadline for submitting the application is the 4th of July. The vote will open on the 15th of July on facebook.com/internazionale. The public vote, together with that of the jury of journalists and cartoonists, will choose the five winners that will be awarded during the 2017 Internazionale festival in Ferrara.

Download the contest rules and participation form.

  • 05 Mag 2017 12.00

La nuova edizione del festival di Internazionale

Quest’anno il festival di Internazionale a Ferrara, giunto alla sua undicesima edizione, si terrà da venerdì 29 settembre a domenica 1 ottobre.

Il pubblico del festival potrà ascoltare e incontrare giornalisti, studiosi, scrittori, fotografi e artisti provenienti da tutto il mondo grazie a dibattiti, interviste, proiezioni, workshop e mostre.

pubblicità
  • 05 Mag 2017 12.00

Come arrivare e dove dormire a Ferrara

Indicazioni utili per il soggiorno sono disponibili sul portale turistico della provincia di Ferrara, dove è consultabile anche una pagina con l’elenco dei ristoranti, trattorie ed enoteche per conoscere la gastronomia locale.

Ferrara si trova a circa 40 km da Bologna. È facilmente raggiungibile in treno, con Trenitalia o Italo fino a Bologna, oppure in automobile, percorrendo l’autostrada A13 Bologna-Padova.

Il centro storico di Ferrara, dove si svolge il festival, è chiuso al traffico ma sono presenti numerosi parcheggi nelle aree limitrofe. Chi deve raggiungere Ferrara da altre città dell’Emilia Romagna può spostarsi in pullman con le linee urbane ed extraurbane Tper (Tel. 051 350111), mentre chi parte da molto lontano può viaggiare in aereo, atterrando a Bologna e usufruendo del collegamento con il centro città.

Partecipare al festival di Internazionale a Ferrara è anche l’occasione, tra un dibattito e l’altro, per scoprire le bellezze della città estense: MyFe card, la carta turistica di Ferrara, offre sconti e agevolazioni per musei, alberghi e ristoranti della città.

  • 11 Ott 2016 17.30

Il festival raccontato dagli ospiti

Nella sezione video, gli ospiti raccontano il festival che da dieci anni trasforma Ferrara nella redazione più grande del mondo. Leggi

  • 11 Ott 2016 15.30

I numeri del festival

Durante il festival di Internazionale a Ferrara, dal 30 settembre al 2 ottobre, si sono intrecciate molte storie: 240 ospiti, 31 paesi, 120 incontri, 250 ore di programmazione e almeno 71mila presenze. Attualità, economia, letteratura, tecnologia, fumetti e fotografia. Leggi

pubblicità
  • 11 Ott 2016 11.53

Le foto dei tre giorni del festival di Internazionale a Ferrara

Dal 30 settembre al 2 ottobre si è svolta la decima edizione del festival di Internazionale a Ferrara. Guarda le foto più belle di questa edizione. Leggi

  • 07 Ott 2016 16.48

Mondovisioni a Belluno

I documentari di Internazionale saranno proiettati alCinema Italia di Belluno, dal 7 al al 16 ottobre, all’interno della ventesima edizione della rassegna Oltre le Vette. Metafore, uomini, luoghi della montagna.

  • 06 Ott 2016 10.30

Mondovisioni a Roma

Dal 4 al 9 ottobre i documentari, gli audiodocumentari e gli incontri con la redazione presentati al festival sono a Roma, ospitati dal Palazzo delle Esposizioni e dal Goethe-Institut. Ecco il programma. Leggi

  • 04 Ott 2016 15.45

Il tour dei documentari di Internazionale

Dopo la proiezione in anteprima al festival di Internazionale a Ferrara, gli otto documentari della rassegna Mondovisioni sono proiettati in molte città d’Italia.
Queste sono le tappe del tour. Leggi

  • 03 Ott 2016 11.30

Interviste da Ferrara

Nel cortile del castello estense Anna Maria Giordano ha intervistato numerosi ospiti del festival. Le interviste si possono riascoltare sul sito di Radio3.

Anche Radio Radicale e Rai Cultura hanno registrato dibattiti e interviste.

pubblicità
  • 02 Ott 2016 18.00

Mondovisioni a Lugo (RA)

Il salone estense della Rocca di Lugo (RA) ospiterà sei documentari della rassegna Mondovisioni, dal 2 al 27 ottobre 2016. Il programma delle proiezioni è disponibile sul sito della biblioteca comunale Fabrizio Trisi.

  • 02 Ott 2016 11.57

Impegno a lungo termine

Bhaskar Sunkara, 27 anni, è il fondatore e direttore di Jacobin, una delle più importanti riviste socialiste degli Stati Uniti (ha più di diecimila abbonati e il suo sito ha 600mila visualizzazioni al mese). Gli chiedo una definizione di socialismo. Leggi

  • 01 Ott 2016 16.48

La storia di Berta Cáceres

Berta Cáceres era un’attivista honduregna di fama internazionale. È stata una delle fondatrici del Consiglio delle organizzazioni popolari e indigene dell’Honduras e nel 2015 aveva vinto il prestigioso premio Goldman per il suo ruolo nella campagna di resistenza contro la diga Agua Zarca. Il 3 marzo 2016 è stata uccisa nella sua casa della Esperanza, nell’ovest del paese. Leggi

  • 01 Ott 2016 16.02

Alcaldessa, diario di una sindaca

Ho cominciato a lavorare al film Alcaldessa con il vantaggio che Ada Colau, la sindaca di Barcellona, mi conosceva dai tempi in cui avevo fatto parte anch’io della Plataforma de afectados por la hipoteca. Fin dall’inizio volevamo che fosse un film al presente: se avessimo lasciato passare del tempo e raccontato la sua campagna elettorale al passato sarebbe stato un film diverso, senza tutte le sfumature che abbiamo colto. Leggi

  • 01 Ott 2016 10.17

Che piacere avervi qui

Nel 2015 l’arrivo di un milione di profughi e migranti, molti dei quali costretti alla fuga per l’intensificazione della guerra in Siria, ha messo in crisi i paesi europei. Molti hanno scelto di chiudere le frontiere e costruire dei muri che mettono a rischio l’idea stessa di Europa. Eppure l’accoglienza e l’integrazione sono, oltre che necessarie, possibili. Lo dimostrano quattro esempi di cui si parlerà durante il festival di Internazionale a Ferrara, il 1 ottobre alle 14 presso la biblioteca Ariostea.

La cooperativa Camelot presenterà Vesta, un progetto attivo a Bologna e Ferrara grazie al quale le famiglie e i singoli cittadini possono dare ospitalità ai rifugiati nelle proprie case. Vesta raccoglie online le candidature delle famiglie e gestisce e monitora tutte le fasi dell’accoglienza, dal punto di vista legale, psicologico e burocratico.

L’Unione italiana sport per tutti (Uisp), che promuove lo sport come potente strumento d’integrazione senza distinzione di età, sesso, abilità, motivazioni e cittadinanza, ha invece organizzato i Mondiali antirazzisti: 184 squadre, 50 nazionalità, oltre cinquemila persone che si sfidano per sconfiggere ogni pregiudizio.

Infine l’università di Ferrara presenterà la sua esperienza di accoglienza che s’intreccia con quella, che sarà raccontata in prima persona, di una giovane profuga siriana. L’ateneo ha infatti deciso di assegnare una borsa di studio a un rifugiato, consentendogli di portare avanti gli studi che ha dovuto lasciare. La scelta è caduta su una giovane di Aleppo arrivata in Italia grazie ai corridoi umanitari organizzati dalla Comunità di Sant’Egidio e dalla chiesa Valdese: il progetto consente di arrivare legalmente in Italia a chi ha diritto alla protezione internazionale, senza ricorrere ai trafficanti di esseri umani e rischiare di morire nel viaggio. Sono già 300 i rifugiati arrivati in questo modo in Italia e la speranza è che il metodo, sostenuto da organizzazioni, famiglie e singoli individui, si replichi in altri paesi evitando delle morti inutili e offrendo ai profughi una nuova opportunità.

pubblicità
  • 29 Set 2016 17.30

Musica fuori dagli schemi

Il 1 ottobre alle 22 in piazza Municipale appuntamento con Safe & Sound, concerto in favore della campagna #Milionidipassi di Medici senza frontiere. Sul palco l’eclettico Clap! Clap!, dj e produttore italiano che mescola elettronica a sonorità africane. Il suo ultimo album è stato definito da Paul Simon “un capolavoro assoluto”. Leggi

  • 29 Set 2016 14.54

Sotto il cielo di Ferrara

Il cinema itinerante contro le mafie farà tappa al festival con lo spettacolo Mafia liquida, un’opera collettiva a cura di Cinemovel Foundation che si terrà in piazzale Giordano Bruno. Il 30 settembre, dopo la performance, sarà proiettato il film di Gianluca e Massimiliano De Serio I ricordi del fiume, che racconta gli ultimi mesi del Platz, una delle baraccopoli più grandi d’Europa che sorgeva a Torino. Leggi

  • 29 Set 2016 14.27

Cittadini democratici

Islam, beni comuni, sistema elettorale e costituzione: al festival le lezioni di alcuni professori dell’Università degli studi di Ferrara. Leggi

  • 29 Set 2016 13.57

Anabel Hernández, una giornalista nel mirino dei narcos

È una delle reporter d’inchiesta più note del Messico. Nel libro La terra dei narcos ha indagato sui legami tra l’organizzazione criminale più potente del mondo e le alte sfere messicane. Il 1 ottobre sarà al festival di Internazionale a Ferrara per parlare d’informazione e libertà d’espressione in America Latina. Leggi

  • 28 Set 2016 17.42

La regista di Tickling giants racconta il suo film su Bassem Youssef

Ho deciso di fare il film Tickling giants nel 2012. Bassem Youssef, un cardiochirurgo egiziano che si era improvvisato commentatore politico satirico, era a New York come ospite del Daily show, il programma di Jon Stewart, in cui io lavoravo come produttrice. Quando lo incontrai la prima volta, Bassem non aveva ancora il suo programma televisivo, che nel giro di un paio d’anni sarebbe diventato un successo da 30 milioni di spettatori a puntata. Leggi

pubblicità