23 dicembre 2014 17:08

I partiti dell’Irlanda del Nord hanno raggiunto un accordo su alcune questioni chiave per spianare la strada a “un programma di riforme finanziarie e di assistenza sanitaria”. Nessuno dei maggiori partiti, l’indipendentista Sinn Féin, il Partito unionista democratico del primo ministro Peter Robinson, il Partito unionista dell’Ulster, il Partito dell’alleanza e il Partito laburista socialdemocratico (Sdlp), si è detto completamente soddisfatto dell’accordo.

I colloqui sono durati undici settimane e i punti più controversi riguardavano alcune questioni rimaste irrisolte dai tempi dei troubles. In cambio di un finanziamento da parte di Londra di due miliardi di sterline, il governo di Belfast avvierà un programma di tagli alla spesa pubblica. I partiti hanno anche concordato di istituire un archivio storico e una squadra speciale per fare luce sulle morti avvenute durante il conflitto in Irlanda del Nord. Bbc