Atene e Bruxelles sempre più lontane

È fallita l’ultima tornata di negoziati tra la Grecia e i suoi creditori (Commissione europea, Banca centrale europea e Fondo monetario internazionale). Per evitare il default, Atene deve restituire 1,6 miliardi al Fondo entro il 30 giugno. Il mercato europeo è spaventato dall’incertezza e la borsa di Atene chiude con forti perdite

Grecia, trattative in stallo dopo il vertice di Bruxelles

11 giugno 2015 07:31

Ancora pochi progressi nelle trattative tra Grecia, Francia e Germania. Dopo l’incontro di ieri sera a Bruxelles tra Alexis Tsipras, Angela Merkel e François Hollande, il premier greco ha dichiarato: “Abbiamo deciso di intensificare gli sforzi per superare le differenze che restano e andare verso una soluzione”.

“I leader europei comprendono che occorre dare una soluzione praticabile e la possibilità per la Grecia di tornare verso la crescita con un debito sostenibile”, ha aggiunto Tsipras, che ha definito la riunione “molto amichevole”.

Il premier greco oggi dovrebbe incontrare il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker. L’Unione europea e il Fondo monetario internazionale (Fmi) chiedono ad Atene nuove riforme per sbloccare il piano di aiuti da 7,2 miliardi di euro. La Grecia inoltre rischia il default, se non verserà entro la fine del mese 1,5 miliardi di euro all’Fmi.

pubblicità

Articolo successivo

Le notizie di scienza della settimana
Claudia Grisanti