Apice. (Valeria Laureano)

Tra macerie e nostalgia

07 giugno 2018 17:05

Apice è il progetto della giovane fotografa Valeria Laureano, che sarà esposto dall’8 giugno ai Magazzini fotografici di Napoli.

La serie prende il nome dal comune campano distrutto dai terremoti che colpirono l’Irpinia, e che è rimasto da allora isolato e inaccessibile. Attraverso le foto ritrovate degli abitanti del paese e i negativi realizzati dalla fotografa e impressi su lastre di vetro, il progetto ricostruisce la storia di Apice vecchia, parzialmente evacuata dopo il terremoto in Irpinia del 1962 e poi completamente distrutta e abbandonata in seguito a quello del 1980.

“Le fotografie recuperate convivono al fianco di negativi di luoghi e paesaggi di Apice vecchia che ho scattato, sviluppato e poi sotterrato per restituire anche a queste nuove foto un velo di distruzione e nostalgia che abita il paese”, spiega Laureano.

La mostra a Napoli è curata da Roberta Fuorvia e durerà fino al 21 luglio.

pubblicità