Il reportage narrativo

Alessandro Leogrande

Dove: Università degli studi di Ferrara
Quando: 29 e 30 settembre, 1 ottobre 2017, dalle 10 alle 13
Lingua: italiano
Partecipanti: 30 studenti
Costo: 155 euro

Ryszard Kapuściński, Svetlana Aleksievič, Rodolfo Walsh, Joan Didion, Emmanuel Carrère, William Langewiesche hanno abitato e abitano con i loro scritti una singolare terra di mezzo narrativa, a metà strada tra giornalismo e letteratura. Classificata di volta in volta come non-fiction, periodismo narrativo o new journalism, è possibile riscontrare in queste opere – pur nella loro diversità – un minimo comune denominatore: l’uso di strutture e tecniche letterarie, metagiornalistiche, per raccontare la realtà. Durante il corso saranno analizzati alcuni di questi testi, per ricavarne modelli utili a narrare frammenti di mondo, suscitare spunti di riflessione e ripensare il proprio lavoro.

Il corso fa per te se sei un giornalista o uno scrittore, o aspiri a diventarlo. Se hai già sperimentato forme di reportage narrativo o vorresti provare a farlo. Oppure se sei semplicemente curioso e vuoi saperne qualcosa di più.

Obiettivi
Confrontarsi con modelli forniti da libri e riviste, e impadronirsi di alcuni strumenti utili per scrivere un reportage narrativo.

Programma indicativo
Durante il corso saranno letti e analizzati alcuni libri o reportage lunghi molto diversi tra loro, che costituiscono dei grandi esempi di reportage narrativo. Ai partecipanti sarà inoltre chiesto di confrontarsi su un’idea o una storia che vorrebbero approfondire.

Materiale da portare
Carta, penna, computer, tablet, libri utili. Chi ha un testo proprio, anche in germe, può portarlo.

SOLD OUT
Iscriviti alla lista d’attesa, ti invieremo un’email nel caso dovesse liberarsi un posto. Per sapere come funziona la lista d’attesa consulta le domande frequenti.

pubblicità