Durante una protesta a Webster Grove, in Missouri, contro l’uccisione del giovane afroamericano Michael Brown da parte di un agente della polizia, il 3 dicembre 2014. (Jim Young, Reuters/Contrasto)

Nel 2015 negli Stati Uniti la polizia ha ucciso almeno 1.077 persone

Durante una protesta a Webster Grove, in Missouri, contro l’uccisione del giovane afroamericano Michael Brown da parte di un agente della polizia, il 3 dicembre 2014. (Jim Young, Reuters/Contrasto)
14 dicembre 2015 17:42

Il 12 dicembre Nicholas Robertson, un nero di 28 anni, è stato ucciso da due agenti di polizia a Lynwood una città vicina a Los Angeles. Robertson era armato e secondo i testimoni si stava comportando in modo strano; la madre ha riferito che fosse ubriaco. I poliziotti intervenuti per evitare che Robertson ferisse qualcuno gli hanno sparato dopo che l’uomo non ha lasciato la sua arma come richiesto.

Robertson è una delle 1.077 persone uccise dalla polizia statunitense dall’inizio del 2015. Di queste 1.077 persone, 207 erano disarmate e 18 erano minorenni. Sono i dati raccolti dal quotidiano britannico The Guardian, che sta tenendo il conto dall’inizio dell’anno e raccoglie i dati in un progetto di data journalism: The Counted. Il progetto unisce le informazioni pubblicate sulla stampa e le segnalazioni dei lettori, perché il governo statunitense non tiene un registro complessivo delle morti dovute alle azioni delle forze dell’ordine.

Nel conteggio rientrano diversi tipi di episodi: la maggior parte delle morti considerate sono state dovute a ferite da arma da fuoco, ma non mancano i casi di persone uccise dopo essere state colpite con un taser, quelli di persone investite da auto della polizia o morte in custodia.

The Guardian ha pensato di cominciare questa raccolta di dati dopo l’omicidio di Michael Brown a Ferguson, in Missouri, il 9 agosto del 2014: Brown, un ragazzo nero, aveva 18 anni ed era disarmato.

Le cinque città dove la polizia ha ucciso più persone nel 2015

  1. Los Angeles. Venti persone sono state uccise dalle forze dell’ordine; se si considera tutta la California, si sale a 196.
  2. Houston. Nel capoluogo texano i morti sono stati 16. Dopo la California, il Texas è lo stato in cui la polizia ha ucciso il maggior numero di persone: 106.
  3. Indianapolis. Si scende a 10 morti e sono solo 21 in tutto lo stato dell’Indiana.
  4. Phoenix. Delle 42 persone uccise dalla polizia in Arizona (quarto stato per numero assoluto), nove sono morte nel capoluogo.
  5. Las Vegas. Anche nella più grande città del Nevada i morti per mano di poliziotti sono nove. Il conteggio sale a 16 se si considera tutto lo stato.

In proporzione al numero di abitanti, i cinque stati in cui la polizia ha ucciso più persone sono: Oklahoma, New Mexico, Wyoming, District of Columbia, Alaska.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Dall’altra parte del mare, cosa spinge i tunisini a partire
Annalisa Camilli
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.