29 luglio 2014 15:37

Con il progetto Black diamonds il fotografo Jason Andrew racconta la tratta di calciatori africani dalla Nigeria alla Turchia da parte di truffatori e finti scopritori di talenti. La tratta comincia quando ai giovani atleti viene offerta la possibilità di diventare calciatori professionisti in Europa. Per il viaggio le loro famiglie pagano fino a a cinquemila dollari. Una volta arrivati in Turchia, i ragazzi vengono abbandonati in mezzo alla strada.

Fin dal 2011, Jason Andrew ha seguito i viaggi di questi giovani africani e li ha documentati per denunciarne lo sfruttamento. Secondo Jean Claude Mbvoumin, dell’associazione di beneficenza Foot solidaire, sono circa 15mila i giovani africani che ogni anno emigrano inseguendo queste false promesse.

Dieci anni fa a Istanbul è nato l’African community football championship, un torneo benefico che ha l’obiettivo di radunare le comunità africane presenti in Turchia, soprattutto le persone più povere e in difficoltà. Tra i partecipanti ci sono molte delle vittime della tratta dei calciatori.