Un tribunale egiziano ha condannato a morte e all’ergastolo l’ex presidente Morsi

Il leader dei Fratelli musulmani ed ex capo di stato, deposto con un golpe il 3 luglio del 2013, è stato condannato al carcere a vita per spionaggio e a morte per aver organizzato l’evasione da un carcere nel 2011

In Egitto condannato a morte l’ex presidente Mohamed Morsi

16 maggio 2015 11:49

Una corte egiziana ha condannato a morte l’ex presidente Mohamed Morsi per il suo coinvolgimento nelle evasioni da una prigione durante una rivolta del 2011. Ora la condanna dovrà essere ratificata dal gran mufti, l’autorità giudiziaria suprema.

Oltre all’ex presidente, rovesciato con un colpo di stato militare il 3 luglio del 2013, sono stati condannati altri 105 imputati, tutti legati ai Fratelli musulmani.

Morsi è già stato condannato a vent’anni di carcere per aver ordinato l’arresto e la tortura di alcuni manifestanti quando era presidente. I suoi sostenitori dichiarano che le accuse sono motivate politicamente.

pubblicità

Articolo successivo

Le notizie di scienza della settimana
Claudia Grisanti