18 marzo 2021 17:17

Fino al 1 aprile sono aperte le candidature per la seconda edizione del premio Ispa, un concorso fotografico italiano dedicato allo sviluppo sostenibile, sia dal punto di vista ambientale sia sociale. Si può partecipare con una foto singola, con una storia o con un progetto da realizzare attraverso un grant.

L’anno scorso la categoria foto singola era stata vinta da Vittoria Lorenzetti con un’immagine in cui ha ritratto la stazione di Punta Helbronner della funivia Skyway, a 3.466 metri, sul Monte Bianco. Il progetto Skyway è nato nel 2011 con l’impegno di rispettare l’ambiente circostante e preservarne il suo patrimonio. È stato progettato per ridurre al minimo i consumi energetici e idrici, nonché la produzione di rifiuti, con l’obiettivo di farne un edificio a impatto zero.

Per la categoria storie avevano vinto Enrico Genovesi e Gianmarco Maraviglia. Genovesi con un reportage sulla comunità di Nomadelfia, vicino a Grosseto. Fondata nel 1948 da don Zeno Saltini, all’epoca il suo scopo era quello di accogliere i bambini rimasti orfani o abbandonati nel periodo delle due guerre. Genovesi ha raccontato come si è trasformata oggi la vita di questa comunità, che è attiva nel campo dell’accoglienza.

Il reportage di Maraviglia invece era dedicato al parco Fico (Fabbrica italiana contadina) a Bologna, fondato da Oscar Farinetti, che ha l’obiettivo di far conoscere le eccellenze italiane in campo alimentare e vinicolo in una struttura costruita in maniera sostenibile.

Il grant, infine, era stato assegnato a Niccolò Panzeri, che ha realizzato la serie Feed us, sulle innovazioni nel campo dell’industria alimentare. Con questo lavoro Panzeri ha voluto indagare i progressi e le conquiste in ambito produttivo (come l’efficienza energetica e l’economia circolare) e in quello tecnico-scientifico, come l’agricoltura di precisione, l’intelligenza artificiale, e i modelli d’automazione.