Un autista di Medici senza frontiere morto in un’imboscata nella Repubblica Centrafricana

20 maggio 2016 09:27

Un autista di Medici senza frontiere morto in un’imboscata nella Repubblica Centrafricana. Il dipendente di Msf guidava uno dei due veicoli con a bordo pazienti e personale medico che sono stati attaccati da un gruppo di uomini armati a Kouki, 400 chilometri a nord di Bangui. In seguito all’agguato l’ong ha sospeso le sue attività nell’ovest del paese.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Il Belgio vota per l’Europa ma non solo
Bernard Demonty
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.