L’Altare della Patria a Roma, il 22 dicembre 2015.

Come funzionano le limitazioni del traffico a Milano e a Roma

L’Altare della Patria a Roma, il 22 dicembre 2015.
28 dicembre 2015 12:09

A Milano e a Roma le autorità hanno introdotto dei provvedimenti temporanei di limitazione del traffico per abbattere la concentrazione di polveri sottili nell’aria, che ha raggiunto livelli preoccupanti negli ultimi giorni. A causa delle condizioni meteorologiche delle due città, in particolare la scarsità di precipitazioni e di venti, la concentrazione di polveri sottili (particolato con diametro di 10 micron o meno) ha superato i limiti consentiti dalla legge. A Milano il 27 dicembre il Pm 10 (polveri sottili) nell’aria era 54 microgrammi per metro cubo, mentre a Roma era di 50 microgrammi per metro cubo. La soglia oltre la quale sono introdotte misure restrittive sul traffico è di 50 microgrammi al metro cubo per le polveri sottili.

Come funziona il blocco a Milano e in Lombardia

La circolazione delle automobili e di tutti i veicoli non elettrici è vietata nei giorni di lunedì 28, martedì 29 e mercoledì 30 dicembre, dalle ore 10 alle ore 16.

Si potranno usare i servizi di car sharing e i mezzi pubblici: il biglietto da corsa singola – che costa 1,50 euro – sarà valido per un’intera giornata, sia sulle linee metropolitane sia sugli autobus e sui tram. Circa 400 agenti delle forze dell’ordine sono impegnati a pattugliare la città per far rispettare il divieto.

Il blocco del traffico è esteso anche ad altri comuni lombardi: Bresso, Buccinasco, Cernusco sul Naviglio, Cesano Boscone, Cinisello Balsamo, Cormano, Corsico, Cusano Milanino, Paderno Dugnano, Pavia e Sesto San Giovanni.

Con sabato 26 dicembre, sono stati 97 i giorni del 2015 in cui a Milano è stata superata la soglia massima di polveri sottili nell’aria consentita dalla legge, che prevede al massimo 35 giorni all’anno di eccezione.

Come funzionano le targhe alterne a Roma e il blocco del traffico a Frosinone

Nella capitale sono in vigore le targhe alterne per le giornate di lunedì 28 e martedì 29 dicembre, dalle 7.30 alle 12.30 e poi dalle 16.30 fino alle 20.30. Lunedì non possono circolare le automobili con targhe dispari, martedì quelli con targhe pari. Il divieto non riguarda alcuni tipi di veicoli: alimentati a metano, gpl, ibridi, automobili della categoria euro 6, ciclomotori due ruote quattro tempi euro 2, e motocicli quattro tempi euro 3. Invece i mezzi più inquinanti – auto a benzina euro 0 ed euro 1; auto con motore diesel fino a euro 2; moto, motorini, microcar diesel euro 0 ed euro 1 – non possono circolare indipendentemente dal numero di targa.

Inoltre, a Roma la temperatura di case e uffici non dovrà superare i 18 gradi –ospedali, cliniche, scuole e simili sono esclusi dalla misura – e nei giorni di targhe alterne le ore di funzionamento degli impianti dovranno essere ridotte, da dodici a otto.

Anche a Roma un biglietto per i mezzi pubblici da 1,50 euro avrà validità per l’intera giornata.

Il blocco totale del traffico è stato indetto a Frosinone, da oggi fino a mercoledì 30 dicembre, dalle ore 8 alle 18. Fino al 31 dicembre il servizio di trasporto pubblico sarà gratuito. Nel capoluogo il limite di legge per il livello di polveri sottili nell’aria è già stato superato 109 volte.

pubblicità

Articolo successivo

Una lunga indagine sulla guerra