28 giugno 2021 16:48

I fotografi Joey Lawrence e Giuseppe Nucci sono i protagonisti della prima edizione della manifestazione Molichrom: festival della fotografia nomade, curata da Eolo Perfido. “Terra di ‘tratturi’ e transumanza, da sempre il Molise ha un legame forte con il suo territorio e questo festival nasce con l’obiettivo di innescare un dialogo con la fotografia”, spiega Perfido.

Lawrence è in mostra con i suoi lavori sulle popolazioni nomadi realizzati tra Corno d’Africa, Somalia, Mongolia, Kurdistan e India. Mentre Nucci espone due lavori: Along the shepherds’ highway e DentroTerra. Il primo è sulla transumanza – l’antica pratica di spostamento del bestiame dai pascoli estivi a quelli invernali – realizzato nel centro Italia, in cui ha seguito i percorsi dei tratturi, le strade solcate dal passaggio millenario delle greggi e che per molti secoli hanno rappresentato le arterie principali per i commerci. Il secondo sulle tradizioni e le credenze di alcuni paesi che ha visitato lungo la catena appenninica.

Accanto alle due mostre principali, è esposta una selezione delle immagini finaliste del festival di street photography di Londra, che è partner di questa prima edizione di Molichrom.

Le mostre sono ospitate in diversi luoghi tra Campobasso, Montagano (provincia di Campobasso) e Pietrabbondante (provincia di Isernia). Dopo il weekend di apertura appena concluso, che ha ospitato incontri e workshop, rimarranno aperte in diversi giorni tra luglio e agosto.