A Malta vince il no nel referendum per abolire la caccia primaverile

12 aprile 2015 15:29

A Malta i cittadini si sono espressi a favore del mantenimento di una legge che permette la caccia nella stagione primaverile, con il 51 per cento dei voti a favore, in un referendum organizzato dagli animalisti che invece prevedeva di abrogarla per salvaguardare le specie protette. Decine di persone sono scese per le strade della capitale La Valletta per festeggiare il risultato.

Sull’eliminazione della legge potrebbe però intervenire Bruxelles, dal momento che una direttiva europea vieta la caccia da aprile a giugno, nel periodo di riproduzione e ritorno verso il nord degli uccelli migratori per cui l’isola Malta è un passaggio obbligato.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

La triste storia di una splendida collezione d’arte
Daniele Cassandro
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.