Cinquanta jihadisti morti a Kobane

30 novembre 2014 11:39

Almeno cinquanta jihadisti che fanno parte del gruppo Stato islamico sono morti durante le ultime ventiquattr’ore nella città di Kobane, in Siria, al confine con la Turchia. Si tratta di uno dei bilanci più alti di vittime tra il gruppo estremista che cerca di conquistare Kobane.

Le morti sono dovute agli attacchi aerei da parte della coalizione guidata dagli Stati Uniti, a violenti combattimenti contro le milizie curde e a cinque attentati suicidi avvenuti a Kobane. Afp

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Trent Reznor è un supereroe
Giovanni Ansaldo
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.