30 novembre 2015 11:41
Un ragazzo siriano dipinge un murale nel campo profughi di Mafraq, al confine tra la Siria e la Giordania. L’iniziativa, sostenuta dall’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati, ha lo scopo di rendere più accogliente il campo attraverso il coinvolgimento dei profughi. (Muhammad Hamed, Reuters/Contrasto)