L’inchiesta Sistema sugli appalti pubblici

Quattro persone sono state arrestate in un’inchiesta condotta dai carabinieri del Ros su disposizione della procura di Firenze

Tangenti sugli appalti pubblici: arrestate quattro persone

16 marzo 2015 10:01

Quattro persone sono state arrestate e più di cinquanta risultano indagate nell’ambito di un’indagine sugli appalti della Tav, dell’Expo e di altre opere pubbliche.

Tra gli arrestati ci sono anche Ercole Incalza, dirigente del ministero dei lavori pubblici dal 2001 al gennaio 2015, gli imprenditori Stefano Perotti, Francesco Cavallo e Sandro Pacella. L’inchiesta è stata condotta dai carabinieri del Ros, coordinati dalla procura di Firenze.

I reati contestati sono corruzione, induzione indebita, turbata libertà degli incanti e altri reati contro la pubblica amministrazione. Secondo gli inquirenti, le indagini hanno evidenziato un “articolato sistema corruttivo”, cioè un giro di tangenti che coinvolgeva i dirigenti pubblici, le aziende che si aggiudicavano gli appalti e quelle che eseguivano i lavori. Il sistema era gestito principalmente da Ercole Incalza. Tra gli indagati ci sarebbero anche dei politici. Corriere della Sera, Ansa

pubblicità

Articolo successivo

Peterloo di Mike Leigh è un film che riguarda tutti noi
Francesco Boille