Il premier greco Alexis Tsipras ha annunciato la formazione del nuovo governo

Il partito di sinistra Syriza ha vinto le elezioni, ma per ottenere la maggioranza assoluta dei seggi in parlamento ha dovuto allearsi con il partito conservatore dei Greci indipendenti

Cos’è Syriza, il partito che ha vinto le elezioni greche

26 gennaio 2015 01:18
  • Syriza è l’acronimo di Synaspismós Rizospastikís Aristerás (Coalizione della sinistra radicale). Il partito nasce nel 2004 come coalizione diverse formazioni della sinistra greca, tra cui ecologisti, comunisti e sinistra democratica.
  • Syriza si costituisce come partito nel 2012. Alle elezioni del 17 giugno 2012 diventa il secondo partito greco per numero di voti e il principale partito di opposizione al governo di Antonis Samaras. Alle elezioni europee del maggio del 2014 il partito ottiene più del 26 per cento dei voti, superando di tre punti Nea Demokratia, la formazione politica del primo ministro e diventando così il primo partito del paese.
  • Il leader di Syriza è Alexis Tsipras, quarant’anni, ingegnere civile. Tsipras proviene dall’ala più a sinistra del Partito comunista greco (Kke). Si è fatto conoscere nel 2006 quando si è candidato a sindaco di Atene.
  • Il successo di Syriza comincia dopo le rivolte di studenti e lavoratori nel 2008. Inizialmente militavano nel partito sopratutto i giovani. Ma con gli anni la base elettorale del partito si è allargata ai lavoratori del settore pubblico e ai piccoli imprenditori, in difficoltà a causa della crisi.
  • La campagna elettorale di Syriza si è concentrata sulla promessa della fine delle misure di austerità e di nuovi fondi per la spesa pubblica. Tra le proposte fatte: energia elettrica gratuita per i più poveri, buoni pasto distribuiti nelle scuole e case per i senzatetto.

Bbc, Treccani

pubblicità

Articolo successivo

Spazio al premio Pictet