I colloqui sulla Siria promossi dall’Onu a Ginevra

L’inviato delle Nazioni Unite Staffan de Mistura incontra i delegati del governo siriano e di alcuni gruppi ribelli, oltre alle potenze regionali, tra cui la Turchia e l’Iran

I nuovi colloqui di pace sulla Siria riprendono a Ginevra

05 maggio 2015 07:35

Riprendono oggi a Ginevra i nuovi colloqui di pace sulla Siria. L’inviato delle Nazioni Unite Staffan de Mistura incontrerà i delegati del governo siriano e di alcuni gruppi ribelli, oltre alle potenze regionali, tra cui la Turchia e l’Iran. Gruppi jihadisti come lo Stato islamico e il Fronte al Nusra non sono stati invitati al tavolo dei negoziati.

I nuovi colloqui coincidono con la pubblicazione di un rapporto di Amnesty international che accusa il governo e i ribelli di crimini di guerra nella città di Aleppo. L’ong ha raccolto testimonianze sulla devastazione causata dall’uso di barili bomba sganciati dalle forze governative su ospedali, moschee e scuole. I ribelli, invece, avrebbero commesso crimini di guerra usando in modo impreciso armi improvvisate, tra cui razzi riempiti con bombolette di gas. Il rapporto documenta anche torture, detenzioni arbitrarie e sequestri commessi da entrambe le parti.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Le notizie di scienza della settimana
Claudia Grisanti
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.