17 dicembre 2013 17:01

Dal 22 al 31 ottobre 2012 l’uragano Sandy ha devastato sette paesi del Nord e Sud America, causando la morte di almeno 286 persone e danni per miliardi di dollari.

Negli Stati Uniti Sandy ha colpito 24 stati, e tra il 29 e il 30 ottobre è passato per New York, paralizzando la città: il sud di Manhattan si è allagato e gran parte della città è rimasta al buio. Diversi ospedali sono stati evacuati e Wall street ha dovuto interrompere le contrattazioni.

In quei giorni di blackout, il fotografo francese Christophe Jacrot ha esplorato le strade di New York, catturando l’atmosfera quasi spettrale dei luoghi. Jacrot ha creato così delle straordinarie immagini, che mettono in risalto la fragilità e insieme la grandiosità della metropoli statunitense.

La mostra New York in black è alla Galerie de l’Europe di Parigi fino all’11 gennaio.