Un autista di Medici senza frontiere morto in un’imboscata nella Repubblica Centrafricana

20 maggio 2016 09:27

Un autista di Medici senza frontiere morto in un’imboscata nella Repubblica Centrafricana. Il dipendente di Msf guidava uno dei due veicoli con a bordo pazienti e personale medico che sono stati attaccati da un gruppo di uomini armati a Kouki, 400 chilometri a nord di Bangui. In seguito all’agguato l’ong ha sospeso le sue attività nell’ovest del paese.

pubblicità

Articolo successivo

La nave Mare Jonio entra nel porto di Lampedusa
Annalisa Camilli