Madre e figlio tra i resti della loro tenda e di tutto quello che possedevano, nel campo profughi di Kaga-Bandoro, nella Repubblica Centrafricana. Il campo è stato attaccato la sera del 12 ottobre da un gruppo di ex miliziani della coalizione Séléka. Nel campo sono morte 30 persone e 57 sono rimaste ferite. (David Belluz, Comitato internazionale di soccorso/Ap/Ansa)
pubblicità