18 dicembre 2014 13:03

I governi dell’Unione europea hanno adottato nuove sanzioni contro la Crimea, che limiteranno gli investimenti europei nella regione. Le misure riguardano il turismo e le esplorazioni petrolifere nel Mar Nero. Rappresentano una risposta dell’Ue all’annessione illegale della penisola ucraina da parte della Russia.

Le restrizioni, adottate dai leader dei 28 governi riuniti a Bruxelles dove discuteranno della crisi in Ucraina e delle relazioni con la Russia, entreranno in vigore dal 20 dicembre. Reuters