02 dicembre 2015 13:14

Da sei anni, la rivista statunitense Time sceglie il fotoreporter dell’anno. Nel 2014 era stato il turco Bulent Kilic, mentre per il 2015 è stato scelto il greco Angelos Tzortzinis dell’Agence France-Presse.

Tzortzinis, 31 anni, nella sua carriera ha documentato i due eventi che hanno segnato il suo paese negli ultimi anni: la crisi economica e l’arrivo dei migranti.

Nato a Egaleo, un quartiere povero alla periferia di Atene, Tzortzinis dal 2007 collabora con l’agenzia di stampa francese e contemporaneamente porta avanti dei progetti come freelance in Egitto, Libia e Turchia.

“Voglio raccontare storie che hanno un peso nella mia vita quotidiana e che mi stanno a cuore. Negli ultimi sei anni ho seguito la crisi economica in Grecia perché fa parte della mia vita, e attraverso le mie foto cerco di trovare una risposta alle mie domande”, spiega il fotografo a Time.

Nel 2015 Tzortzinis ha raccontato invece la crisi dei migranti e dei rifugiati. “La Grecia è la meta di centinaia di migliaia di siriani, iracheni e afgani che fuggono dai loro paesi. E il mio obiettivo non è essere l’ennesimo testimone, ma far vedere alle persone quello che di solito non vedono”.