02 giugno 2020 08:11

L’autopsia chiesta dalla famiglia di Floyd contraddice la tesi delle autorità

È stato reso noto l’esito di un’autopsia sul corpo di George Floyd chiesta dagli avvocati della famiglia della vittima. Il risultato contraddice quello dell’autopsia condotta dai medici della contea, secondo cui Floyd non è morto per asfissia o strangolamento.

I medici che hanno condotto l’esame indipendente sostengono che Floyd è morto per l’asfissia causata dal ginocchio dell’agente Derek Chauvin e dal peso degli altri agenti che lo tenevano fermo a terra.

Inoltre, secondo i medici che hanno condotto la seconda autopsia, Floyd non aveva altri problemi medici.