Scontri tra comunità nel sud dell’Algeria, 22 morti in due giorni

08 luglio 2015 18:56

Negli ultimi due giorni sono morte ventidue persone negli scontri tra la comunità berbera e quella araba nel sud dell’Algeria. Decine di altre persone sono rimaste ferite. Si tratta del bilancio più grave registrato nella regione attorno a Ghardaïa, città della valle dello Mzab, circa 600 chilometri a sud di Algeri, dove dal 2013 le due comunità si contendono la terra, il lavoro e le abitazioni. Le forze di sicurezza hanno mandato rinforzi.

Negli scontri sono stati danneggiati e incendiati edifici pubblici, locali commerciali, veicoli e palmeti.

pubblicità

Articolo successivo

Promozione al lavoro
Le regole